Il prete pomicione a "Le Iene", baci e toccatine ai ragazzi - Perizona Magazine

Il prete pomicione a “Le Iene”, baci e toccatine ai ragazzi

Daniela Vitello

Il prete pomicione a “Le Iene”, baci e toccatine ai ragazzi

| 30/10/2014
Il prete pomicione a “Le Iene”, baci e toccatine ai ragazzi

2' DI LETTURA

Su segnalazione di alcuni ascoltatori, “Le Iene” si occupano di un prete particolarmente affettuoso con i giovani che si presentano in chiesa in cerca di aiuto e conforto. Il religioso viene ribattezzato “prete pomicione” per i suoi approcci a base di baci e palpatine.

La prima esca inviata dal programma è Alessandro. Il prete lo incontra in sagrestia. Il ragazzo finge di voler confidare al prete le sue preoccupazioni a cominciare dalla rottura con la fidanzata ad un passo dal matrimonio. “Sempre loro sono“, dice il prelato parlando male delle donne. Poi passa a dare dei consigli di altro genere: “Non ti depilare, il pelo è dell’uomo“. Il prete parte quindi con le avances: lo abbraccia, gli infila la mano sotto la t-shirt, gli palpa la pancia e lo bacia. Infine, gli offre un passaggio in macchina, ma Alessandro rifiuta.

Prete pomicione

La seconda esca è Marco, un ragazzo appena maggiorenne. Anche lui gli espone le preoccupazioni. Il religioso gli mette la mano sulla coscia e dice: “Sei caro e sei pure dolce. Ma che c’è di strano che io ti dico che sei bello e ti abbraccio?”. Ad interrompere le avances del “prete pomicione” un extracomunitario che ha realmente bisogno d’aiuto. Il prelato lo liquida bruscamente. E torna a dedicarsi alla sua “preda”: “Ti ho conquistato?”. Marco gli fa capire di essere in imbarazzo ma il prete continua e lo attira addirittura a casa sua.

Dopo Marco, è la volta di Enzo: ha 18 anni ma dirà di averne sedici. La minore età non ferma il prete. Il ragazzo racconta i suoi problemi, parla della separazione dei genitori. “Ti capisco, l’età tua è un’età molto particolare, bella ma pericolosa”. Per Enzo vale la stessa raccomandazione fatta agli altri: “Non ti tagliare i peli, i peli sono dell’uomo… va beh hai trovato un’altro papà”.

prete pomicione 2

Giulio Golia entra in scena e si reca da quello che definisce un “prete pomicione professionista” con l’intento di rimediare un “bacetto”. Alla vista dell’inviato de “Le Iene” la reazione del prete è violenta: nega tutto e chiama le forze dell’ordine. “Non esiste il bacetto al prete…non le faccio io queste cose…uscite che vi denuncio…lei è un mascalzone”, grida negando l’evidenza.

“Le Iene” danno notizia che il prelato è indagato per abusi su minori.

GUARDA IL SERVIZIO

prete pomicione 3

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI


Pubblicato il 30/10/2014 13:47
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965