La fotomodella siciliana e i retroscena scabrosi delle feste private: “Se faccio i nomi mi ammazzano” - Perizona Magazine

La fotomodella siciliana e i retroscena scabrosi delle feste private: “Se faccio i nomi mi ammazzano”

Daniela Vitello

La fotomodella siciliana e i retroscena scabrosi delle feste private: “Se faccio i nomi mi ammazzano”

| 14/12/2020

Giulia Napolitano, 21 anni, fotomodella, racconta a “Non è l’Arena” com’è entrata nel giro delle feste private a base di […]

Giulia Napolitano, 21 anni, fotomodella, racconta a “Non è l’Arena” com’è entrata nel giro delle feste private a base di droga e sesso di cui tanto si parla dopo l’esplosione dello scandalo legato ai festini di Alberto Genovese culminati in una cruenta violenza sessuale.

“Faccio la ragazza immagine, non mi sono mai prostituita”

“Sono di Caltagirone, in provincia di Catania – confessa a Massimo Giletti – A 18 anni ho deciso di fare del mio hobby che era posare come modella negli shooting il mio lavoro. Mi sono trasferita a Roma dove ho trovato una ragazza che faceva la escort nella casa dove sono andata ad abitare. Mi ha chiesto che lavoro facessi, io stavo ingranando con il mio lavoro di fotomodella e quindi non stavo navigando nell’oro. Mi ha proposto di andare a delle feste private dove si faceva uso di sostanze, c’erano persone molto facoltose. Io ho specificato che non era mia intenzione prostituirmi e fare uso di sostanze. Io nella mia vita non ho mai neanche fumato una sigaretta, solo l’odore mi fa schifo. Mi ha detto che cercavano delle ragazze immagine e che il mio compito sarebbe stato solo quello di parlare, scherzare, ridere col cliente, bere una cosa, poi se uno voleva andare oltre andava oltre ma senza essere obbligata”.

“Mi hanno offerto 15mila euro per il mio lato B”

Giulia Napolitano spiega che mondo si è trovata davanti: “La prima volta in questa villa ho trovato tanta gente disposta a pagare per avere una ragazza per un’ora, per una notte, due ragazze insieme. Ho trovato tanta droga, tanto sballo, tanto divertimento. L’offerta più eclatante che mi hanno fatto sono stati 15mila euro per il mio lato B. Io ho detto no. Poi mi hanno chiesto di passare una notte intera io e un’altra ragazza per dormire tutti nello stesso letto. Mi fa schifo, io non posso andare a letto con un uomo ed essere pagata. Preferisco mangiare pane e cipolla che aprire le gambe e stare con la borse Louis Vuitton al braccio”.

“Ho partecipato a 80 feste in 2 anni e mezzo”

“Perché ho deciso di parlare? Perché avendo partecipato ad un’ottantina di feste in due anni e mezzo, magari il rischio di essere stuprata l’ho corso anch’io e non lo so – dichiara – Magari sono stata alla festa di qualche persona che era malintenzionata e ho rischiato che mi mettessero nel bicchiere qualsiasi cosa. Nel mio caso il rischio era comunque più basso perché non facendo uso di sostanze non mi puoi somministrare la droga dello stupro”.

“Ad un party c’erano anche due preti che pippavano cocaina”

“Ho conosciuto yacht, barche, ville a quattro piani, ville al mare – aggiunge – Ho fatto anche una festa privata in un hotel a Roma con una decina di persone in cui i clienti erano due preti. Avevano messe tre ragazze stese sul letto e tutte e tre avevano la cocaina sul pube. A queste feste c’erano anche parecchi politici”. “Quelli non mancano mai”, commenta con amarezza Nunzia De Girolamo.

“Ecco come sono finita a casa di Genovese”

Infine, la fotomodella siciliana racconta com’è finita nel superattico milanese di Alberto Genovese ribattezzato “Terrazza Sentimento”: “Sono stata a casa sua una volta per un’ora. Non lo conoscevo personalmente né mi aveva invitato lui. Ero a Milano per fare degli shooting. Una mia amica che mi ha ospitato in quei giorni mi ha chiesto di accompagnarla ad una festa. Avendo lavorato in questo ambiente, già mi rendevo conto che non stavamo andando a Gardaland. Questa ragazza fa la escort e cercava solo la droga. La droga era nei piatti”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

LEGGI ANCHE: Modella siciliana posa senza veli per le strade deserte durante il coprifuoco

LEGGI ANCHE: Giulia Napolitano, la modella siciliana vuota il sacco sulle feste private tra sesso e droga

Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965