Bocelli, aperta un’inchiesta sulla morte della sua cagnolina: “La Procura vuole vederci chiaro”

Daniela Vitello

Bocelli, aperta un’inchiesta sulla morte della sua cagnolina: “La Procura vuole vederci chiaro”

| 29/01/2021

La Procura di Tempio ha aperto un’inchiesta a carico di ignoti sulla morte della cagnolina di Andrea Bocelli. Lo scorso […]

La Procura di Tempio ha aperto un’inchiesta a carico di ignoti sulla morte della cagnolina di Andrea Bocelli. Lo scorso agosto Pallina, questo il nome del levriero di piccola taglia che era parte integrante della famiglia del celebre tenore, era caduta in mare in Sardegna dalla barca in cui il cantante si stava rilassando con i suoi familiari e alcuni amici e nessuno si sarebbe accorto di nulla. Dopo 48 ore di ricerche che avevano visto in campo la Guardia Costiera e alcuni privati a bordo di gommini, Bocelli e la moglie Veronica Berti avevano dovuto rassegnarsi all’evidenza e avevano affidato il loro dolore per la morte di Pallina ai social.

“E’ il momento di accettare, è il momento di fare spazio nel cuore per il nostro cagnolino, in modo che lì, d’ora in poi, continui a vivere e a giocare – avevano scritto – Il mare si è portato via la nostra piccola compagna di viaggio. Katarina (Pallina, come ormai tutti la chiamavamo) è vissuta libera, ci è stata accanto con la sua grazia e con la sua apparente fragilità, regalandoci tanto affetto e la sua calda, silenziosa, intelligente presenza. Non avevamo messo in conto però di perderla così presto”.

Google News
Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

La denunciata di Aidaa

La vicenda però non si era chiusa con la tragica scomparsa del cagnolino. L’Aidaa (Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente) aveva fatto sapere di aver presentato una denuncia contro ignoti “per reati di abbandono di animali e negligenza colposa” nel tentativo di far luce sulle motivazioni per cui Pallina è stata lasciata sola.

“Secondo quanto dichiarato in un post e riportato dalla stampa nazionale e locale nella giornata di venerdì 21 agosto – recitava la denuncia sporta dal presidente Lorenzo Croce – il cane noto con il nome di Pallina risultante di proprietà del signor Andrea Bocelli è caduto in mare durante una gita in barca tra Arzachena e Golfo Aranci in Sardegna ed è risultato poi morto annegato. Dalle ricostruzioni fatte dalla stampa e dai servizi nazionali televisivi dei quali si allegano alcune copie alla presente denuncia il cagnolino sarebbe caduto in acqua in un momento in cui nessuno lo osservava e della sua scomparsa ci si sarebbe accorti solo successivamente, fatto questo che ne avrebbe provocato la morte”.

“La Procura vuole vederci chiaro”

A riferire la notizia dell’apertura di un’indagine è oggi proprio Lorenzo Croce, presidente di Aidaa. “La procura di Tempio vuole vederci chiaro e ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per accertare come siano veramente andate le cose”, ha spiegato aggiungendo di essere “stato sentito ieri dalla polizia locale di Pregnana Milanese su mandato della procura di Tempio come persona informata sui fatti e come presentatore della denuncia”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823