Marco Mingardi, come spenderà i 100mila euro di "Tu sì que vales"

Marco Mingardi, ecco come spenderà i 100mila euro vinti a “Tu sì que vales”

Paola Chirico

Marco Mingardi, ecco come spenderà i 100mila euro vinti a “Tu sì que vales”

| 30/11/2022
Marco Mingardi, ecco come spenderà i 100mila euro vinti a “Tu sì que vales”

2' DI LETTURA

Marco Mingardi, vincitore dell’ultima edizione di “Tu sì que vales”, ha rilasciato un’intervista a “Tv Sorrisi e Canzoni”. Centomila euro in gettoni d’oro è il montepremi che il concorrente si è portato a casa. Durante l’intervista ha parlato della vittoria, dei progetti futuri e di Maria De Filippi. Mingardi ha vinto “per miracolo”. Infatti, era stato eliminato ma ha avuto comunque accesso alla finale grazie ad un ripescaggio.
CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

“Le critiche dei giudici mi hanno aiutato”

Qualcuno mi ha dato un aiuto da lassù. Penso a tutte le persone che non ci sono più, come mio papà Alessandro che ho perso a causa di un incidente quando avevo 9 anni e che mi ha lasciato un vuoto enorme. Ma sento sempre la sua presenza accanto a me”, ha affermato Marco Mingardi. Grazie alla sua capacità di fare le imitazioni, è riuscito a fare colpo su Maria De Filippi, dopo un inizio non splendido: “Mi sono riguardato tante volte. Aveva ragione lei. Non ero io, ero troppo carico. Prima di esibirsi ho atteso a lungo e la tensione era altissima, quindi quando è stato il mio turno volevo spaccare tutto. Però ho esagerato. E sono stato antipatico anche a me stesso. Non sono così, chiedo scusa a tutti. Le critiche dei giudici mi hanno aiutato. Voglio continuare a migliorare e a imparare. Ora sta accadendo quello che ho sempre sognato: la gente capisce quello che voglio comunicare quando canto. Non ho ancora avuto modo di ringraziarla e abbracciarla”.

Marco Mingardi (foto instagram)

Come investirà la somma vinta

Con la vincita di 100 mila euro Mingardi vorrebbe esaudire qualche desiderio: “Per prima cosa voglio portare mia mamma in crociera: era il sogno suo e del suo secondo marito, che mi ha fatto da padre ed è scomparso tre anni fa. In più devo pensare ai miei figli e a farli stare bene. Vorrei anche aiutare dei bambini disabili qui nella mia zona che hanno bisogno di un macchinario particolare. E poi voglio comprare l’automobile che aveva mio papà, una Citroën DS degli anni ’70. Investirò anche nel mio lavoro e andrò a mangiare una pizza con parenti e amici, ovviamente nel ristorante di Bruno e della sua compagna Mariagrazia”. Durante il lockdown si è trovato in grandi difficoltà economiche e ha consegnato le pizze e fatto il cameriere dall’amico Bruno.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 30/11/2022 13:14
Copyright © 2023

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965