Luca Morisi indagato, Fedez attacca Salvini: "Citofonavi alla gente e chiamavi Cucchi drogato"

Luca Morisi indagato, Fedez attacca Salvini: “Citofonavi alla gente e chiamavi Cucchi drogato”

Daniela Vitello

Luca Morisi indagato, Fedez attacca Salvini: “Citofonavi alla gente e chiamavi Cucchi drogato”

| 27/09/2021
Luca Morisi indagato, Fedez attacca Salvini: “Citofonavi alla gente e chiamavi Cucchi drogato”

L’ex social media manager del leghista indagato per droga, il web si divide

  • Luca Morisi ammette le proprie fragilità ma sostiene di non aver commesso alcun reato
  • Salvini gli tende la mano: “Su di me potrai sempre contare”
  • Fedez salta dalla sedia e gli dà del pagliaccio
  • Lapo Elkann ricorda la frecciatina ironica ricevuta dal leader della Lega

Luca Morisi, ex social media manager di Matteo Salvini, è indagato dalla Procura di Verona per presunta cessione di droga. Durante una perquisizione nella sua cascina a Belfiore, i carabinieri hanno trovato una sostanza liquida, mentre tre ragazzi fermati lo scorso agosto lo accuserebbero di aver ricevuto da lui sostanze stupefacenti sulle quali sarebbero in corso accertamenti. Il caso ha avuto una grande eco mediatica e il web si divide tra condanna e garantismo.

Matteo Salvini (Foto Instagram)

Luca Morisi: “Fragilità esistenziali irrisolte”

A rompere il silenzio stamani dopo la diffusione della notizia è stato lo stesso Luca Morisi che, nei giorni scorsi, aveva lasciato l’incarico di guru della comunicazione social del leader della Lega dopo averlo fatto diventare il politico più social d’Italia.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

“Non ho commesso alcun reato ma la vicenda personale che mi riguarda rappresenta una grave caduta come uomo – ha dichiarato in una nota – Chiedo innanzitutto scusa per la mia debolezza e i miei errori a Matteo Salvini e a tutta la comunità della Lega a cui ho dedicato gli ultimi anni del mio impegno lavorativo, a mio padre e ai miei famigliari, al mio amico di sempre Andrea Paganella a fianco del quale ho avviato la mia attività professionale, a tutte le persone che mi vogliono bene e a me stesso. Ho rassegnato il 1° settembre le dimissioni dai miei ruoli all’interno della Lega: è un momento molto doloroso della mia vita, rivela fragilità esistenziali irrisolte a cui ho la necessità di dedicare tutto il tempo possibile nel prossimo futuro, contando sul sostegno e sull’affetto delle persone che mi sono più vicine”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Matteo Salvini (Foto Instagram)

La mano tesa di Salvini: “Su di me potrai sempre contare”

“Quando un amico sbaglia e commette un errore che non ti aspetti, e Luca ha fatto male a se stesso più che ad altri, prima ti arrabbi con lui, e di brutto. Ma poi gli allunghi la mano, per aiutarlo a rialzarsi – ha commentato Matteo Salvini sui social postando un’immagine che lo ritrae insieme all’uomo che ha curato i suoi social per otto anni – Amicizia e lealtà per me sono la Vita. In questa foto avevamo qualche anno e qualche chilo in meno, voglio rivederti presto con quel sorriso. Ti voglio bene amico mio, su di me potrai contare. Sempre”.

Fedez (Foto Instagram)

L’attacco di Fedez: “Prestate un naso rosso con l’elastichino a Salvini”

Il post del leader del Carroccio ha fatto saltare Fedez dalla sedia che ha dato al leghista del pagliaccio. “Amici circensi, se vi avanza un naso rosso con l’elastichino da prestare a Salvini, contattatemi in privato – ha tuonato via Instagram –   Questa è la storia di un eroe contemporaneo, un uomo che ha sacrificato la sua intera vita a contrastare la piaga sociale delle droghe. Un uomo che andava a citofonare a casa della gente dicendo ‘scusi lei spaccia’ o che commentava la sentenza del caso Cucchi dicendo ‘la droga fa male’. Oggi scopre di aver avuto al suo fianco un drogato, ma che magicamente non diventa un drogato, uno scarto della società, ma un amico da aiutare a rialzarsi. Sentite anche voi? Papaparaparaparapapara”.

Fedez (Foto Instagram)

Lapo Elkann ricorda la frecciatina di Salvini: “Nessuno di noi è Maestro”

A scagliarsi contro l’odio social è Lapo Elkann che in passato ha avuto dei problemi con la droga, problemi di cui non ha esitato a parlare apertamente ricevendo anche attacchi, critiche e frecciatine ironiche. “Una volta Salvini per attaccarmi disse che facevo ‘dichiarazioni stupefacenti’ e poi venni travolto sui social – ha ricordato il rampollo di casa Agnello su Twitter – Mi piacerebbe che oggi non accadesse a lui ed i suoi collaboratori lo stesso. L’odio genera odio. Nessuno di noi è Maestro, siamo tutti peccatori”.

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823