“Lavoro a Palazzo Chigi, con me cascate male”, 25enne viola il coprifuoco e minaccia gli agenti

Daniela Vitello

“Lavoro a Palazzo Chigi, con me cascate male”, 25enne viola il coprifuoco e minaccia gli agenti

| 20/04/2021
“Lavoro a Palazzo Chigi, con me cascate male”, 25enne viola il coprifuoco e minaccia gli agenti

Fermata dalla polizia in strada in pieno coprifuoco, una 25enne ha dato in escandescenze sostenendo di non poter esser multata pur trovandosi in giro senza un valido motivo essendo “stagista presso Palazzo Chigi” e imparentata con un pezzo grosso. Il classico “lei non sa chi sono io” è andato in scena a Roma, nel quartiere Prati. Intorno alle 2.30 di notte, i poliziotti hanno notato una giovane che percorreva a piedi via Leone IV.

“Lavoro a Palazzo Chigi”

Agli agenti che la invitavano a produrre l’autocertificazione, la ragazza ha dapprima dichiarato di essere stata a casa di un’amica per completare un progetto di lavoro e di non essersi minimamente accorta di aver superato il termine entro cui rincasare, ovvero le 22, come previsto dal Dpcm varato per contenere il contagio da coronavirus. Quindi ha fornito i documenti alla polizia asserendo di lavorare come stagista a Palazzo Chigi e di essere la nipote di un ufficiale delle forze armate. Tutto questo nel tentativo di evitare una sanzione.

Google News
Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

“Datemi i vostri nomi, vi rovino” 

“Non sono una pischella qualunque, con me cascate male, state attenti", ha esclamato. Per poi aggiungere: "Per le mie competenze io sono al di sopra di voi, non potete fare quello che state facendo". Per lei è scattata comunque la multa. “Non mi importa tanto paga Palazzo Chigi", ha sottolineato ostentando tranquillità rispetto alla sanzione appena ricevuta. Quindi ha perso le staffe ed è passata alle minacce. "Datemi i vostri nomi, io vi rovino – ha detto rivolgendosi agli agenti - Dammi il tuo nome. Hai preso la persona sbagliata, ti faccio perdere il posto di lavoro".  

La multa e la denuncia per minacce

La 25enne ha deciso di chiamare i carabinieri non sentendosi tutelata dalla Polizia di Stato. Oltre alla multa per non aver rispettato il coprifuoco, la ragazza è stata denunciata per minacce e adesso per lei potrebbe scattare anche il deferimento per “procurato allarme” dal momento che ha chiamato il 112 senza un valido motivo.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

House of Gucci, Gabriele Paolini elude la sorveglianza e si intrufola sul set di Lady Gaga

COMMENTA

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823