Il volto privato di Paolo Bonolis, dalla prima volta alla promessa fatta al padre - Perizona Magazine

Il volto privato di Paolo Bonolis, dalla prima volta alla promessa fatta al padre

Daniela Vitello

Il volto privato di Paolo Bonolis, dalla prima volta alla promessa fatta al padre

| 02/12/2019

Ospite di Mara Venier a “Domenica In” per promuovere il suo libro autobiografico dal titolo “Perché parlavo da solo”, Paolo […]

Ospite di Mara Venier a “Domenica In” per promuovere il suo libro autobiografico dal titolo “Perché parlavo da solo”, Paolo Bonolis ripercorre la sua lunga carriera ma parla anche della sua vita privata.

“Ho deciso di scrivere il libro perché parlavo da solo – spiega – Ed è la ragione per la quale il libro si intitola così. Molto spesso parlavo con me stesso ma pensando che potesse essere scambiata per una patologia, mi sono messo a scrivere. Sono venuti fuori degli scritti che sono stati visti da alcune persone che mi hanno proposto di farci un libro. Vorrei che questo libro andasse ai miei figli perché vorrei che coltivassero i loro sogno schivando le illusioni. I sogni sono roba nostra, le illusioni ci vengono iniettate da altri e bisogna prenderle con molta cautela”.

L’intervista spazia da momenti esilaranti a momenti più commoventi. La “zia Mara” punzecchia Bonolis chiedendogli conte e ragione della sua prima volta. E lui replica così: “A quanti anni non me lo ricordo. Però ricordo la fugacità del tutto. Ricordo soltanto la prima zizzetta che ho toccato e c’ho campato per più di tre anni. Erano anni difficili. Non è come oggi che è tutto più facile… l’accesso a quel territorio ormonale. Se piacevo alle ragazze? Non lo so, ma loro piacevano a me. Però prima o poi una c’è cascata”.

Il presentatore ha ereditato la sua straordinaria ironia da padre Silvio scomparso 17 anni fa poco prima che nascesse Silvia, la prima dei tre figli nati dal secondo matrimonio con Sonia Bruganelli.  “Io sono agnostico, non credo – svela – Ho difficoltà di gestione col Vaticano. Però accadono delle cose attorno a noi piuttosto impalpabili, incomprensibili. Mio padre era in ospedale, stava male, e mi disse ‘quando nascerà la bambina, se io non posso porta a Sonia un mazzo di rose bianche’. Poi è morto ed è nata Silvia, che ha avuto delle problematiche e chi si è ricordato di queste rose bianche con tutto quello che c’era da fare… quando arrivò maggio, ci accorgemmo che da un vaso in terrazza sul quale c’erano piantate rose rosse, erano spuntate tutte rose bianche. Chiesi al giardiniere, il quale ci disse che era una cosa impossibile e infatti la volta successiva tornarono a fiorire rosse. Una cosa che per me rimane pazzesca”.

Bonolis racconta in modo ironico l’emozione provata in occasione dei recenti matrimoni dei suoi due figli maggiori, Stefano e Martina, nati dal suo primo matrimonio con l’americana Diane Zoeller: “Ultimamente mi si sono sposati due figli, sia il maschio che la femmina. Si sposano tutti. Ho preso freddo dappertutto (e infatti è raffreddatissimo, ndr.). La femmina ha avuto l’idea di sposarsi in montagna, in America, a nord dello Stato di New York. C’era un freddo pecorino. Sono tanto delicato. Sono appena tornato. Si sono sposati a distanza di cinque settimane, è stata una mazzata. Adesso siccome sono andati in viaggio di nozze tutti e due, dovrebbero stare a fare tantissimo all’amore, probabilmente divento nonno”.

Stefano e Martina sono cresciuti negli Stati Uniti, lontano da lui. “Al di là delle responsabilità mie e della madre, il dato di fatto è che questi bambini si trovavano dall’altra parte dell’oceano – ricorda – Io ero molto giovane, il primo figlio lo ebbi a 23 anni, ed avevo la difficoltà di gestire l’essere padre e marito. A quell’età dici più io che noi. Dopo la separazione è stato complicato gestire la cosa, ma devo dire che poi ho trovato chi per tre volte è riuscita a darmi la medesima gioia”.

Bonolis parla del legame con Luca Laurenti: “E’ un fratello per me, ormai lo conosco da 30 anni. La cosa che mi piace è che, come me, non si prende mai sul serio. Ci divertiamo molto insieme anche perché lui è altrove, nel senso che lui vive in una dimensione tutta sua. Ha una profonda diversità che per me è meravigliosa e affascinante. Poi ha questa voce….quando canta è meravigliosa, quando parla sembra un citofono”.

E sulla sua attuale moglie Sonia Bruganelli (da cui ha avuto Silvia, Davide e Adele, ndr.) dice: “Stiamo bene, ci vogliamo bene, ci difendiamo dalle mille circostanze della vita. Come fa una famiglia. Lei poi è una donna intelligentissima, adorabile, veloce, caparbia. E’ anche un’ottima imprenditrice, fa un lavoro eccellente con la sua società”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

GUARDA L’INTERVISTA COMPLETA (VIDEO)

Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965