Delitto Meredith, Rudy Guede è tornato libero! Franca Leosini: "Se lo merita"

Delitto Meredith, Rudy Guede è tornato libero! Franca Leosini: “Se lo merita”

Daniela Vitello

Delitto Meredith, Rudy Guede è tornato libero! Franca Leosini: “Se lo merita”

| 23/11/2021
Delitto Meredith, Rudy Guede è tornato libero! Franca Leosini: “Se lo merita”

L’unico condannato per l’omicidio di Perugia è stato scarcerato anticipatamente

  • Da un anno, l’ivoriano era affidato ai servizi sociali
  • Il difensore: “Ora vuole solo essere dimenticato”
  • Franca Leosini: “Comportamento esemplare in questi anni”

Rudy Guede, unico condannato per l’omicidio di Meredith Kercher, è tornato libero per fine pena.  La studentessa inglese aveva 22 anni quando nel 2007 fu rinvenuta senza vita nell’appartamento in cui viveva a Perugia, città in cui stava facendo l’Erasmus. Per il delitto finirono in carcere anche l’americana Amanda Know, coinquilina di Meredith, e il suo fidanzato dell’epoca Raffaele Sollecito. Dopo una lunga vicenda giudiziaria, i due furono assolti in via definitiva.

Amanda Knox (Foto Instagram)

“Guede vuole solo essere dimenticato”

L’ivoriano Rudy Guede fu invece processato con il rito abbreviato e condannato a 16 anni di reclusione, gran parte dei quali scontati nel carcere di Viterbo. Ammise di essere nell’appartamento di Perugia ma si è sempre proclamato innocente. Da un anno era affidato ai servizi sociali. Il Tribunale di sorveglianza ha riconosciuto il suo percorso rieducativo e lo ha rimesso in libertà in anticipo. Il fine pena era previsto per il 4 gennaio del 2022. Come svelato dal suo avvocato, adesso Guede vorrebbe soltanto essere dimenticato.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Raffaele Sollecito (Foto Instagram)

“Rudy vorrebbe continuare ad adoperarsi per il prossimo”

“Purtroppo sono molte le emittenti e le testate che chiedono di intervistare Rudy. Dico purtroppo perché Rudy non è una star e dopo 14 anni vorrebbe essere dimenticato – ha dichiarato all’Ansa il professor Claudio Mariani, che insegna al Centro studi criminologici di Viterbo e che ha seguito l’ivoriano in tutto il suo percorso detentivo – Su ogni storia, prima o poi dovrebbe calare il sipario. Rudy la mattina alle 8 prende servizio come volontario alla mensa della Caritas e il pomeriggio lavora nella biblioteca del nostro centro studi per mantenersi. Non c’è più altro da aggiungere a questa storia eccetto il fatto che la vita di una giovane ragazza inglese è stata stroncata e dalla sua famiglia abbiamo potuto imparare la grande dignità e il valore del silenzio. Anche per questo oggi Rudy vorrebbe continuare a adoperarsi per il prossimo, lavorare e soprattutto rimanere in silenzio”.

Rudy Guede e Franca Leosini (Foto da video)

Franca Leosini: “Si è ampiamente riscattato”

Sulla vicenda si è espressa anche Franca Leosini che nel 2016 intervistò in carcere Rudy Guede per “Storie Maledette” (GUARDA QUI). Il commento rilasciato dalla conduttrice e giornalista a “La Stampa” precede di pochissimo la notizia della scarcerazione anticipata dell’ivoriano. “Se lo merita, è un ragazzo che ha fatto un percorso di recupero straordinario in carcere – ha detto – Ha avuto un comportamento esemplare in questi anni, da settembre era già in semilibertà. Ha scontato 12 anni in carcere e due in semilibertà. In carcere ha avuto un percorso riabilitativo di grande intensità. Si è laureato in sociologia. Ha lavorato per il reinserimento dei carcerati, è un volontario Caritas, è considerato una risorsa a Viterbo. Quale che sia la verità di questa terribile storia, si è ampiamente riscattato e merita di essere inserito nella società”. 

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823