Bianca Berlinguer contro la Rai: "In quest'ultimo anno, mi sono sentita isolata"

Bianca Berlinguer contro la Rai: “In quest’ultimo anno, mi sono sentita isolata”

Daniela Vitello

Bianca Berlinguer contro la Rai: “In quest’ultimo anno, mi sono sentita isolata”

| 22/05/2021
Bianca Berlinguer contro la Rai: “In quest’ultimo anno, mi sono sentita isolata”

Le bordate della conduttrice di “Cartabianca”

  • La figlia di Enrico Berlinguer ospite di Francesca Fagnani a “Belve”
  • “Su Mauro Corona non è stata ascoltata la mia opinione”
  • L’attacco alla Rai: “Cartabianca è sopportata, non apprezzata”

Bianca Berlinguer è una delle due protagoniste della seconda puntata di “Belve”, programma di Rai2 condotto da Francesca Fagnani. L’ex direttrice del Tg3 e da anni conduttrice del programma di informazione di Rai3, “Cartabianca”, è figlia di Enrico Berlinguer, uno degli uomini politici più amati nella storia del nostro Paese.

“Il cognome è un vantaggio ma anche uno svantaggio”

La sua è un’eredità importante, ma a tratti anche scomoda. “Il mio cognome mi ha avvantaggiato ma anche svantaggiato – confessa – Tutti i cognomi importanti aiutano, intanto sono stata subito identificabile, riconoscibile anche quando ho cominciato al Tg3. Poi come per tutti i “figli di” è complicato trovare la propria strada, la propria identità”.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Francesca Fagnani (Foto da video)

“Mi spiace che dicano che sono una che vuole comandare”

Descritta spesso come “fredda”, “algida”, e “distaccata”, la Berlinguer parla di “stereotipo”. “Spero che la conduzione di una trasmissione abbia contribuito a liberarmi di questa descrizione che in parte mi corrispondeva, in parte no”, auspica. “Mi dispiace che mi considerino come una che vuole comandare e imporre le proprie decisioni agli altri – aggiunge – Sicuramente mi assumo la responsabilità di certe decisioni, però cerco sempre di condividerle…se possibile”.

Le sfuriate di Mannoni

La conduttrice di “Belve” fa riferimento alle sfuriate di Maurizio Mannoni che si è più volte risentito del fatto che Bianca Berlinguer gli abbia passato la linea in ritardo.

“Quando c’era Floris, io sono intervenuta dopo che la linea mi era arrivata per due, tre volte con 15/20 minuti di ritardo – spiega – Invece qui le sfuriate di Mannoni sono arrivate per 3/4 minuti al massimo. In un programma in diretta può capitare. E l’ultima volta, quando ci sono stati quei dieci minuti e lui ha attaccato, paragonando Valerio Rossi Albertini e i suoi esperimenti ad Art Attack, ero stata autorizzata a sforare: mai mi sarei permessa di arrivare a tanto. Non mi ha divertito la battuta di Mannoni, per niente”.

Bianca Berlinguer (Foto da video)

L’addio al Tg3

Bianca Berlinguer ricorda poi il suo addio al Tg3: “Io dico sempre: ‘Dagli amici mi guardi Dio, che dai nemici mi guardo io’. In un certo senso, nella mia vita professionale, sono stata attaccata anche dalla destra, ma spesso mi sono dovuta difendere da attacchi che arrivavano dalla sinistra”. 

“Durante il tg ho avuto dei colpi bassi – confida – Persone che in un qualche modo si erano avvicinate a me, avevano ottenuto anche certi ruoli e posizioni, senza nessun motivo, hanno tramato, come purtroppo come spesso avviene in redazioni giornalistiche, cercando di mettermi in difficoltà”.

La giornalista ammette di aver vissuto tentativi di censura: “Ma più che tentativi di censura, magari fare un certo tipo di servizi oppure dare una caratterizzazione particolare a quello che stava succedendo. Poi però il libero arbitrio c’è: ognuno di noi è libero – e anche in Rai si è liberi – di assecondare o no quelle richieste”. 

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Francesca Fagnani (Foto da video)

“Soffro ancora per Mauro Corona”

Impossibile per Francesca Fagnani non accennare a Mauro Corona epurato da “Cartabianca” dopo aver offeso la sua “Bianchina”. Come più volte sottolineato, l’allontanamento dello scrittore dalla trasmissione non è dipeso dalla volontà della Berlinguer.

“Se ancora soffro per Mauro Corona? Sì, ancora soffro, non me ne farò mai una ragione. Spero sempre di poterlo riavere con me – si augura – Ci siamo sempre sentiti. Ci sentiamo per telefono, ci mandiamo messaggi. C’è affetto anche perché erano ormai tre anni che stava con me in un rapporto complicato che io sapevo essere complicato. Io, con Mauro Corona, avevo costruito quella parte molto importante della mia trasmissione, che veniva anche molto apprezzata dal pubblico. E poi mi ha ferito molto il fatto che non sia stata presa in nessuna considerazione la mia opinione. Era giusto dare un segnale sul fatto che Mauro Corona aveva fatto una cosa grave dandomi della ‘gallina’. Per altro io ho subito ribattuto, lui si è scusato. Quella è una decisione che è stata presa contro la mia volontà”.

Bianca Berlinguer (Foto da video)

La bordata contro la Rai: “Cartabianca è sopportata, non apprezzata”

Infine, la conduttrice di “Cartabianca” ammette di essersi sentita “abbandonata” in Rai nell’ultimo periodo: “In quest’ultimo anno mi sono sentita molto isolata, devo dire. Ho avuto come la sensazione di lavorare da sola, sempre da sola con il mio gruppo, come se questa trasmissione, Cartabianca, c’è, ma è sopportata, non apprezzata. Mi sono mancati dei punti di riferimento aziendali, che tutto sommato nel bene e nel male dentro Rai ho sempre avuto”.

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823