"Francesca Della Valle non era la compagna di mio padre"

Il figlio di Lando Buzzanca: “Francesca Della Valle non era la compagna di mio padre”

Daniela Vitello

Il figlio di Lando Buzzanca: “Francesca Della Valle non era la compagna di mio padre”

| 30/12/2022
Il figlio di Lando Buzzanca: “Francesca Della Valle non era la compagna di mio padre”

7' DI LETTURA

Le polemiche tra Francesca Della Valle e i figli di Lando Buzzanca non si placano neppure dopo la morte dell’attore avvenuta lo scorso 18 dicembre. Tutto ha inizio nel 2016 quando il re della commedia all’italiana incontra la giornalista e conduttrice Francesca Della Valle, la donna che ha sempre sostenuto di essere la sua promessa sposa contro il volere della famiglia Buzzanca.

Massimiliano Buzzanca (Foto da video)

L’amministratore di sostegno

Circa tre anni dopo quell’incontro, preoccupati per la fragilità del padre, i figli Mario e Massimiliano chiedono che a Buzzanca venga affiancato un amministratore di sostegno per gestire anche i suoi beni, tra cui la casa di Roma in cui l’attore palermitano ha vissuto con la moglie Lucia e i figli e che è stata venduta.

Francesca Della Valle (Foto da video)

L’incidente domestico e il ricovero in una RSA

Dopo un incidente domestico, l’amministratore di sostegno decide di far ricoverare l’attore in una RSA. Francesca Della Valle e alcuni amici di Buzzanca sono convinti che quel ricovero sia stato fatto contro la sua volontà ed abbia portato al rapido peggioramento delle condizioni di salute dell’attore. A sostenere questa tesi è anche il dottor Fulvio Tomaselli, medico personale e di fiducia di Buzzanca.

Massimiliano Buzzanca (Foto da video)

Massimiliano Buzzanca a “Zona Bianca”

“Dieci giorni fa, mentre mi stavo preparando per andare a trovare papà, è arrivata la telefonata che non c’era più – ha raccontato Massimiliano Buzzanca a “Zona Bianca” lo scorso 27 dicembre – Non c’è stato niente da fare, nonostante quello che abbiamo provato a fare e abbiamo fatto in tutto questo periodo. La cosa brutta è che invece di ricordare il grande Lando Buzzanca che per 60 anni ha contribuito a fare la storia del cinema italiano, c’è questa polemica. Soffro anche di pressione alta, non è che posso prendere e partire in quarta. Poi non sono neanche il tipo, mio padre mi ha educato in una maniera rispettosa delle situazioni, quindi non mi permetterei mai di innervosirmi oltremodo”.
CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Lando e Massimiliano Buzzanca (Foto da video)

“Francesca Della Valle era solo un’amica per mio padre”

“C’è da dire una cosa sulla persona che dice di essere stata la compagna di mio padre – tiene però a precisare – Nell’ottobre di quest’anno è uscita una sentenza in Corte d’Appello che dice che la signora non è stata in grado di provare il suo rapporto con mio padre. Per cui lei non aveva e non ha alcun diritto su mio padre, neanche quello di sposarlo. Quindi stiamo parlando di una persona che in questi anni ha accompagnato mio padre, e nessuno lo nega, come un’amica. Anche perché lei stessa ha dichiarato durante questo procedimento civile che si frequentavano sporadicamente, che non ha mai dormito a casa, che non ha mai avuto le chiavi di casa. Non solo. C’è la testimonianza di papà che dice che ogni tanto andavano a pranzo insieme”.

Massimiliano Buzzanca (Foto da video)

Morena Zapparoli: “A me risulta altro”

A sconfessarlo interviene Morena Zapparoli, ultima moglie di Gianfranco Funari e amica di Francesca Della Valle: “A me risulta altro. Mi risulta che Francesca fosse la compagna di tuo padre ma a prescindere dalla sua presenza come compagna. Tu sei proprio sicuro di aver fatto di tutto per far star bene tuo papà?”. “Non so fare i miracoli – replica Massimiliano Buzzanca – Mio padre isolato per 11 mesi nella RSA? Ma tu stavi là dentro e vedevi che era isolato? Tutti gli amici che sono passati da me sono andati tutti a trovarlo. E tutti hanno detto la stessa identica cosa: era curato, era amato. A me non ha mai detto frasi come ‘portami via’, ‘andiamo a casa’. Non l’ha detto neanche ad altri e posso farti nomi e cognomi di queste persone. Tu parli per sentito dire, non per presa diretta”.

