Amadeus al giornalista: “Chiedi scusa per la parola ‘flop’, non sei stato onesto”

Daniela Vitello

Amadeus al giornalista: “Chiedi scusa per la parola ‘flop’, non sei stato onesto”

| 07/03/2021
Amadeus al giornalista: “Chiedi scusa per la parola ‘flop’, non sei stato onesto”

Durante la conferenza stampa finale del 71esimo “Festival di Sanremo”, monta la polemica per la chiusura a notte fonda che ha impedito ai giornalisti della carta stampata di comunicare per tempo il nome del vincitore alle proprie testate che sono pertanto uscite bucando la notizia.

“Abbiamo fatto di tutto per ritardare la chiusura, ma non è bastato. Se tornassimo indietro, le prime due file di questa sala stampa sarebbero molto meno popolate di come lo sono state. Vorrei rimarcare questa cosa. Siamo molto frustrati per l’accaduto. Per noi è stato un danno”, ha sottolineato Andrea Spinelli, penna del “Quotidiano Nazionale”.

Google News
Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Sanremo
L’ultima conferenza stampa del 71esimo Festival di Sanremo (Foto da video)

Amadeus: “Chiedo scusa per l’orario, ma tu chiedi scusa a me per il titolo ‘flop’”

“Il fatto di aver dato l’annuncio tardi è responsabilità mia, non di Coletta o della Rai – ha precisato Amadeus – Non voleva essere una mancanza di rispetto nei confronti di nessuno, lo sai. La mancanza di rispetto è quando si scrive nel titolo “flop” ma si hanno 14 milioni di spettatori. Dobbiamo essere onesti in due. Riconosco che sono arrivato alle 2 di notte, ma non è stato per mancare di rispetto a voi. Qualora voi l’abbiate percepito così, vi chiedo scusa. È stata così, l’anno prossimo arriverà qualcuno e chiuderà un’ora prima”.

“Lo stesso rispetto e la stessa onestà la dovete avere voi – ha aggiunto – Il tuo giornale ha titolato flop, dovevate avere l’onestà nei confronti del pubblico nel dire che questo è il Sanremo più forte nella storia del festival, anche in termini di ascolto. Io chiedo scusa a te, tu chiedi scusa a me, così siamo pari. L’ho detto fin dall’inizio, non è una mancanza di rispetto. È una valutazione artistica che puoi reputare sbagliata, lo rispetto. Probabilmente 26 canzoni erano tante. Ho ritenuto opportuno dare spazio alla musica perché era ferma. Aggiungendo gli ospiti si è arrivati a questa lungaggine. Chiedo scusa a quanti non hanno avuto modo di annunciare il vincitore. Me ne assumo la responsabilità”.

Sanremo
Amadeus (Foto da video)

Fiorello: “Quello che leggo non combacia con i numeri che sento”

A rincarare la dose ci ha pensato Rosario Fiorello che si è collegato telefonicamente con la conferenza stampa. “Scusate…io ho sentito solo numeri…numeri pazzeschi… e poi però ho letto cose che non mi combaciano con quello che state dicendo – ha rilevato – Quindi mi chiedo cosa hanno visto? Ho letto addirittura la parola ‘flop’…14 milioni…’flop’! C’è qualcosa che non mi torna o sto sbagliando io? Vi prego, correggetemi se sbaglio”.

“Chi fa il mio mestiere, sa cosa succede quando si fa una battuta – ha spiegato – il pubblico non serve per l’ego, fa parte dell’esibizione, ti guida, ti dice tutto, se ti manca quello sei in difficoltà. Nelle prime due puntate io e Ama, abbiamo cercato la quadra, abbiamo cercato di capire come si potesse fare senza pubblico. Secondo me, ci siamo inventati un mestiere: quello di fare gli spettacoli in sala per nessuno. Bisogna darne atto perché molti questa cosa non l’hanno presa in considerazione. Io sono in macchina, da domani inizio una nuova trasmissione, un nuovo format. Si intitola: divano”.

Fiorello (Foto da video)

Amadeus apre uno spiraglio per Sanremo 2022: “Se ci fosse un’idea…”

L’ad Rai Fabrizio Salini ha auspicato che Amadeus e Fiorello ci ripensino e valutino la possibilità di tornare a Sanremo per il terzo anno consecutivo. “Io credo che Amadeus e Fiorello facciano parte del patrimonio dell’azienda – ha detto – Spero che il prossimo Festival sia il Festival del triplete per Ama e Fiorello. Si meritano l’applauso della sala per il prossimo anno”.

Inaspettatamente Amadeus ha aperto uno spiraglio per il 2022: “Ringrazio Salini. Due anni insieme di Sanremo non li dimenticheremo più. Ieri ho detto in maniera consapevole ‘avevamo già valutato io e Rosario’. Per noi è un grande evento e ci vuole energia, forza, idee per rendere merito a Sanremo. Ringrazio della proposta. In questo momento vogliamo fermarci un attimo. Se poi la Rai dovesse desiderarlo e noi dovessimo ritrovare la forza, un’idea…nasce tutto da un’idea…non è faccio o non faccio Sanremo. Ci si lavora un anno a Sanremo”.

“Fare il direttore artistico dietro le quinte? Non l’ho mai ipotizzato – ha confessato – È difficile, io in genere – per come sono – faccio molta fatica a lavorare solo dietro le quinte, non perché voglia apparire. Non lo so, in genere lo faccio da direttore in campo. Non l’ho preso in considerazione, non so se ne sarei capace”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

LEGGI ANCHE: Fiorello e l’anatema contro chi verrà dopo: “Malissimo vi deve andare”

Achille Lauro
Achille Lauro (Foto da video)
Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823