Francesca Pascale prende le distanze da FI, ma non da Berlusconi: "Lo sento ancora"

Francesca Pascale prende le distanze da FI, ma non da Berlusconi: “Lo sento ancora”

Daniela Vitello

Francesca Pascale prende le distanze da FI, ma non da Berlusconi: “Lo sento ancora”

| 09/05/2021
Francesca Pascale prende le distanze da FI, ma non da Berlusconi: “Lo sento ancora”

Francesca Pascale in piazza con Paola Turci per il Ddl Zan

  • L’amaro sfogo: “Non riconosco più Forza Italia”
  • Poi si sbilancia: “Non credo che il Presidente condivida tali posizioni”
  • La confessione: “C’è una vita prima e dopo Silvio”

Francesca Pascale prende le distanze da Forza Italia, ma non da Silvio Berlusconi. Nelle scorse ore l’ex compagna del Cavaliere è saltata dalla sedia ascoltando le dichiarazioni del coordinatore nazionale di FI Antonio Tajani, che schierando il partito contro il Ddl Zan, ha sentenziato: “Una famiglia senza figli non esiste”. La Pascale ha affidato la sua reazione ad una Instagram Story: “Perché non voto più Forza Italia”. Quindi ha spiegato meglio la sua presa di posizione in un’intervista al quotidiano “Il Mattino”.

Silvio Berlusconi e Francesca Pascale (Foto ‘Chi’)

“Non riconosco più Forza Italia”

“Nella mia vita ho votato soltanto due leader: Marco Pannella e Silvio Berlusconi – ha confidato – Ho iniziato a frequentare sin da giovane le sedi di Forza Italia, piena di sogni e di speranze, assumendo ruoli nella classe dirigente, fino a candidarmi e ad essere eletta. Oggi invece non la riconosco più, sta perdendo la sua essenza di partito liberale di massa. Inseguire a destra i movimenti sovranisti significa snaturare quello che Berlusconi voleva che fossimo: un partito liberale moderno di respiro internazionale, al fianco dei più deboli”.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Francesca Pascale (Foto Instagram)

“Non credo che Berlusconi condivida tali posizioni”

“Mi sono sempre molto spesa con Silvio Berlusconi affinché all’interno del partito introducesse il tema LGBTQ, famiglia a cui sento di appartenere – ha aggiunto – Infatti, nel luglio del 2014, mi sono tesserata in piazza con Gaylib ed Arcigay, perché ho cercato di unire le due associazioni, di destra e di sinistra, a favore di un dialogo comune, importante per il tema stesso. L’odio non è e non ha un colore politico. Ci sono alcuni esponenti di Fi, invece, che cercano di spostare il partito su posizioni che nemmeno il presidente credo condivida. Il Ddl Zan non minaccia la famiglia tradizionale, che per me è molto importante, un pilastro fondamentale per la società. Ma non esiste solo quella tradizionale. Esistono altre forme di famiglia che vanno altrettanto rispettate”.

Silvio Berlusconi e Francesca Pascale (Foto ‘Chi’)

“Creerò un’azienda agricola che coltivi la cannabis light”

Il futuro la vedrà impegnata in un progetto ambizioso. “La vita a 36 anni cambia, così come i sogni e le priorità – ha raccontato – Creerò un’azienda agricola che si occupi della coltivazione e lavorazione della cannabis light, facendo lavorare tutte quelle donne che, una volta uscite dal carcere, hanno bisogno di qualcuno che dia loro una seconda possibilità. Un progetto sociale, ambizioso, fatto in sinergia con le associazioni. È proprio la legalizzazione della cannabis, un altro tema che mi vede molto lontana da una certa brutta destra”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Francesca Pascale e Paola Turci (Foto ‘Diva e Donna’)

Francesca Pascale e Paola Turci

Dopo la fine della sua storia con Silvio Berlusconi, Francesca Pascale è finita spesso sui giornali di gossip e tanto si è parlato del suo legame con Paola Turci. “Sono serena, non nascondo che è stato difficile superare la ferocia del giudizio che mi è crollato addosso – ha ammesso – È stato uno dei periodi più difficili della mia vita”.

Francesca Pascale (Foto Instagram)

Francesca Pascale in piazza con Paola Turci per il Ddl Zan

Francesca Pascale ha partecipato insieme a Paola Turci alla manifestazione a favore del disegno di legge Zan contro l’omotransfobia promossa all’Arco della Pace a Milano. Intercettata dai giornalisti, ha ribadito la sua concezione di amore libero.

Francesca Pascale e Paola Turci (Foto ‘Oggi’)

“Non mi sono fatta problemi a stare con un uomo più grande e ad amare delle donne”

“Ho sempre vissuto i rapporti sentimentali e l’amore in maniera totalmente libera, senza stereotipi” e non ho “avuto esigenze di fare coming out”. Quindi ha svelato di non aver avuto altre relazioni parallele mentre era legata a Silvio Berlusconi: “Sono una persona fedele e romantica”. “C’è stata una vita prima e dopo Silvio – ha precisato – Non mi sono fatta problemi a stare con un uomo di 50 anni più grande e neanche ad amare delle donne, sono sempre stata attratta dal fascino di una persona, da quando ero fanciulla ad oggi che ho 36 anni”.

Silvio Berlusconi e Francesca Pascale (Foto Instagram)

“Berlusconi è e sarà sempre l’uomo più importante della mia vita”

Infine, Francesca Pascale ha confessato di sentire ancora Silvio Berlusconi, oggi legato Marta Fascina: “E’ e sarà sempre l’uomo più importante della mia vita. Lo sento ancora e guai se non lo facessi, mi manca se non lo sento (…) L’ultima volta non era proprio in forma e mi dispiace moltissimo, spero che presto recuperi. Purtroppo questo Covid è infame”.

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823