Massimiliano Buzzanca (Foto da video)

“Purtroppo qualcuno si è anche approfittato di papà”

“Conosco Massimiliano da anni ed è una persona assolutamente perbene. C’era però necessità dell’amministratore di sostegno e poi di mettere papà in una RSA?”, chiede il direttore di “Novella 2000” Roberto Alessi. “L’amministratore di sostegno è stato necessario nel 2018 – spiega il figlio di Lando Buzzanca – nel momento in cui papà aveva incominciato ad avere dei problemi tali per cui né io né mio fratello potevamo seguirlo amministrativamente. Purtroppo qualcuno si è anche approfittato di papà. Andava a fare il bancomat, ritirava 250 euro, nel tragitto tra la banca e la casa finivano i 250 euro. Quando gli chiedevi che fine avessero fatto questi soldi, non lo sapeva. Purtroppo aveva un problema di demenza senile sin dal 2018-2019”.

Lando Buzzanca e Lucia Peralta con il figlio Massimiliano (Foto da video)

“Vorrei che si ricordasse mio padre per ciò che è stato per 60 anni”

“Non capisco perché non lasciate in pace quest’uomo che non c’è più”, sentenzia Enrica Bonaccorti. “Io voglio che si ricordi papà per quello che è stato per 60 anni: quello che col suo naso ha attraversato 60 anni di storia del cinema italiano. Punto. Vorrei che si continuasse a parlare di questo. Poi se c’è qualche responsabilità di chiunque, me compreso, non è che mi sottraggo, se ne parla davanti a un tribunale e con gli avvocati”, chiosa Massimiliano Buzzanca.

Francesca Della Valle e Lando Buzzanca (Foto Instagram)

Francesca Della Valle: “Non potete sporcare la verità con il gossip becero”

Francesca Della Valle, però, non sembra intenzionata a spegnere i riflettori sulla vicenda. “Aver avuto fretta di cremare Lando Buzzanca, pensando di insabbiare la verità, non basta ed è ulteriore dimostrazione di colpa – scrive sui social – Il ‘caso Buzzanca è ormai un caso legale che si tinge di giallo. Labirinto 14 luglio, da me presieduta e con un team legale, con a capo il dott. Giuseppe Reale, due giorni prima che, il mio amato Lando morisse ha ‘mosso’ una segnalazione alla Magistratura e alle autorità competenti, determinante. Non potete più sporcare la verità con il gossip becero”.

Lando Buzzanca (Foto da video)

La donna non ha partecipato al funerale di Buzzanca

Ed ancora: “La morte ‘annunciata’ di Lando, getta nello sconforto me, gli amici ‘veri’ e il suo pubblico, ma pone i riflettori su cosa sia diventata la legge 6/04. Lando è un martire. Ricordate … tutti gli eroi valgono meno di un solo martire. Giustizia sarà fatta e l’Italia sarà liberata da ciò che è diventato l’ufficio dell’amministrazione di sostegno ( legge 6/04). Ogni mia parola è stata seguita, ahimè, da fatti … il resto è vergogna e ‘penale’ che a breve emergerà. NBB. Lando non riposerebbe in pace, così. Questo lo vorrebbero gli aguzzini…! Lando vorrebbe che fosse fatta luce sulla verità, così da salvare gli altri amministrati, 800 mila, al momento, per l’esattezza. Non giratevi dall’altra parte. Io non lo farò, per sempre noi”. La donna non ha partecipato a quello che ha definito il “funerale dell’ipocrisia”: “Il mio amato Lando non avrebbe gradito”.

Lando Buzzanca e Francesca Della Valle (Foto Facebook)

“Lando poteva e voleva vivere ma è morto nel modo peggiore possibile”

“Lando poteva e voleva vivere – aggiunge Francesca Della Valle ai microfoni dell’Agi – Doveva e voleva tornare a casa, non era un malato terminale. Invece, ecco la sua condanna: l’Hospice. Luogo in cui si accompagna alla morte, con cure palliative, chi è in fin di vita. Ha rispettato la media di permanenza: 18 giorni. E’ morto nel modo peggiore possibile, forse ottenebrato dai farmaci o forse con quella lucidità che non lo ha abbandonato e che esprimeva con chiarezza a chi lo volesse intendere”.

Lando Buzzanca con la moglie Lucia Peralta (Foto da video)

“Non sono mai stata interessata all’eredità”

“E’ morto un uomo per mano dell’applicazione della legge 6/04 in linea con la famiglia amorevole, io voglio giustizia – conclude – Sono stanca di gogne costruite solo per allontanare il pubblico di Lando e la gente, dalla verità. Non comprendo, come sia possibile che venga fuori una faida familiare, legata all’eredità, da me, mai menzionata. Se avessi avuto intenzioni di questo tipo, considerando l’amore infinito che ci legava dal 2016, avrei potuto procedere, in tal senso, sin da allora. Di conseguenza l’argomento eredità non è mai stato trattato”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 30/12/2022 15:25
Copyright © 2023

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965