Signorini irrompe nella casa: "Qui perdiamo la faccia tutti, non vi riconosco più"

Signorini irrompe nella casa: “Qui perdiamo la faccia tutti, non vi riconosco più”

Daniela Vitello

Signorini irrompe nella casa: “Qui perdiamo la faccia tutti, non vi riconosco più”

| 08/01/2022
Signorini irrompe nella casa: “Qui perdiamo la faccia tutti, non vi riconosco più”

8' DI LETTURA

Il conduttore condanna le frasi di Katia Ricciarelli

  • La soprano resta in gioco: “Già in passato abbiamo sbagliato a squalificare Fausto Leali”
  • La ramanzina è collettiva: “Questo Grande Fratello non mi piace, è una brutta televisione”
  • Poi la butta sul gap generazionale: “Problema di comunicazione tra due mondi”

Nessuna squalifica e nessun provvedimento disciplinare per Katia Ricciarelli dopo le frasi choc da lei pronunciate negli ultimi giorni nella casa del “Grande Fratello Vip” (LEGGI QUI). Durante la 32esima puntata del reality di Canale 5 Katia Ricciarelli ha chiesto scusa a Lulù Selaissé e la princess ha fatto lo stesso. Tuttavia, come sottolineato anche dall’opinionista Adriana Volpe, le loro scuse sono apparse poco sentite. Alfonso Signorini ha optato per la tirata d’orecchie collettiva al grido di “ci dobbiamo vergognare tutti”. “Abbiamo un po’ perso le linee guida del programma – ha tuonato – E’ un Grande Fratello dai toni eccessivi che non mi piace e nel quale non mi ritrovo. E’ una televisione brutta da ascoltare”. “Sono arrivate delle riserve legali – ha svelato – soprattutto riguardo a Miriana e al tema della maternità, le affermazioni di Katia Ricciarelli, sulle quali noi non possiamo e non vogliamo entrare perché abbiamo ricevuto delle diffide su questo argomento”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Valeria Marini, Katia Ricciarelli, Barù, Soleil Sorge e Jessica Selaissé (Foto da video)

Il conduttore tira in ballo la “legge del taglione”

Tornando alle espressioni usate da Katia Ricciarelli, il direttore di “Chi” non ha esitato a condannarle e a definirle abominevoli. Al contempo, però, ha sottolineato come anche la reazione di Lulù fosse da considerarsi sbagliata tirando in ballo la “legge del taglione che fa non fa parte di una società civile ma arcaica”. “Se una persona ci dice ‘tornatene al tuo paese a studiare’ non dobbiamo apostrofarla come ‘razzista di me*da’. Non dobbiamo rendere pan per focaccia – ha evidenziato – Abbiamo perso tutte e due l’orientamento. Chi lo dice, Katia, non ha capito che l’integrazione è una conquista della nostra società di cui dobbiamo andare assolutamente fieri. Chi risponde in quel modo si pone sullo stesso piano. Non è con quella risposta che ci facciamo giustizia”.

Alfonso Signorini entra nella casa del ‘Grande Fratello Vip’ (Foto da video)

Nathaly “massacra” Katia: “Infelice e irrisolta”

Signorini ha poi dato la parola a Nathaly Caldonazzo, anche lei offesa da Katia Ricciarelli. “Penso sia un’infelice e un’irrisolta – ha sentenziato l’ex primadonna del Bagaglino – Qua sembra tutta mite e buona e invece in casa non è lo è. Mi dispiace, penso che la gente da fuori se ne renda conto. Mi addita dicendomi ‘tu la pagherai’. Se lei ogni giorno non attacca qualcuno non si sente contenta e appagata e questo è sfiancante. Io ho una madre della sua età che non si permette di parlare così, sono cresciuta con questo insegnamento di una persona perbene e voglio seguire il suo. Non quello di una signora che invece dovrebbe raccontare le cose bellissime che ha fatto nella vita e noi saremmo lì felici ad ascoltare come stiamo facendo con Kabir Bedi. E invece è sempre pronta a dire ‘stro**a’, ‘la pagherai’, ‘vergognatevi’ gratuitamente. No Alfonso, io non ho detto ‘perché non si cura’. Ho detto ‘perché non si cura la cattiveria’”.

Nathaly Caldonazzo (Foto da video)

Il comunicato del “Grande Fratello”

Il conduttore, a sorpresa, è entrato nella casa di Cinecittà e, davanti ai concorrenti freezati, ha letto un comunicato. “Come sapete il Grande Fratello è un gioco di strategia, di confronti, spesso anche di scontri – ha esordito – Ma quello che sempre vi chiediamo è di mantenere un limite fatto di buonsenso e di rispetto, soprattutto per il pubblico. Abbiamo sentito in questi giorni espressioni inaccettabili. Le parole, i toni aggressivi, spesso offensivi, che avete usato non fanno onore né a voi che li avete usati né a noi che li abbiamo mandati in onda.

E’ impossibile tollerare la vostra incapacità durante i confronti di ascoltare il vostro interlocutore. Questo avviene in casa fra voi ma anche quando provo io a parlarvi. Insomma, il limite è stato decisamente oltrepassato. Il Grande Fratello vi chiede di prenderne atto con maturità e di recuperare lo spirito con cui avete deciso di cominciare questa avventura. Uno spirito che, lasciatemelo dire, è andato un po’ perduto ma credo che voi stessi ve ne rendiate conto”.

