Il Moige contro Goria: "Molestie su Ainett, gli sponsor si ritirino"

Il Moige contro Goria: “Molestie su Ainett, gli sponsor si ritirino”

Daniela Vitello

Il Moige contro Goria: “Molestie su Ainett, gli sponsor si ritirino”

| 23/09/2021
Il Moige contro Goria: “Molestie su Ainett, gli sponsor si ritirino”

Il Movimento Italiano Genitori bacchetta il reality di Canale 5

  • “Trasmissioni che fomentano una cultura basata su disvalori e sugli abusi contro le donne”
  • Nel comunicato si usa il termine “molestie” in riferimento alle avances di Goria nei confronti di Ainett
  • Il consiglio agli sponsor: “Valutate attentamente i vostri investimenti pubblicitari”

Il Moige insorge contro Amedeo Goria dopo le ripetute avances che l’ex giornalista sportivo ha riservato alla coinquilina Ainett Stephens nella casa del “Grande Fratello Vip”.

Com’è noto, la stessa ex “gatta nera” ha raccontato che l’ex marito di Maria Teresa Ruta ha allungato le mani su di lei riservandole grattini e attenzioni non richieste.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Come se non bastasse, Goria si è tolto le mutande per cambiarsi mentre era sotto le coperte con l’aitante coinquilina (LEGGI QUI). Ainett ha poi chiesto esplicitamente al coinquilino di darsi una calmata.

Amedeo Goria si toglie le mutande mentre è a letto con Ainett Stephens (Foto da video)

Il Moige ci è andato giù pesante su Amedeo Goria e ha chiesto agli sponsor che hanno associato il loro brand al reality di Canale 5 di ritirarsi. Il Movimento Italiano Genitori ha diffuso un comunicato dal titolo “molestie su Ainett Stephens al Grande Fratello: le aziende ritirino gli spot”.

LEGGI ANCHE: Goria bacchettato in diretta chiede di parlare con il suo agente: “Non sono un por*o”

Amedeo Goria (Foto da video)

 “Trasmissioni che fomentano una cultura basata su disvalori”

“Trasmissioni come il Grande Fratello Vip fanno parte di un business che fomenta una cultura basata su disvalori e – ancor più grave ma sempre più frequente in questo tipo di show – anche sugli abusi contro le donne – ha dichiarato Elisabetta Scala, presidente del Moige e responsabile del suo Osservatorio Media – Prova ne è quanto avvenuto a discapito di Ainett Stephens nei giorni scorsi. Questi modelli disfunzionali vengono fatti passare come ‘normali’ o ‘divertenti’, sottovalutando quanto influiscono sui comportamenti che poi vengono agiti nel mondo reale, molestie sulle donne in primis”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Ainett Stephens e Amedeo Goria (Foto da video)

Il consiglio agli sponsor: “Valutate attentamente i vostri investimenti pubblicitari”

“Il Moige richiama le aziende inserzioniste alla propria responsabilità – si legge ancora nella nota – Scegliendo di collocare i propri spot nell’orario di una trasmissione trash come il Grande Fratello, involontariamente un’azienda sostiene anche la diffusione di questi modelli culturali negativi, che pregiudicano la dignità e il rispetto della donna.

L’appello è rivolto in primis alle aziende sponsor che collocano i propri prodotti e servizi all’interno della casa del Grande Fratello VIP. Richiamiamo le aziende a valutare attentamente la collocazione dei propri investimenti pubblicitari.

È un modo di manifestare un senso di responsabilità verso il sistema educativo del Paese, di dare voce ai milioni di cittadini che reclamano a gran voce una televisione che sia decorosa e accettabile, di promuovere valori e modelli culturali positivi, rispettosi della donna e in ogni caso costruttivi”.

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823