Noto chirurgo plastico nasconde la compagna nel bagagliaio per andare alla festa del figlio - Perizona Magazine

Noto chirurgo plastico nasconde la compagna nel bagagliaio per andare alla festa del figlio

Daniela Vitello

Noto chirurgo plastico nasconde la compagna nel bagagliaio per andare alla festa del figlio

| 16/04/2020
Noto chirurgo plastico nasconde la compagna nel bagagliaio per andare alla festa del figlio

2' DI LETTURA

Un noto chirurgo plastico di Verona è finito nella bufera dopo aver infilato la fidanzata nel bagagliaio dell’auto per aggirare i controlli da coronavirus e portarla con sé alla festa di compleanno del figlio. Il professionista ha poi documentato la sua “prodezza” sul suo profilo Instagram da oltre 3mila follower. Nella clip condivisa sui social, una volta arrivato in una villa di campagna dove sono in corso i festeggiamenti per il compleanno del figlio, il chirurgo “libera” la fidanzata dal bagagliaio. “Guarda a cosa siamo costretti”, se la ride. “Auguriiii, questa va su YouTube”, esclama la fidanzata. Nel corso del party la compagna e l’ex moglie posano abbracciate vestite solo di un cuscino con tanto di hashtag #quarantinepillowchallenge. “Non cambia un caz*o la quarantena, non cambia niente!”, sottolinea il festeggiato.

L’episodio è al vaglio dell’ordine dei Medici. “In casi come questo – dice Carlo Rugiu, presidente dell’Ordine dei Medici di Verona – il primo passo è verificare se il professionista in questione sia iscritto all’Ordine dei Medici Verona e, in caso affermativo, convocarlo per un chiarimento, a seguito del quale il Presidente porta l’episodio all’attenzione del Consiglio per stabilire se ha o meno una rilevanza disciplinare. Non c’è dubbio che in questo momento fatti del genere gettano ombra su una categoria professionale che si sta impegnando con abnegazione e senso del dovere, spendendosi oltre ogni limite, e talvolta in carenza di adeguate protezioni, per far fronte all’emergenza Covid-19”.

Selvaggia Lucarelli ha raggiunto telefonicamente il chirurgo plastico e gli ha chiesto conte e ragione dell’accaduto. “Ho pubblicato una cosa che mi sembrava simpatica – ha spiegato il medico – Io sono separato e ho una nuova compagna. Ero a un chilometro e 300 metri da quella casa dove sono andato a fare gli auguri a mio figlio che non vedo da un mese. Visto che c’era anche la mia compagna che gli voleva fare gli auguri non volevamo rischiare di prendere una multa. Quindi lei ha detto: mi metto nel portabagagli, facciamo questa cavolata e buonanotte al secchio. Il rischio è stato appunto valutato da me, sono persone sempre state in quarantena, non ho esposto la popolazione a un rischio per festeggiare il compleanno di mio figlio (…) Non volevo fare il furbo, punto sulla ragionevolezza nell’applicare una determinata cosa. È successo tutto all’interno del nucleo familiare (…) Ho pensato che la cosa fosse divertente vista da fuori, forse avrò sbagliato a pubblicare, ma i commenti dei miei follower erano tutti divertiti. Lei che ca*zo vuole?”.

Nel frattempo, la clinica di Verona dove lavora il professionista ha preso le distanze dal suo comportamento. In una nota la direzione ha tenuto a precisare che il chirrugo non è un dipendente della clinica, “ma un libero professionista e che, come altri, utilizza le sale operatorie della struttura al bisogno ed in forma privata”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI


Pubblicato il 16/04/2020 16:31
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965