Mauro Casciari dice addio a "Le Iene" dopo 9 anni - Perizona Magazine

Mauro Casciari dice addio a “Le Iene” dopo 9 anni

Daniela Vitello

Mauro Casciari dice addio a “Le Iene” dopo 9 anni

| 03/03/2016

Mauro Casciari lascia “Le Iene”. Ad annunciarlo è lui stesso in un’intervista a “Tv Blog” in cui spiega anche i motivi dell’addio dopo 9 anni e quasi 200 servizi.

“Lavorare a Le Iene è bellissimo ma anche molto stressante – spiega – principalmente perché non lascia spazio per fare altro. Ho sempre fatto l’autore dei miei pezzi e per i primi otto anni li ho sempre montati da solo. Per riuscire a chiudere un pezzo a settimana, però, non puoi avere tempo libero. Questo vale per me come per tutti i miei colleghi del programma, solo che io ho 43 anni e questa vita nomade stava cominciando a pesarmi davvero tanto. A parte l’ansia che ormai fa parte di me, ho una fascite plantare da cinque mesi che mi impedisce di correre per quanto io ami la corsa. Non ho ancora avuto tempo per curarmela e negli ultimi tre mesi ho preso sei chili. Al di là di questa condizione psicofisica, so di essere altro oltre a quello che si è visto nei miei servizi a Le Iene: io e Agresti siamo sempre stati i giullari della redazione e questa mia verve non è mai riuscita ad emergere fino in fondo in tv. Negli ultimi anni c’è stato sempre meno spazio per la linea comica all’interno del programma, questo perché la tv è cambiata tra internet e digitale terrestre: se all’inizio Le Iene erano il programma giovane sul canale più giovane della televisione, oggi difficilmente un ragazzo sui 20 anni si metterebbe davanti alla tv per guardarsi una puntata intera di qualsiasi cosa. Magari il giorno dopo se la guardano a spezzoni su internet ma niente di più”.

Casciari racconta anche il momento preciso in cui ha maturato la decisione di lasciare il programma: “Per il servizio dei cani in Ungheria, uno dei miei ultimi servizi andati in onda, io e un giovanissimo operatore il 22 dicembre siamo andati a Como all’una di notte coi carabinieri che sequestravano gli animali arrivati qui illegalmente dall’Ungheria. Lì abbiamo scoperto che per seguire meglio questa storia il mattimo dopo dovevamo essere a Rimini. Quindi ho preso la macchina – guidavo io – e alle quattro attraversando una nebbia che non avevo mai visto così spessa in vita mia, eravamo a Rimini. Mentre ero in ballo con tutto questo mi sono chiesto: ma io perché lo sto facendo? Ne vale davvero la pena? Perché dopo nove anni mi ritrovo ancora a fare questa roba qua?”.

“Con Parenti abbiamo avuto una discussione pacata – aggiunge – Lui ha il suo punto di vista sulla tv, per quanto, come ho avuto modo di dirgli spesso, non abbia il senso dell’arte e del bello. È un vero e proprio ragioniere della tv e alla fine vuoi o non vuoi ha ragione lui. Uno dei più grandi meriti che ha è quello di essere stato in grado di mantenere un equilibrio tra gli inviati, tra tutti noi. Siamo tutte primedonne e in ogni puntata non c’è spazio per tutti, ma lui non ha mai alimentato la competizione, scegliendo solo ciò che fosse meglio per il programma. Un’altra persona che ha la stessa capacità in questo senso è Linus di Radio Deejay. Quando ho affrontato il discorso con Parenti, comunque, lui mi ha detto “spiegami” e poi mi ha capito. Anche lui mi vedeva stanco nell’ultimo periodo, non è stata certo una sorpresa. È stato davvero molto comprensivo, non era così scontato visto che sto lasciando a metà produzione e questo non è particolarmente elegante da parte mia”.

 

Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965