“E’ megghiu ca ti stai mutu”, Asia Argento contro Salvo Sottile

Daniela Vitello

“E’ megghiu ca ti stai mutu”, Asia Argento contro Salvo Sottile

| 01/10/2018

Ieri sera, ospite di “Non è L’Arena” a distanza di una settimana dall’intervista di Jimmy Bennett, Asia Argento ha replicato alle accuse del giovane attore statunitense.

“Vedere l’intervista a Jimmy Bennett mi ha fatto arrabbiare, ma soprattutto mi ha fatto pena – ha esordito – I suoi occhi erano vitrei, non c’era espressione nel suo volto. Mi ha ricordato ancora di più di questo bambino che io avevo conosciuto, che poi non ha proseguito la sua carriera e quindi è un’anima persa”.

“Quando ci incontrammo in albergo gli dissi ‘va bene Jimmy possiamo magari fare un film insieme, posso trovarti una parte’, lui si illuminò e in quel momento ci abbracciammo – ha dichiarato Asia raccontando la sua verità – Poi incominciò a baciarmi e toccarmi in una maniera che non era quella di un bambino con la mamma, ma quella di un ragazzo con gli ormoni impazziti. Aveva una pulsione sessuale nei miei confronti e sentire questa cosa da lui, che per me è sempre stato come un figlio, mi ha congelato, non me l’aspettavo. Mi è saltato letteralmente addosso. Mi ha spogliata, mi ha messa di traverso sul letto, mi è salito sopra e abbiamo fatto sesso completo senza usare neanche il preservativo. Io ero fredda ed immobile. Dopo mi ha detto che ero il suo desiderio sessuale da quando aveva 12 anni”.

La versione dei fatti di Asia Argento non ha convinto Salvo Sottile che ha lanciato due tweet al vetriolo: “Ma possibile che tutti ti saltano addosso e tu resti immobile? E poi dopo il sesso con uno ci torni a prendere il caffè (weinstein) e con l’altro, ragazzino infoiato, dopo che si è rivestito dici: dai prendi il copione…Semplice no? Logica vuole che se uno abusa di me contro la mia volontà dopo il sesso ‘forzato’ non ci faccio un selfie insieme con gli occhi languidi ne ci vado dopo a mangiare. Gli do semmai due calci nel sedere”.

“Pacchiu di to soru”, ha replicato la Argento. Ma non è finita qui. Perché stamattina il giornalista siciliano ha pubblicato due messaggi ricevuti da Asia. L’ex giudice di “X Factor” ha minacciato Sottile in dialetto siculo: “Mi sono svegliata solo per dirti questo prima di bloccarti anche sul cellulare: E’ megghiu ca ti stai mutu, cugghiuni”. “Cara @AsiaArgento non ho accusato ne insultato nessuno, ho sentito la tua intervista e ho scritto un mio pensiero che era a difesa delle donne molestate. Non mi spaventano le tue minacce ne quelle pubbliche ne quelle private. Per il resto ti auguro di tornare a @XFactor_Italia”, ha ribattuto il giornalista.

In difesa di Salvo Sottile è intervenuta la collega Francesca Fagnani. “Sono d’accordo con te @salvosottile – ha commentato la compagna di Enrico Mentana – Sono stata nei centri anti-violenza e ho visto donne che hanno subito senza poter scegliere, senza potersene andare. Chi usa il proprio potere per scambi sessuali fa schifo, ma chi sceglie di cedere non è stato stuprato. Gli stupri sono altri”. Dalla parte di Asia Argento si è invece schierato Red Ronnie: “Salvo… i pellerossa dicevano che dovevi camminare a lungo nei mocassini della persona che volevi giudicare e dopo avresti capito che era meglio state zitti. Ecco, statte zitto e pensa ai tuoi mocassini”.

Nell’intervista rilasciata ieri sera a Massimo Giletti, la Argento ha espresso il desiderio di tornare a “X Factor”: “Vorrei tornare a fare il mio lavoro, perché i miei figli sono fieri di me, l’Italia mi vuole e non ho fatto niente di quello di cui sono accusata. La cosa che più mi ha ferito è stata essere chiamata pedofila”.

Asia ha anche parlato del caso Weinstein: “Il giornalista del NYT, Farrow, ha scritto falsità, in un capitolo ha detto che vivevo con Weinstein, ma non è vero, non sono mai andata a cena né ho mai dormito o vissuto con lui, e non ho mai lavorato più con lui dopo lo stupro. Io ero convinta di andare ad una festa, dopo lo stupro ho pensato ha vinto lui perchè ha rubato la mia innocenza di ragazza. Quando io andavo a Cannes a Venezia, si presentava con il suo paparazzo, per immortalare una foto sorridente con la vittima. Era una specie di stalker, una volta a Toronto si è presentato di notte bussando alla porta. E’ solo un orco e io avevo paura. Lui ha provato a farmi regali, ma ho sempre detto di no”.

Infine, la Argento si è commossa parlando della tragica scomparsa del compagno Anthony Bourdain: “Il suicidio di Anthony è stato un momento inimmaginabile. Sono ancora lì al momento in cui il manager, mi ha detto, in una breve telefonata che si era tolto la vita. Dopo si è aperto un abisso, ho sentito la disperazione, il senso di colpa per non aver visto il suo dolore, lui non me l’aveva mai mostrato. Era Bourdain che proteggeva me, ero io quella depressa, lui mi ripeteva che saremmo stati felici. Mi ha dato i due anni più belli della mia vita e quelli non me li toglie nessuno. Non riesco a credere che una persona come lui, così saggia, profonda e intelligente, si sia tolta la vita per la relazione con qualcun altro. Poi gliene avevo anche parlato. Io ho dei figli e quello è uno stigma che non auguro a nessuno. Per la morte di Anthony, per questo, non so come riesco ancora a stare in piedi. Non sono sola, ho i miei figli che hanno sofferto tantissimo”.

LEGGI ANCHE: Jimmy Bennett ospite di Giletti: “Sì, Asia Argento mi ha violentato”

LEGGI ANCHE: Asia Argento: “Io e Bourdain avevamo una relazione aperta. Non si è ucciso perchè l’ho tradito”

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823