Giovanni va a letto con la cugina, la moglie tradita: "Maria, dovresti vederla"

Giovanni va a letto con la cugina, la moglie tradita: “Maria, dovresti vederla”

Daniela Vitello

Giovanni va a letto con la cugina, la moglie tradita: “Maria, dovresti vederla”

| 09/01/2022
Giovanni va a letto con la cugina, la moglie tradita: “Maria, dovresti vederla”

La storia di Giovanni e Alessia accende il web

  • Il giovane ha tradito la moglie dopo che lei aveva perso un figlio
  • “Ho distrutto il nostro matrimonio, la colpa è solo mia, sono un vigliacco”
  • La moglie “massacra” l’amante: “In famiglia lo sanno che non è Santa Maria Goretti”

A far letteralmente esplodere il web ieri sera, durante la prima puntata della nuova stagione di “C’è posta per te”, è stata la storia di Giovanni e Alessia, una coppia di Boscoreale, in provincia di Napoli. Da più di cinque mesi, Giovanni non può rientrare nella sua città, a casa sua, nel suo quartiere. “Ho fatto un errore gravissimo, che mia moglie mi rinfaccia dicendomi che le ho messo la vergogna addosso”, esordisce il giovane.

Giovanni ha tradito la moglie con una parente: “Non so cosa mi sia successo”

Dopo 14 anni di fidanzamento e di convivenza e pochi mesi di matrimonio (si erano sposati il 28 agosto 2020, ndr.), Giovanni ha tradito la consorte con una parente. Le corna si sono consumate nel momento peggiore in cui potessero avvenire. Alessia aveva appena vissuto il dramma di un aborto spontaneo. “Io non so cosa mi sia successo ma, nello stesso periodo, a furia di frequentare questa mia parente tra me e lei scatta qualcosa e io tradisco per la prima volta mia moglie – racconta Giovanni – La situazione diventa quasi invivibile perché questa ragazza mi chiede sempre di più e arriva al punto di chiedermi di fare un figlio”.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Quando la consorte ha iniziato a insospettirsi, ha cercato di lasciare l’amante

La parente gli chiede anche degli aiuti economici sostenendo di essere in una situazione di difficoltà e lui glieli dà, di nascosto dalla moglie. Alessia inizia ad accorgersi dai suoi comportamenti che qualcosa non va e a sospettare che ci sia qualcosa con questa parente. Ad un certo punto gli dice: “Tu stai facendo qualcosa che non va, quindi smetti subito”. Giovanni parte in crociera con Alessia ma quando torna vede la parente e ci ricasca. Non sapendo più come uscirne, prende una scheda telefonica che non corrisponde al suo numero e da lì manda un messaggio anonimo al fidanzato della parente in cui scrive: “Stai attento a come si comporta la tua fidanzata perché non si comporta da fidanzata”. Per far vedere che sta dicendo la verità, gli invia anche delle foto intime che aveva ricevuto dalla parente.

Alessia gli ha spaccato una bottiglia in testa e si è tolta la fede

Così facendo, pensava che il fidanzato avrebbe preso dei provvedimenti, ovvero di tenere la compagna più legata a sé. In questo modo, la parente sarebbe uscita di meno e la loro storia clandestina si sarebbe chiusa. Poi “per essere onesto”, Giovanni chiama l’amante e le confessa quello che aveva appena fatto. La ragazza sviene e il padre di lei che è lì vicino prende il cellulare e scopre le chat tra di loro. Il padre dell’amante va a casa sua e lo picchia. Giovanni, nel panico più totale, prende la moglie e si allontana da Napoli per una settimana. Resosi conto che non poteva più nascondere la cosa, decide di dire la verità alla moglie che si toglie la fede, gli tira una bottiglia in testa e lo caccia di casa. Giovanni si aggrappa al fatto che Alessia non sia ancora andata da un avvocato a chiedere il divorzio.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

“Ho distrutto il mio matrimonio, sono un vigliacco”

