"Per Natale ho regalato al mio fidanzato 30 minuti di sess0 con un'altra donna"

“Per Natale ho regalato al mio fidanzato 30 minuti di sess0 con un’altra donna”

Daniela Vitello

“Per Natale ho regalato al mio fidanzato 30 minuti di sess0 con un’altra donna”

| 14/12/2021
“Per Natale ho regalato al mio fidanzato 30 minuti di sess0 con un’altra donna”

2' DI LETTURA

Un cadeau davvero bizzarro

  • Kazumi lavora così tanto da non riuscire a ritagliarsi momenti di intimità con il partner
  • Per evitare che lui si sentisse solo, lo ha accompagnato personalmente in un bordello
  • “Pagare per un po’ di divertimento extra dovrebbe essere normale”

A Natale si è tutti più buoni. Alcuni, oltre ad essere più buoni, sono ancor super impegnati e avvertono il “senso di colpa” di trascurare il partner. E’ il caso di Kazumi, modella di 24 anni che vive grazie agli introiti che le arrivano da OnlyFans. Il lavoro la assorbe talmente tanto da non riuscire a ritagliarsi momenti di intimità con il compagno. In vista del Natale, dunque, Kazumi ha pensato ad un regalo speciale per il suo amato. Per evitare che lui si sentisse solo, la modella ha deciso di donargli 30 minuti di “divertimento extra” con una escort in un bordello (legale) in Nevada.

“Volevo che esplorasse un po’ al di fuori della coppia”

“Sono stata così impegnata a lavorare su OnlyFans che ho capito che il mio ragazzo aveva bisogno di un po’ di sess0 extra, mi sono preoccupata perché era solo – ha raccontato al “Mirror” – Mi supporta molto ma ho l’impressione che a volte sia timido. Il sess0 tra noi due funziona ma volevo che esplorasse un po’ al di fuori della coppia”. Mentre il partner si intratteneva con un’altra donna, Kazumi aspettava nella sala d’attesa. Per lui non ha badato a spese optando per un pacchetto “di lusso” che gli consentisse di vivere questa esperienza in totale sicurezza e comodità.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

“Andare in un bordello, è come andare al ristorante”

“La gente non dovrebbe vergognarsi di comprare sess0 – ha dichiarato – Molti lo fanno, una comunicazione più aperta sarebbe utile a tutti. Mi sono sempre interessata al mondo dei sex worker. Se vogliamo qualcosa, perché non pagare per farlo lecitamente ed eticamente in un bordello legale? Non è diverso da molte altre cose: ad esempio io so cucinare, ma a volte mi piace andare al ristorante e pagare per mangiare. So come passare il tempo in casa, ma occasionalmente perché non acquistare un biglietto per il cinema?”.

“Questo argomento non dovrebbe essere un tabù”

“Se siamo d’accordo nello spendere soldi per cose che ci piacciono, perchè non farlo anche con il sess0, purchè sia fatto legalmente, in maniera consensuale e in tutta sicurezza? – ha aggiunto – Molte persone non si sentono a loro agio pensando di pagare per un po’ di intimità, ma non c’è davvero ragione di considerare questo argomento un tabù visto che compriamo già un sacco di altre cose”. Adesso Kazumi sta pensando di fare un regalo a se stessa cercando un sex worker anche per lei.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI


Pubblicato il 14/12/2021 15:01
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965