Ares Gate, i verbali choc: "Ricatti, magia nera e invocazioni alla Luna"

Ares Gate, i verbali choc: “Ricatti, magia nera e invocazioni alla Luna”

Daniela Vitello

Ares Gate, i verbali choc: “Ricatti, magia nera e invocazioni alla Luna”

| 12/03/2022
Ares Gate, i verbali choc: “Ricatti, magia nera e invocazioni alla Luna”

4' DI LETTURA

E’ uno scenario inquietante quello che emerge, come riporta “Il Messaggero”, dalle carte dell’inchiesta sul produttore Alberto Tarallo, per anni a capo dell’Ares Film, società dichiarata fallita all’inizio del 2020 che ha sfornato svariate fiction di successo per Mediaset. L’indagine condotta dalla Procura di Roma mira a far luce sulla scomparsa di Teodosio Losito, sceneggiatore e compagno di Tarallo morto suicida nel gennaio del 2019 nella villa in cui la coppia viveva, a Zagarolo, alle porte di Roma. L’ex patron della Ares è accusato di avere falsificato il testamento del fidanzato e di istigazione al suicidio. Per quest’ultima accusa, i pm chiederanno l’archiviazione.

LEGGI ANCHE: Gravissimo lutto a Mediaset, morto il re delle fiction: aveva 53 anni

Teodosio Losito

Al “GF Vip” Adua Del Vesco parlò di una presunta “setta”

Il caso esplose a seguito della partecipazione di Adua Del Vesco (nome d’arte di Rosalinda Cannavò) e Massimiliano Morra alla quinta edizione del “Grande Fratello Vip”. Durante la loro permanenza nella casa di Cinecittà, i due attori – che in passato hanno fatto entrambi parte dell’universo Ares – si sono lasciati andare a rivelazioni scottanti. Senza fare nomi, hanno parlato di una presunta “setta” segreta e di un meccanismo contorto messo su da un uomo spietato da loro ribattezzato “Lucifero”. Usciti dal reality di Canale 5, i due sono stati sentiti in Procura, seguiti a ruota da Gabriel Garko, da Eva Grimaldi e da altri personaggi che hanno gravitato attorno al mondo Ares.

LEGGI ANCHE: GF Vip, Massimiliano Morra querela Rosalinda Cannavò

Adua Del Vesco (Foto da video)

Gabriel Garko: “Eravamo tutti sotto ricatto psicologico”

“Eravamo tutte pedine di Tarallo, lui decideva il bello e il cattivo tempo; eravamo tutti sotto ricatto psicologico – ha dichiarato Gabriel Garko ai pm – Con questa storia dell’omosessualità mi ha sempre avuto in pugno. Molte volte mi ha detto che i giornali stavano per pubblicare la notizia che ero omosessuale e che lui era riuscito a bloccarla. Mi sono sentito in una situazione di costrizione in cui per me era vietato essere omosessuale”. “Mi indusse a lasciare il mio compagno, senza impormelo ma conducendomi a tale decisione sulla base di quello che mi diceva ogni giorno – ha raccontato l’attore – Mi fece fintamente fidanzare con Eva Grimaldi. Ci voleva a casa tutti insieme perché voleva il controllo totale dell’artista. La sua prerogativa era cambiare nome all’artista, decidere tutto”.

LEGGI ANCHE: Dall’Ares-Gate alla petrol-mafia, Gabriel Garko: “Basta bugie su di me”

Adua Del Vesco e Gabriel Garko (Foto da video)

Eva Grimaldi: “Tarallo mi disse che non potevo innamorarmi di Imma”

“Ho avuto delle restrizioni che a me non piacevano, ma che mi facevano comodo – ha ammesso Eva Grimaldi – Non potevo conoscere nessuno, ero chiusa come in una gabbia. Poi mi sono innamorata di Imma Battaglia. Alberto mi disse che non potevo innamorarmi di lei perché non avrei più lavorato perché lesbica. I rapporti tra Alberto e Teo nel periodo in cui ho vissuto con loro erano buoni. Erano complici”. “Losito mi confidò che aveva assistito in prima persona ai rituali di magia nera fatti da Alberto Tarallo in giardino, nella villa di Zagarolo – ha detto ai pm la beauty coach dei vip Brigitte Valesh – In particolare Teo mi raccontava che Alberto Tarallo la sera, quando c’era la luna piena. spesso si inginocchiava per effettuare delle invocazioni verso di essa”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Eva Grimaldi e Imma Battaglia (Foto Instagram)

Adua Del Vesco: “Non ho vissuto una giovinezza”

Davanti ai pm, Adua Del Vesco ha invece ridimensionato le accuse lanciate al “GF Vip”: “Ho dichiarato quelle frasi perché ho degli incubi dovuti al passato. Io praticamente non ho vissuto una giovinezza, ho trovato difficoltà a relazionarmi con le persone, quando cercavo di andare in palestra e farmi un giro di amici Alberto mi diceva che tutta questa gente non era gente per me. Ho cominciato a soffrire di anoressia in quanto Alberto Tarallo mi diceva di dover dimagrire per poter svolgere il mio lavoro, in quanto era una tipica ragazza mediterranea formosa. Riguardo a Losito ha detto: “Era depresso sia per la situazione in cui versava l’Ares ma anche per il suo rapporto con Tarallo”.

LEGGI ANCHE: AresGate, Alberto Tarallo ospite di Giletti legge la lettera d’addio del compagno morto suicida

Alberto Tarallo (Foto da video)

I legali di Tarallo hanno chiesto il dissequestro dei beni

I difensori di Alberto Tarallo, indagato per falsità in testamento olografo e falsità in scrittura privata, hanno chiesto il dissequestro dei beni (auto, immobili e terreni) per un valore di cinque milioni e hanno depositato una memoria difensiva con una consulenza calligrafica. A Tarallo viene infatti contestato di aver imitato la calligrafia e la firma di Losito nel testamento con cui viene nominato erede universale dei beni dello sceneggiatore trovato morto nella villa di Zagarolo.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 12/03/2022 16:02
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965