Quindi decide di scrivere a “C’è posta per te”, per farsi perdonare. Oltre la moglie, invita anche il suocero Gennaro. Maria De Filippi mette subito le mani avanti: “E’ tanto quello che è successo, però ci proviamo”. Alessia e Gennaro accettano l’invito e Giovanni prende la parola in lacrime. “Ti chiedo perdono per tutto il male che ti ho fatto – dice – So che non ti fidi più di me e farò di tutto per farti capire quanto io stia male e sia pentito. Non c’è mai stato un sentimento nei confronti dell’altra persona. Ho distrutto il nostro matrimonio e la colpa è solo mia. So che non ti ho fatto sentire amata come dovevi e questa cosa mi uccide dentro. Non sono mai stato bravo con le parole ma io ti amo, ti ho sempre amato e ti amerò per sempre. Voglio costruire una famiglia con te, come già stavamo facendo. Spero che un giorno riuscirai a guardarmi negli occhi come l’uomo di cui eri innamorata”. Poi si rivolge così al suocero: “Gennaro, devo delle scuse anche a te. Ho mancato di rispetto ad Alessia e l’ho ferita. Sono un vigliacco, perdonami”.

Alessia: “Mi ha colpito in un momento pessimo, avevo perso il nostro bambino”

“Io gli ho detto: ‘Chiudi…chiunque essa sia, non voglio nemmeno sapere chi è. Chiudimi e rendimi felice’ – confessa Alessia – Non avevo capito che era lei ma avevo capito che c’era qualcuna’. E’ vero che gli dico ‘fai schifo’ ma è il minimo rispetto a quello che provo e a come sono stata. Dire ‘fai schifo’ è veramente una piccolezza in confronto a quello che gli vorrei dire veramente. Purtroppo tendo a proteggerlo anche in questo perché io non faccio quello che non vorrei mi fosse fatto. Quindi preferisco non parlare e tenermi il mio dolore”. “Lui mi ha colpito in un momento pessimo – prosegue – Avevo perso un bambino, avevo bisogno di lui e lui non c’è stato. Quando sono stata male lui non c’era e poi ha continuato a infierire sul mio dolore. Non è normale! Mi sono pure sentita in colpa perché non stavo bene e mi ero assentata psicologicamente. In tutto questo ero l’unica che lavorava e lui aiutava lei. Lei aveva bisogno di lui, non la moglie che aveva perso un figlio”.

Il suocero: “Ti ho sempre trattato come un figlio, potevi chiedermi aiuto”

Gennaro sottolinea che il tradimento può anche capitare. Tuttavia quando avviene nell’ambito familiare è molto più grave. Alessia non crede che il marito l’abbia tradita solo perchè spinto da un’attrazione fisica: “Non le avrebbe comprato le cose che le ha comprato, non avrebbe messaggiato giorno e notte con lei mentre era in vacanza con me. Che lei, oltre che con lui, andasse con altre persone lo sapevamo tutti. Lui l’avrebbe voluta solo per sé ma lei non era un’altra Alessia. Perché ha mandato il messaggio al fidanzato? Ormai il guaio l’aveva fatto, a questo punto se la teneva”. “Io avevo trovato la strada per uscire da questa cosa”, sostiene Giovanni. “Tu non ci dovevi proprio entrare, forse non ti è chiaro – sentenzia la moglie – Quella la conosci bene, fa così con tutti perché non sei il primo e ti assicuro neanche l’ultimo. Dovevi venire da me e ci parlavo io con lei”. “Ci è entrato una volta, due volte, tre…e non sappiamo ancora quante volte – interviene Gennaro – Se ci entri sempre qualche motivo ci sarà. Mi vedevi tutte le sere, potevi chiedermi aiuto. Ti ho sempre trattato come un figlio. Ti vergognavi? Non è più vergognoso adesso?”.

