Alessia Marcuzzi rischia di morire soffocata: "Sono viva grazie alla moglie del mio ex"

Alessia Marcuzzi rischia di morire soffocata: “Sono viva grazie alla moglie del mio ex”

Daniela Vitello

Alessia Marcuzzi rischia di morire soffocata: “Sono viva grazie alla moglie del mio ex”

| 08/08/2022
Alessia Marcuzzi rischia di morire soffocata: “Sono viva grazie alla moglie del mio ex”

5' DI LETTURA

Paura per Alessia Marcuzzi. La conduttrice, che il prossimo novembre debutterà su Rai2 con “Boomerissima”, ha rischiato di morire soffocata. E’ accaduto mentre si trovava a Londra dove possiede una casa a South Kensington. La Marcuzzi è in vacanza nella capitale inglese con la sua famiglia e con l’ex compagno Francesco Facchinetti (da cui ha avuto la sua secondogenita Mia, ndr.) e la moglie Wilma Helena Faissol. E’ stata proprio quest’ultima a salvarle la vita.

Francesco Facchinetti, Wilma Helena Faissol, Paolo Calabresi Marconi e Alessia Marcuzzi con i figli Tommaso e Mia (Foto Instagram)

Alessia Marcuzzi: “Un pezzo di polipo mi si è bloccato nella trachea”

“Ieri sera Wilma mi ha salvato la vita – ha raccontato la conduttrice su Instagram – No, non è uno scherzo per far arrabbiare Francesco Facchinetti, è la verità. Eravamo in un ristorante a Londra e mentre stavo mangiando, un pezzo di polipo mi si è bloccato nella trachea. Non riuscivo più a respirare, mi sono alzata e ho cominciato a strabuzzare gli occhi e a chiedere aiuto. Paolo e Tommy hanno provato a liberarmi dandomi dei colpi sulla schiena, ma nulla. Panico. Ho pensato davvero di morire, non riuscivo più a capire nulla, quando Wilma mi ha preso da dietro e mi ha stretto forte, dandomi un colpo forte sullo sterno verso l’alto. All’improvviso ho sputato quel grosso pezzo che mi bloccava la respirazione e che era rimasto completamente intatto, e ho ripreso a deglutire. Tutto questo nel giro di due minuti davanti a tutte le persone del ristorante che non capivano che cosa stesse succedendo. Mi sono girata, l’ho abbracciata fortissimo e le ho detto commossa ‘Mi hai salvato la vita. Non lo dimenticherò mai’. E’ vero, Non lo dimenticherò mai Wilma”.

Le Instagram Stories di Wilma Helena Faissol e Francesco Facchinetti

“Poteva andare a finire davvero molto male”

“In pochi minuti, o forse secondi, sono passata da uno stato di sofferenza estrema ad una liberazione totale e ho realizzato che poteva andare a finire davvero molto male – ha aggiunto – E’ quello che accade spesso se mangiamo una cosa molto soffice e morbida e non mastichiamo bene, o semplicemente scivola giù perchè stiamo parlando. E purtroppo a volte succede il peggio. Wilma ha fatto il corso di pronto intervento quando studiava in America e ieri ha avuto la prontezza e la capacità di fare la manovra di Heimlich in pochi secondi. E mi sono ripromessa di impararla, perchè davvero si può salvare la vita di una persona in poco tempo. E questo è un grande giorno (dopo) per me e sono davvero grata a questa donna. Si cara Lady, questo post è tutto tuo, è da ieri che ti bacio e ti abbraccio e continuerei a farlo per ore, anche perchè sei pure una gran gnocca! P.S. Comunque dì la verità, lo hai fatto anche perchè senza di me ti saresti dovuta sorbire quel tipo colorato ancor di più, e questa non è cosa buona e giusta. Grazie davvero, forever”.

“Ale, che amore che sei. Non lasciarmi da sola, che paura. Love you”, ha commentato Wilma Helena Faissol. La moglie di Francesco Facchinetti ha sottolineato come Alessia Marcuzzi le abbia fatto perdere 10 anni di vita.

Wilma Helena Faissol e Alessia Marcuzzi (Foto Instagram)

Il racconto di Francesco Facchinetti

“Quello che ha scritto Alessia non è uno scherzo ma è la verità – ha detto Francesco Facchinetti tra le Instagram Stories – Grazie a Wilma si è risolta una situazione che poteva finire molto male, se non in tragedia. Era una bellissima serata, una bellissima cena. Eravamo io, Wilma, Ale, Paolo che è il marito di Ale, Tommy che è il figlio di Ale e altri amici. Ci stavamo divertendo, stavamo ridendo e scherzando. Ale aveva ordinato un polipo. A un certo punto, mentre mangiava ci ha detto ‘non riesco più a respirare’. Passano pochi secondi, incomincia a diventare rossa, poi si alza e inizia a barcollare come barcollano le persone a cui manca il fiato, l’ossigeno. Wilma che era seduta proprio lì di fianco a lei improvvisamente la prende da dietro, gli fa la manovra di Heimlich, la manovra di disostruzione. Alessia espelle il pezzo di polipo, inizia a respirare, si guardano in faccia emozionate e si abbracciano”.
CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Wilma Helena Faissol e Francesco Facchinetti (Foto Instagram)

“Adesso credo ancora di più nel fato e nel destino”

“Io credo al fato e al destino – ha concluso l’ex Capitan Uncino – e questa volta ci credo ancora di più, per due motivi. Il primo è che eravamo in sette, in un tavolo rotondo. Un po’ erano seduti sulle sedie, un po’ erano seduti su un divanetto. Wilma era proprio lì seduta di fianco ad Alessia, sul divanetto, ma l’ultima del divanetto, quindi pronta per poter intervenire ed è esattamente quello che ha fatto. Secondo motivo: la persona seduta di lì di fianco a lei, quindi Wilma, sapeva fare la manovra di disostruzione. Quindi credo realmente al fato e al fato. Invito tutti quanti ad imparare questa manovra da poter fare sia sugli adulti che sui bambini e sui neonati. Perché purtroppo questa cosa capita spesso e volentieri. Basta una manovra per risolvere il problema come bastano pochi secondi, un minuto, un minuto e mezzo per perdere la vita. Provate a trattenere il respiro per un minuto e guardate che cosa succede. Pensate di essere in una situazione dove vi si è incastrato qualcosa in gola. Fortunatamente è finita bene. Brava amore, ti amo tanto”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 08/08/2022 14:55
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965