Stefano D'Orazio e il suocero uniti nello stesso tragico destino, lo strazio della vedova: "La notte non dormo" - Perizona Magazine

Stefano D’Orazio e il suocero uniti nello stesso tragico destino, lo strazio della vedova: “La notte non dormo”

Daniela Vitello

Stefano D’Orazio e il suocero uniti nello stesso tragico destino, lo strazio della vedova: “La notte non dormo”

| 06/12/2020

Nell’arco di 21 giorni Tiziana Giardoni ha perso i due uomini più importanti della sua vita: il marito Stefano D’Orazio, […]

Nell’arco di 21 giorni Tiziana Giardoni ha perso i due uomini più importanti della sua vita: il marito Stefano D’Orazio, 72 anni, sposato nel 2017 dopo 10 anni d’amore, e il padre Mauro, 75 anni, ex fisico nucleare. Entrambi avevano contratto il Covid-19. Un destino crudele per la 50enne che in un’intervista a “DiPiù” racconta le settimane più difficili della sua vita. Sia lo storico batterista dei Pooh che il padre della Giardoni sono morti in ospedale senza che lei riuscisse a vederli e a salutarli per l’ultima volta.

“Non è accettabile non poter salutare i propri cari”

“Insieme a tanta disperazione c’è anche tanta rabbia – spiega – Non è accettabile non potere dare l’ultimo saluto ai propri cari. È disumano. Non mi hanno consentito di vedere mio marito e mio padre. Mia madre, che è stata 60 anni con mio padre, sta impazzendo. Pur di vederli, con le dovute precauzioni, mi sarei bardata come i medici e gli infermieri. Avrei indossato tutto quello che era necessario. Avrei voluto guardarli per l’ultima volta. Dall’espressione del volto si capisce se una persona se ne è andata soffrendo, avrei voluto vederli”.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

“La bara di mio padre era sigillata”

“Al funerale la bara è arrivata sigillata – aggiunge – Quindi abbiamo dovuto fidarci che ci fosse mio padre. E se non ci fosse stato? Se non ci fosse stato Stefano in quella bara? Se avessero sbagliato persona? Non è stato possibile nemmeno all’agenzia funebre di vederli e vestirli”.

“La notte non dormo”

La Giardoni svela che il padre è stato ricoverato il giorno prima della scomparsa di Stefano D’Orazio e non ha mai saputo della morte del genero dal momento che al secondo giorno di ricovero è stato intubato. “La notte non dormo – confessa – Quando vado a letto sono assalita dai pensieri, cerco di trovare una ragione a quello che è successo, ma senza riuscirci. Il maledetto virus mi ha portato via i miei due grandi amori”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

LEGGI ANCHE: Stefano D’Orazio, parla la moglie: “Se ne è andato con il 118, con lo sguardo impaurito e perso”

LEGGI ANCHE: Covid o non Covid? La famiglia di Stefano D’Orazio fa chiarezza sulle cause della morte

LEGGI ANCHE: Stefano D’Orazio, la struggente lettera della moglie: “Mi hai regalato la favola”

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823