L’INGRESSO DI ALFONSO SIGNORINI NELLA CASA (VIDEO)

Alfonso Signorini (Foto da video)

“Non vi riconosco più, per questo voglio guardarvi in faccia”

“Stasera sono qui perché vi volevo vedere in faccia uno ad uno – ha proseguito – perché vi ho voluti fortissimamente, alcuni di voi li ho a lungo corteggiati. Ero sicuro conoscendovi uno ad uno che tutti insieme avremmo fatto una bella avventura e avremmo offerto al nostro pubblico un gran bello spettacolo. Negli ultimi tempi, io non vi riconosco più. Non riconosco quel patto di fiducia che noi abbiamo sottoscritto verbalmente con una stretta di mano, con un abbraccio, con 10mila telefonate. Allora guardiamoci in faccia.

Quest’anno abbiamo fatto una premessa, quest’anno non voglio un Grande Fratello bacchettone, voglio un Grande Fratello consapevole dove nessuno si trovi a dover salire in cattedra, a dispensare lezioni o squalifiche. Non volevo più incappare in questo genere di sofferenza, però la tolleranza richiede intelligenza. Tolleranza non vuol dire sparare a caso, sparare caz**te o parolacce dalla mattina alla sera. Essere tolleranti richiede giudizio. Io questo giudizio non lo trovo più”.

I concorrenti del ‘Grande Fratello Vip’ (Foto da video)

“Ma voi ascoltate quando parlate tra voi?”

“Tre parole chiave: accoglienza, rispetto, ascolto – ha aggiunto – Accoglienza non è nelle parole di Katia che abbiamo assolutamente stigmatizzato e condannato. Rispetto non è nelle parole con cui Lulù ha apostrofato Katia o Soleil. Ho sentito una frase interessante: ‘Qui dentro siamo tutti uguali’. Sulla carta siamo tutti uguali ma ciascuno di noi è diverso. Ciascuno di noi si porta la sua storia, la sua vita, la sua professionalità di cui noi dobbiamo avere enorme rispetto.

Questo non vuol dire che la signora Ricciarelli a 70 e passa anni possa dire tutto quel cavolo che le passa per la testa ma significa avere rispetto anche se dice caz**te. Soprattutto da parte di chi non ha la stessa esperienza. Spesso questo accade nei giovani, lo vedo nei figli dei miei amici che magari non hanno rispetto per i loro genitori o professori. Mancanza di ascolto: ma voi ascoltate quando parlate tra voi? Mettiamoci ad ascoltare l’altro, evitiamo di dire banalità, riflettiamo su tutto quello che diciamo”.

Giucas Casella, Katia Ricciarelli e Manila Nazzaro (Foto Endemol Shine Italia)

“Qui perdiamo la faccia tutti, se non ce la fate quella è la porta”

“Sapete perché mi viene rabbia? Perché la faccia la perdete voi e questo non fa merito alla vostra vita, al vostro percorso, alla vostra carriera – ha concluso – E poi certo la perdo anch’io che vi ho scelto. Però anche se non sono in prima linea, la faccia ce la metto esattamente come ce la mettete voi. Immagino quanto sia difficile vivere in una situazione del genere per quattro mesi. Però abbiate rispetto degli altri ma soprattutto di voi stessi. Se per una condizione di forzata convivenza, facendovi un esame di coscienza, vi rendete conto di non essere più in grado di reggere la facciata, vi do un consiglio da amico: quella è la porta e uscite. Ve lo dico con grande affetto e non smetterò mai di credere in voi. Vi voglio bene. Continuate a fare un bel Grande Fratello”.

Alfonso Signorini (Foto Endemol Shine Italia)

Tutta colpa del gap generazionale?

Tornato in studio, Alfonso Signorini l’ha buttata sul gap generazionale: “Da un lato abbiamo Katia Ricciarelli che rappresenta una generazione che è quella della mia mamma, dei vostri genitori, che aveva quella mentalità lì, che per fortuna non ci appartiene più. Sapete quante volte ho sentito mia madre dire, parlando di una persona extracomunitaria, ‘che se ne torni al suo paese’. La mentalità era quella e non c’era niente che la cambiasse. Una persona strutturata come la Ricciarelli non vuole neanche mettersi in discussione, a torto. Dall’altra parte abbiamo dei giovani che non vogliono assolutamente riconoscere l’esperienza degli altri e dicono ‘ma chi sei tu?’. Che sia il professore, che sia Katia Ricciarelli, che sia il vigile’. Anche quello è sbagliato. Vorrei che fosse un’occasione per riflettere sulla comunicazione tra due mondi, quello adulto e quello giovane”.

Lulù Hailé Selassié (Foto da video)

“La squalifica di Fausto Leali? Uno sbaglio enorme”

A Francesca Cipriani che insisteva sulla squalifica sottolineando come Katia Ricciarelli fosse recidiva, Signorini ha risposto che già in passato “ci sono state tante squalifiche sbagliate”. “Quella di Fausto Leali – ha detto – è stata la squalifica più sbagliata che ci potesse essere. Io nello stesso errore non ci casco perché sono profondamente convinto che Katia Ricciarelli non sia una persona razzista, la conosco. Quando io sento dire da una ragazza di 23 anni ‘chi ca**o sei tu, sfigata di …’ dovrei squalificarla ma non la squalifico”. Mentre in studio Signorini difendeva la sua scelta di un “Grande Fratello meno bacchettone”, nel frattempo, sui social montava la rivolta: “Tutto questo giro di parole per salvare Katia?”.

Copyright © 2022

livesicilia.it

P.I. 05808650823