Valentina Persia, il dramma della morte del compagno: "Mi aveva preparato alla sua dipartita"

Valentina Persia, il dramma della morte del compagno: “Mi aveva preparato alla sua dipartita”

Daniela Vitello

Valentina Persia, il dramma della morte del compagno: “Mi aveva preparato alla sua dipartita”

| 16/05/2021
Valentina Persia, il dramma della morte del compagno: “Mi aveva preparato alla sua dipartita”

Nel 2004 la naufraga è stata colpita da un gravissimo lutto

  • Le lacrime in diretta: “Con lui gli anni più belli della mia vita”
  • Salvo era un architetto e lui e la comica progettavano di sposarsi
  • La confessione: “Vivo nella casa che avevamo costruito insieme”

Dopo aver raccontato della depressione post-partum che l’ha messa a dura prova dopo la nascita dei suoi tanto desiderati gemelli, Lorenzo e Carlotta, che oggi hanno sei anni (LEGGI QUI), Valentina Persia ha parlato del gravissimo lutto che l’ha colpita nel 2004. La comica, impegnata al momento in Honduras nel reality “L’Isola dei Famosi”, ha perso il compagno Salvo, un architetto catanese che è stato il grande amore della sua vita.

Valentina Persia e Ilary Blasi (Foto da video)

Valentina Persia e l’amore perduto

“Salvo è stato il grande amore della mia vita, fa parte del mio cuore e una parte del mio cuore è andata via con lui – ha detto in lacrime durante una diretta – Sono stata fortunata perché mi ha regalato gli anni più belli della mia vita. Mi regalava amore, sorrisi, abbracci che oggi mi mancano tantissimo”.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

“Dalle tue parole si capisce che il tuo era un amore speciale. Credo che, nonostante tutto, tu sia stata una donna comunque fortunata. Dopo non ti sei più rinnamorata?”, ha chiesto la conduttrice Ilary Blasi.

“Non mi sono più innamorata ma non perché mi sono chiusa – ha spiegato la naufraga – Non sono mai stata una donna che andava in giro per rimorchiare. Quando mi innamoro arrossisco. Sono una persona che scappa quando si innamora perché non voglio darla vinta e far vedere che sono lì. Ho avuto il privilegio di conoscere cosa significa amare e questa grande fortuna la auguro a tutte le persone che hanno paura di credere nell’amore. Dovere crederci perché l’amore quando meno te lo aspetti arriva”.

GUARDA IL VIDEO

Valentina Persia (Foto Instagram)

“Vivo nella casa che avevamo costruito insieme”

“Salvo mi aveva preparato alla sua dipartita – ha svelato la Persia – Da quando siamo stati insieme, gli infarti sono stati cinque. Sapeva che sarebbe morto da solo, mi proteggeva. Vivo nella casa che avevamo costruito insieme per sposarci. E’ una casa piena di amore. Salvo mi dimostra di essere vicino perché mi diceva sempre ‘ricordati che un amore interrotto non sarà mai un amore finito, rimarrà amore per sempre’. Mi ha reso una donna migliore, una donna forte che, come sono sempre stata, non si priva di aspettare un amore ma non lo va cercando. Questo gliel’ho promesso e lui mi ha promesso che ci sarà sempre”.

“Amo visceralmente Catania”

“Amo visceralmente la città di Catania – ha confessato – La Sicilia, con il suo calore, mi ha permesso di trovare un grandissimo uomo e auguro a tutte le donne di trovare un amore così grande che rispetta la donna, che la venera, che la lusinga, che la abbraccia con tutto il suo calore”.

Valentina Persia (Foto da video)

La cugina di Valentina: “Apriti al mondo”

Ilary Blasi ha dato la parola alla cugina di Valentina, Martina, ospite in studio. “Apriti al mondo, ti stai riprendendo tutto quello che sei. Apriti perché ci sarà un grandissimo amore, un nuovo amore anche per te. Te lo meriti tutto perché sei una persona troppo bella”, ha detto la donna.

Il brusco stop alla carriera dopo la morte del compagno

In un’intervista rilasciata a Caterina Balivo a “Vieni da me”, Valentina Persia aveva raccontato che a spingerla a tornare a lavorare dopo la morte di Salvo è stato un altro catanese doc. 

“Leo Gullotta mi aiutò molto – aveva confidato – Avevo perso da poco il mio compagno, siciliano, catanese come lui. Il maestro Pingitore mi chiamò per lavorare al Bagaglino. Ero dubbiosa se tornare in televisione perché il dolore è stato grandissimo. Leo mi spinse a parlare con Pingitore. Leo Gullotta mi prendeva sempre per il braccio, mi aiutava, mi parlava in catanese come il mio Salvo. Devo molto a lui”.  La morte del compagno, oltre ad un enorme vuoto, le lasciò anche un forte senso di maternità al quale l’attrice non si è voluta sottrarre.

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823