Michelle Hunziker choc: "Voleva sfondare la porta, io avevo un coltello in mano"

Michelle Hunziker choc: “Voleva sfondare la porta, io avevo un coltello in mano”

Daniela Vitello

Michelle Hunziker choc: “Voleva sfondare la porta, io avevo un coltello in mano”

| 16/07/2021
Michelle Hunziker choc: “Voleva sfondare la porta, io avevo un coltello in mano”

2' DI LETTURA

Le confessioni inedite della conduttrice svizzera

  • Dietro il grande sorriso di Michelle, si nascondono tante lacrime
  • Le proposte indecenti in cambio di ingaggi: “Mi promettevano il mondo”
  • Poi un episodio agghiacciante che conserva ancora nella memoria: “Sono una sopravvissuta”

Dietro il grande sorriso di Michelle Hunziker, si celano tante lacrime. La conduttrice svizzera non ha mai fatto mistero del suo passato difficile (LEGGI QUI). Adesso, in un’intervista rilasciata al settimanale “Chi”, aggiunge nuovi tasselli della sua giovinezza non sempre spensierata.

Michelle Hunziker (Foto Instagram)

“Non sono superficiale, conosco le lacrime”

“Ho sempre sorriso molto, spesso per timidezza o senso di inadeguatezza – esordisce – La risata arriva dalla stessa ghiandola del pianto. Voglio dire che non dovete pensare che la risata sia sinonimo di superficialità. Ho un gran sorriso, ma conosco bene le lacrime, credetemi sono onesta nel dirvi questo”.

Michelle Hunziker (Foto Instagram)

I ricatti sessuali a inizio carriera

L’ex moglie di Eros Ramazzotti ricorda le proposte indecenti ricevute all’inizio della sua carriera: “C’erano delle persone che mi promettevano il mondo e volevano che andassi a letto con loro. Ho avuto ogni sorta di ricatto in cambio di ingaggi. Mi è capitato di tutto e di più. Però sono riuscita a non cadere in nessuna trappola”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Michelle Hunziker in vacanza alle Eolie (Foto Instagram)

“Un tizio ha cercato di sfondare la mia porta”

Michelle Hunziker racconta anche un episodio agghiacciante del suo passato: “Mi ritengo una sopravvissuta. Ero in una casetta in affitto in viale Premuda, di fianco a un cinema porno ormai chiuso. Ero al piano terra, un monolocale con una porta e delle tapparelle qualsiasi, mica antisfondamento. Uno che era davanti al cinema chiuso una sera mi ha seguita, voleva entrare, cercava di sfondare la porta, diceva le cose peggiori. E io mi sono trovata seduta sul letto con un coltello in mano a pregare che non riuscisse a entrare”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 16/07/2021 19:07
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965