House of Gucci, Gabriele Paolini elude la sorveglianza e si intrufola sul set di Lady Gaga - Perizona Magazine

House of Gucci, Gabriele Paolini elude la sorveglianza e si intrufola sul set di Lady Gaga

Daniela Vitello

House of Gucci, Gabriele Paolini elude la sorveglianza e si intrufola sul set di Lady Gaga

| 01/04/2021
House of Gucci, Gabriele Paolini elude la sorveglianza e si intrufola sul set di Lady Gaga

Sembra un pesce d’aprile ma non lo è. Gabriele Paolini, il noto disturbatore televisivo entrato nel 2002 nel “Guinness dei Primati” per via dell’elevato numero di incursioni catodiche, è riuscito a eludere la sorveglianza e ad intrufolarsi sul set blindatissimo di “House of Gucci”, il film di Ridley Scott sull’omicidio di Maurizio Gucci che ha tra i protagonisti Lady Gaga nei panni di Patrizia Reggiani, ex moglie della vittima e mandante del delitto.

Niki Giusino, Gabriele Paolini e Mauro Fortini (Foto Facebook)

A raccontarlo è il sito “Affari Italiani”. I fatti risalgono allo scorso 30 marzo. “A passi felpati – si legge – Paolini aveva superato le sbarre del set blindato della nota cantante americana Lady Gaga, di nuovo a Roma, per girare il film su Gucci. L’ironia della sorte ha voluto che fosse ‘Talenti’, il quartiere di Roma, scelto per le nuove riprese del film. Quartiere dove Gabriele Paolini abita con la sua mamma da oltre 44 anni (Paolini si trasferì a Roma, da Milano, con la sua famiglia, all’età di 2 anni). L’uomo è stato cacciato in malo modo. Logica conseguenza che il set il giorno dopo è stato protetto oltre che dalla sicurezza anche da una cinquantina tra agenti della polizia municipale e polizia di Stato”.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Gabriele Paolini: “Ho denunciato Lady Gaga”

Paolini non ha digerito il trattamento ricevuto. “Appena entrato all’interno dello spazio allestito per il set del film con Lady Gaga, la Sicurezza Privata della Produzione del film è stata allertata e sono stato cacciato a male parole e fatto uscire, di forza, dallo stesso set”, ha dichiarato ad “Affari Italiani”. Il “sabotatore” televisivo ha scritto sul suo profilo Facebook di aver querelato Lady Gaga: “Gabriele Paolini ha denunciato Lady Gaga, alla Procura della Repubblica di Roma, per essere stato cacciato dalla sicurezza privata della nota cantante all’interno del set cinematografico. Paolini devolverà l’eventuale risarcimento danni in beneficenza agli zingari e ai barboni”,

Gabriele Paolini

House of Gucci

Per girare “House of Gucci”, il regista Ridley Scott e il suo cast faraonico non potevano non approdare in Italia, nei luoghi di un delitto che ancora oggi a distanza di anni ha una grande risonanza sia a livello nazionale che internazionale. Maurizio Gucci, erede dell’omonima famiglia, fu ucciso il 27 marzo 1995. L’ex moglie Patrizia Reggiani, che nutrivano dei forti rancori nei suoi confronti, fu condannata a 26 anni di carcere per essere stata la mandante e organizzatrice dell’omicidio.

Adam Driver e Lady Gaga (Foto Instagram)

Il film è ispirato al libro “House of Gucci: A sensational story of murder, madness, glamour and greed” di Sara Gay Forden, la cui versione italiana è intitolata “La saga dei Gucci. Una storia avvincente di creatività, fascino, successo”. Da anni, Ridley Scott immaginava di realizzare la trasposizione cinematografica con Angelina Jolie nel ruolo della “vedova nera” poi andato a Lady Gaga. Nel cast figurano Adam Driver (Maurizio Gucci), Al Pacino (Aldo Gucci, zio di Maurizio), Jared Leto (Paolo Gucci, cugino di Maurizio), Jeremy Irons (Rodolfo Gucci, padre di Maurizio) e Camille Cottin (Paola Franchi, la donna per la quale Maurizio Guccì lasciò la moglie Patrizia Reggiani dopo due figli e 12 anni di matrimonio).

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

LEGGI ANCHE: Il disturbatore tv: “Sesso con presidenti del Consiglio ed ex ministri”

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823