Nadia Toffa, la rivelazione della madre: “Per lei nessuna tomba. L’ho nascosta in un posto segreto”

Daniela Vitello

Nadia Toffa, la rivelazione della madre: “Per lei nessuna tomba. L’ho nascosta in un posto segreto”

| 20/12/2019

Nessuna tomba e nessuna targa per Nadia Toffa, la Iena bresciana stroncata da un tumore lo scorso 13 agosto. Così ha deciso mamma Margherita. “L’ho nascosta in un posto segreto – svela la donna al quotidiano “La Repubblica” – Erano i giorni di Halloween e abbiamo saputo che qualcuno la cercava nei cimiteri bresciani”.

L’inviata e conduttrice de “Le Iene” è ovunque nella casa di famiglia in quel di Brescia. “Ma era così anche prima perché la vedevamo poco, più in televisione che qui, e questa è la casa dove è nata e cresciuta – spiega Margherita Rebuffoni – E a Natale Nadia sarà con noi, so che può sembrare assurdo, ma io non la sento ancora morta. La sento vivissima, vicina. Ci sarà. L’unica differenza è che non faremo il pranzo qui sotto, nella tavernetta, ma in un ristorante, ci hanno riservato una saletta. Ero io che preparavo per tutti, ma sono stanca. Andremo fuori, portandocela dietro, nel cuore”.

La madre di Nadia Toffa, presidente della Fondazione che porta il nome della Iena e che mira a raccogliere fondi destinati alla cura e alla ricerca oncologica, è stata criticata per essere apparsa svariate volte in tv negli ultimi mesi. “Noi soffriamo in silenzio e lontani da tutto – confessa Margherita – Io piango, con mio marito. Mi è successo di commuovermi in pubblico, in televisione. Credo sia normale. Uno mi ha scritto su Facebook che ‘si piange a casa’. L’ho perdonato. Ho fatto tre anni di Psicologia all’università, ho lasciato perché avevo tre figlie da seguire. Capisco certi comportamenti, a volte sono esibizionisti che esistono per il post che scrivono. Ci sono quelli che scrivono ‘finalmente sei crepata’. Quando lei era viva, le dicevo di non leggere i post, ma lei li leggeva. Oggi ce ne sono di meno, forse si sono vergognati. Ma ci sono. Comunque, io vado in televisione perché ho una missione da compiere, e me l’ha affidata Nadia. Devo raccontare, devo spiegare, la Fondazione che porta il suo nome esige il mio impegno, perciò Nadia è immortale”.

“Qualcuno mi critica? Pazienza. Io ho cambiato vita – aggiunge – Mi vede? Sono truccata e ben pettinata. L’ho imparato in ospedale. Mi hanno detto: ‘Lei si trucchi e vada dal parrucchiere. Nadia si specchia in lei, deve vedere una mamma in forma’. Così ho fatto. Mi scappa la lacrima? Mi piace vedere Nadia così ingrandita e felice, nei filmati che mandano. È bello. Mi viene da piangere ma sono felice (…) Lei è volata in un cielo blu, ed è felice. Mi diceva che non dovevo sentirmi mutilata, sapeva che i genitori che perdono un figlio si sentono così”.

“Sono presidente della Fondazione, fatta con mio marito, le figlie e alcuni amici stretti – conclude – Porto questo peso, mi tocca apparire, ma è giusto così. Penso sempre questa cosa, ed è un vecchio detto: non cade foglia che Dio non voglia. Ma va di pari passo con il libero arbitrio. Con Gesù abbiamo scelto la nostra esperienza. Questo posso dire, a chi mi critica, e li ho perdonati, eh”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823