La nuova vita di Valerio Scanu: "Tra sei mesi mi laureo in Giurisprudenza"

La nuova vita di Valerio Scanu: “Tra sei mesi mi laureo in Giurisprudenza”

Daniela Vitello

La nuova vita di Valerio Scanu: “Tra sei mesi mi laureo in Giurisprudenza”

| 19/01/2022
La nuova vita di Valerio Scanu: “Tra sei mesi mi laureo in Giurisprudenza”

Il cantante si è iscritto all’università nel 2018

  • Dal palcoscenico alle aule di tribunale
  • L’ex vincitore di Sanremo sta svolgendo il tirocinio
  • Il mio interesse nato dopo una denuncia per diffamazione

Valerio Scanu sta studiando per diventare avvocato. “RomaToday” ha pizzicato l’ex vincitore del “Festival di Sanremo” a piazzale Clodio in una delle aule in cui si stavano celebrando le udienze del giudice monocratico. Il cantante sardo, che ha partecipato a svariati programmi tv quali “Amici”, “L’Isola dei Famosi”, “Tale e Quale Show” e “Il Cantante Mascherato”, sta svolgendo il tirocinio necessario per il conseguimento della laurea in Giurisprudenza.

Valerio Scanu (Foto Instagram)

Il cantante si è iscritto all’università nel 2018

Valerio Scanu, racconta “RomaToday”, “ha preso posto in un’aula della palazzina B assistendo ai processi della giornata, affiancando il pubblico ministero e prendendo dimestichezza con la procedura penale. Il viso coperto dalla mascherina, blocco e penna appoggiati sul tavolo di fronte a sé, Scanu è rimasto in aula tutta la mattinata seguendo i lavori con attenzione”. Il cantante si è iscritto all’UniFortunato di Benevento nel 2018 e conta di laurearsi entro sei mesi.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Valerio Scanu (Foto Instagram)

“Durante il lockdown, ho frequentato a distanza”

“Ho deciso di iscrivermi a Giurisprudenza qualche anno fa – confessa a “RomaToday” – Avevo ricevuto una denuncia per diffamazione e ho iniziato a interessarmi all’iter. In quel caso la vicenda era un po’ particolare, alla fine si è chiusa con un’archiviazione perché è stato dimostrato che quanto avevo sostenuto poteva essere considerato polemico, ma non diffamatorio. Però a quel punto sono nati in me la curiosità e il desiderio di capire sino a che punto avrei potuto spingermi in ambito legale, e ho iniziato a studiare. Prima del lockdown frequentavo lezioni ed esami in presenza, dopo ho proseguito a distanza”.

“Mi piacerebbe esercitare proprio a Roma – aggiunge – In passato ho collaborato con diverse associazioni e onlus specializzate in diversi temi sociali, e mi piacerebbe continuare a farlo anche nelle vesti di avvocato. E poi credo di avere la ‘verve’ necessaria”.

LEGGI ANCHE: Valerio Scanu: “Con Maria De Filippi ci parliamo attraverso gli avvocati”

Valerio Scanu (Foto Instagram)

Il padre di Valerio Scanu stroncato dal Covid

Poco più di un anno fa, Valerio Scanu ha perso il padre Tonino stroncato dal Covid. L’uomo aveva 64 anni ed era ricoverato da un mese e mezzo al Mater Olbia, prima in sub intensiva e poi in terapia intensiva.  Il cantante aveva raccontato il suo dramma familiare a “Storie Italiane”: “È andato in ospedale con le sue gambe, dopo che il tampone era positivo. Aveva il casco per respirare. Avevamo notizie tramite mia madre. Dopo i primi sintomi, una prima febbriciattola, mia madre lo ha isolato in una casetta sotto la nostra. Non respirava bene e aveva già l’ossigeno nel giorno del tampone. Lo hanno trasferito in ospedale. Sono 11 giorni che è intubato. Molte notizie erano frammentarie: loro sono in Sardegna, io a Roma. Adesso abbiamo tutte le informazioni, ma le sue situazioni migliorano e peggiorano da un momento all’altro”.

Valerio Scanu (Foto da video)

“I polmoni sono compromessi – aveva aggiunto – Ieri hanno provato a fare una manovra per svezzarlo dal ventilatore e la manovra non è andata come previsto. Gli hanno fatto una tracheotomia. Mio padre ha comunque una bella stazza e ho parlato con una dottoressa che mi ha raccontato che prima di portarlo in terapia intensiva parlava, parlava. Lui è molto altruista. Voleva parlare di noi. Lei, la dottoressa, lo invitava a calmarsi e a respirare. C’è un’intera comunità che lo ama. Sapevo che lo amavano, perché ha fatto tanto per il paese”.

Copyright © 2022

livesicilia.it

P.I. 05808650823