Alessia: “Maria, dovresti vederla. Almeno poteva tradirmi con una meglio di me”

“Avevi tutto – fa presente Alessia – Ti ho dato un matrimonio perché ti amavo, non è che l’ho dato al primo che ho incontrato perché io col primo che incontro non mi sposo e non ci faccio un figlio”. “Vuol sapere perché l’hai fatto e se provavi un sentimento per questa ragazza”, chiede Maria De Filippi. “La colpa è solo mia ma giuro che non riuscivo a uscirne – continua a ripetere Giovanni – Non provavo niente per lei, te lo giuro su mio padre. Se avessi provato un sentimento, avrei continuato questa relazione.  Mi sono trovato coinvolto, non so neanch’io come”. “Dopo che ti sei fatto i fatti tuoi, la cosa stava venendo a galla e hai pensato di uscirtene così – rileva la consorte – Se io non ho colpe, perché andavi a letto con lei? Non lo so…come ce l’ha? La tiene d’oro? D’oro non esiste. Maria, te la vorrei far vedere. Ma per piacere! Almeno fallo con una meglio di me…se la trovi però. Neanche caratterialmente era meglio di me. Niente, zero”.

“Era tua cugina! E’ un tunnel….sai quanti tram ci passano?”

“Era per sess0? Sì o no?”, incalza la conduttrice. “Sì”, ammette Giovanni. “Ah…mo’ ci vuole l’applauso – ironizza Alessia – C’era solo quello? E mo’ ti tieni quello. A me non va che si deve umiliare in questo modo. Lei ha fatto l’amica con me, mi ha portato a mangiare a casa sua, voleva venire a farmi la notte quando ho perso il bambino. La famiglia lo sa che lei non è Santa Maria Goretti e lo sapeva anche lui. Il fidanzato di quella è un poverino, da 18 anni non sa chi si tiene accanto. Lui non ci doveva proprio entrare in quel tunnel…lei è il tunnel…a voglia di tram che ci passano. Tu la conoscevi bene, era tua cugina”. “Mia moglie e le sorelle di Alessia, se la incontrano, la vogliono uccidere”, confida Gennaro.

“Il sentimento non finisce dopo tre mesi ma aumenta quello per me stessa”

Giovanni cerca di addossare la colpa all’amante (“Non so cosa mi ha fatto”) ma per Alessia la responsabilità è tutta del marito: “Giovanni, io ero sposata con te, non con lei. Se tu mi amavi veramente e avevi occhi solo per me, poteva venire veramente pure Belen e tu abbassavi la testa. Come sto io? Adesso sicuramente meglio ma quando ci penso mi sale. Più che rabbia, è delusione perché io veramente non me lo meritavo. In un momento come quello…no!” “Cosa provo per lui? Il sentimento non finisce dopo tre mesi ma aumenta quella per te stessa – confida – Io ti stavo dando un figlio, più di quello non ti posso dare. Tu non l’hai apprezzato. Non ho chiesto ancora la separazione perché non ne ho avuto il tempo e anche in questo caso sto cercando il modo di proteggerlo economicamente perché ha un costo e lui non apprezza”.

“Non voglio mettere più a rischio la mia felicità, preferisco stare da sola”

Alessia conferma di non voler tornare con lui: “La mia felicità non me la metto più a rischio, preferisco essere da sola. Io non mi fido di te, non ti affiderò più la mia vita. Per tredici anni hai avuto la mia vita in mano. Io non ti credo! Più di quello che ti ho dato, non posso darti. Quello che ti ho dato non è andato bene, forse era troppo. Adesso non posso darti altro. Mi dispiace, l’ho amato più di me. E’ vero che in tre mesi il sentimento non finisce, però io non ce la faccio a mettere a rischio la mia felicità. Vorrei che crescesse perché così capirebbe quello che ha combinato. Secondo te perché in questi 13 anni tu hai sbagliato sempre e io non ho sbagliato mai? Perché io ero più innamorata di te. Perché io a un altro nemmeno lo guardavo? Fatti questa domanda e datti una risposta se la trovi. Io sono convinta che la mia vita non è più con te”.

GUARDA IL VIDEO INTEGRALE

“Mi auguro che cresca per se stesso e per la sua famiglia”

Alessia chiude la busta in lacrime: “Fa più male a me che a lui ma non l’ho voluto io. Vorrei solo che lui crescesse per lui e per la sua famiglia perché la sua famiglia mi ha sempre trattato come una regina. Quello che non ha mai fatto lui, lo compensavano loro”. “Giovanni, è tanto arrabbiata. Bisogna far passare il tempo e non è detto che…”, chiosa Maria De Filippi.

Copyright © 2022

livesicilia.it

P.I. 05808650823