La figlia del portavoce di Putin: "Non posso più andare a New York"

La figlia del portavoce di Putin: “Non posso più andare a New York”

Daniela Vitello

La figlia del portavoce di Putin: “Non posso più andare a New York”

| 20/03/2022
La figlia del portavoce di Putin: “Non posso più andare a New York”

2' DI LETTURA

Elizaveta Peskova, 24 anni, imprenditrice di successo ma soprattutto figlia di Dmitrij, portavoce di Vladimir Putin, si è resa protagonista di uno sfogo grottesco. La giovane, fondatrice di una società di comunicazione e direttrice di una fondazione con un master in relazioni internazionali, è stata colpita insieme alla sua famiglia dalle sanzioni imposte dall’Occidente.

Elizaveta Peskova (Foto Instagram)

“Sono arrabbiata perchè mi piacerebbe viaggiare”

Secondo gli Stati Uniti, Elizaveta andava sanzionata per i profitti ricavati grazie al legame tra la sua famiglia e il potere. “Questo vuol dire che non ci saranno più viaggi in luoghi come New York, dove ricordo di aver visitato Times Square con mio padre quando avevo nove anni. Sono arrabbiata perché mi piacerebbe viaggiare e amo culture diverse”, ha dichiarato a “Business Insider”.

Elizaveta Peskova con il padre Dmitrij (Foto Instagram)

“E’ ingiusto e infondato”

“Per me, è totalmente ingiusto e infondato – ha aggiunto – Sono rimasta davvero sorpresa perché è strano introdurre sanzioni su qualcuno che ha 24 anni e non ha nulla a che fare con la situazione”. Elizaveta rimarca il suo status di self made woman: “Capisco perfettamente di avere più opportunità di altri perché ovviamente non vengo da una famiglia come le altre ma senza un cervello non puoi trasformare queste possibilità in qualcosa”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Elizaveta Peskova (Foto Instagram)

“Non dovrei essere ritenuta responsabile dell’invasione”

Subito dopo l’esplosione della guerra in Ucraina, la 24enne si era detta a favore della pace sul suo profilo Instagram dove vanta quasi 250mila follower. “Non dovrei essere ritenuta responsabile dell’invasione – ha detto – Penso che tutti siano rimasti sorpresi e non c’è niente di cui vergognarsi. Io sono per la pace, non solo in Ucraina ma in tutto il mondo”, aveva scritto salvo poi cancellare tutto.

LEGGI ANCHE: Al Bano rinnega Putin e annulla i concerti in Russia

Elizaveta Peskova (Foto Instagram)

La Russia blocca i social, gli influencer in lacrime

Nei giorni scorsi, la Russia ha bloccato sia Facebook che Instagram. Un’azione di censura che impedisce ai russi di ricevere informazioni sulla guerra dall’esterno. Prima che i propri profili non risultassero più raggiungibili, gli influencer russi hanno condiviso dei veri e propri post di commiato. “Non ho paura di ammettere che non voglio perdervi. Non so cosa riserva il futuro”, ha detto Olga Buzova in lacrime. “Questo è il mio lavoro. Immagina di essere stato licenziato e di non percepire alcun reddito, ma allo stesso tempo di avere delle spese per la tua famiglia e il tuo team”, le ha fatto eco Karina Nigay.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 20/03/2022 11:57
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965