Puzza di calzini sporchi, aereo costretto a tornare indietro

Puzza di calzini sporchi, aereo costretto a tornare indietro

Daniela Vitello

Puzza di calzini sporchi, aereo costretto a tornare indietro

| 19/11/2021
Puzza di calzini sporchi, aereo costretto a tornare indietro

E’ accaduto 30 minuti dopo il decollo

  • L’aereo era partito dall’aeroporto londinese di Heathrow ed era diretto a Zurigo
  • I passeggeri sono stati sistemati su altri aerei o in hotel
  • Uno di loro si è visto respingere la richiesta di risarcimento

Il pilota di un aereo della Swiss International Airlines diretto a Zurigo si è visto costretto ad invertire la rotta per tornare all’aeroporto londinese di Heathrow, 30 minuti dopo il decollo. E’ accaduto lo scorso 7 novembre. Nessun guasto o problema tecnico. Tutta colpa di un insopportabile odore di calzini sporchi nella cabina di pilotaggio. Una motivazione che fa sorridere chi legge ma che ha provocato tantissimi disagi ai passeggeri. Una volta scesi dal velivolo, infatti, sono stati sistemati su altri aerei o in hotel. Uno di loro ha anche chiesto un indennizzo ma la compagna glielo ha negato parlando di “circostanza eccezionale” per la quale non è previsto alcun risarcimento.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

“L’aereo è stato costretto a tornare a Londra a causa dell’odore di calzini sporchi nella cabina di pilotaggio. Consideriamo la cancellazione del volo circostanza straordinaria. Per questa ragione, dobbiamo rifiutare la sua richiesta”, è la risposta ricevuta dal passeggero. Non è la prima volta che si verifica un incidente del genere. Nel 2018, il pilota di un aereo partito da New York con destinazione Fort Lauderdale furono ad atterrare a Myrtle Beach per lo stesso motivo.

LEGGI ANCHE: Trovato morto sul sedile dell’aereo, era positivo al Covid

Nel 2019, ad occuparsi di questo fenomeno chiamato “fume event” furono “Le Iene”.  “Sono perdite di olio del motore che finiscono nell’aria della cabina. A volte può succedere che ci si ammali per questi fumi”, è una delle testimonianze raccolte all’epoca dall’inviato Alessandro Politi (LEGGI QUI).

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823