Aldo Grasso auspica la chiusura di "Cartabianca" e Bianca Berlinguer insorge

Aldo Grasso auspica la chiusura di “Cartabianca” e Bianca Berlinguer insorge

Daniela Vitello

Aldo Grasso auspica la chiusura di “Cartabianca” e Bianca Berlinguer insorge

| 24/06/2022
Aldo Grasso auspica la chiusura di “Cartabianca” e Bianca Berlinguer insorge

1' DI LETTURA

Aldo Grasso stronca il programma di Bianca Berlinguer e la conduttrice insorge. “È finita Cartabianca e, in tutta sincerità, spero non torni più – scrive il critico televisivo nella sua consueta rubrica sul “Corriere della Sera” – Non mi riferisco alla trasmissione in sé, né alla conduttrice (per me Bianca Berlinguer potrebbe anche presentare Sanremo), ma al modello di talk show del servizio pubblico”. “Ma la Rai può fare qualcosa di diverso? O si limiterà ancora, stancamente, a sventolare le bandiere del pluralismo, dell’obiettività, della completezza dell’informazione (inganni atroci)?”, conclude. Immediata la replica di Bianca Berlinguer.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Bianca Berlinguer (Foto da video)

“Gli ascolti ci hanno costantemente premiato”

“Ma vi sembra normale che il critico televisivo del gruppo editoriale al quale appartiene la trasmissione mia diretta concorrente, Di martedì, si auguri la chiusura d’autorità di Cartabianca? – si sfoga sui social – E dico ‘d’autorità’ dal momento che gli ascolti ci hanno costantemente premiato, ma per Aldo Grasso la risposta positiva del pubblico sarebbe un criterio valido solo per le tv commerciali perché i loro bilanci dipendono dagli ascolti, non per il servizio pubblico”.

Mauro Corona e Bianca Berlinguer (Foto da video)

“Devono giudicare i cittadini che pagano il canone”

“Mentre la Rai finanziata in parte dal canone, cioè dai soldi dei cittadini, dovrebbe disinteressarsi del consenso degli ascoltatori. Ma chi altri dovrebbe giudicare, se non quegli stessi cittadini che pagano il canone e gestiscono il telecomando, della qualità e del gradimento di una trasmissione? O a decidere del destino di un programma, della sua continuità o interruzione devono essere, in singolare sintonia, il critico televisivo del gruppo editoriale concorrente e una parte della classe politica?”.

La giornalista allude al fatto che l’editore del “Corriere della Sera” (Urbano Cairo) sia lo stesso di La7, rete che trasmette “DiMartedì”, competitor di “Cartabianca”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 24/06/2022 18:39
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965