Selvaggia Lucarelli saluta la Sicilia: “Non sono nemica della contentezza ma amica della verità”

Selvaggia Lucarelli saluta la Sicilia: “Non sono nemica della contentezza ma amica della verità”

Daniela Vitello

Selvaggia Lucarelli saluta la Sicilia: “Non sono nemica della contentezza ma amica della verità”

| 30/08/2021
Selvaggia Lucarelli saluta la Sicilia: “Non sono nemica della contentezza ma amica della verità”

La giornalista rientra a Milano

  • Il suo tour siciliano è durato un mese
  • Il messaggio social: “Ho imparato molto, dalla bellezza e dal suo contrario”
  • Selvaggia Lucarelli porta con sé un “pezzo” di Sicilia: il felino Evangelion adottato a Noto

E’ durato un mese il tour siciliano di Selvaggia Lucarelli. Ieri sera la giornalista di “Tpi” e del “Fatto Quotidiano” è rientrata a Milano ma ha promesso che nei prossimi giorni tornerà a scrivere della Sicilia tirando le somme di un viaggio fatto di piacevoli e insieme spiacevoli scoperte.

“Ho detto ad alta voce quello che è sotto gli occhi di tutti”

“Desidero ringraziare i siciliani che in questi giorni mi stanno scrivendo o fermando per strada per dirmi che apprezzano il modo in cui sto raccontando la loro terra – ha scritto ieri tra le Instagram Stories – Nel bene e nel male, io non ho alcun merito se non l’aver detto ad alta voce quello che è sotto gli occhi di tutti. Agli altri, quelli che ‘stai zitta e fai la turista’, ricordo che oggi, 30 anni fa esatti, veniva ucciso Libero Grassi”.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

“Non sono nemica della felicità, sono amica della verità”

“C’è ancora tanto da lavorare, a quanto pare – ha aggiunto – E se non siete voi i primi a sfidare il silenzio, i turisti e chiunque venga dalle vostre parti potranno sempre e solo postare la parte Instagrammabile della Sicilia. E sapete perché? Per non sentirsi quelli che sono ‘nemici ra cuntintizza’. Come si dice da queste parti. No, non sono nemica della felicità. Sono amica della verità”.

“Torno a casa con la sensazione di avere imparato molto”

“Detto ciò, in quello che ho visto, c’è ancora molto da raccontare – ha concluso – C’è molto di più di quello che ho detto fin qui. Tirerò le somme nei prossimi giorni. Adesso è ora di tornare a casa, con la sensazione di avere imparato molto. Dalla bellezza e dal suo contrario”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Selvaggia Lucarelli porta con sé un “pezzo” di Sicilia

A Noto, mentre battibeccava con il sindaco per la “munnizza” e con il proprietario della villa che aveva preso in affitto e i cui disservizi hanno reso la sua vacanza un incubo, Selvaggia Lucarelli è rimasta folgorata da un gattino randagio che si è subito unito all’allegra carovana entrando a far parte della famiglia della giornalista.

Evangelion, il gatto siculo di Selvaggia Lucarelli (Foto Instagram)

“Dalla Sicilia non potevo che portarmi dietro un arancinO”, ha ironizzato la Lucarelli. Immancabile il commento sul “sesso” della prelibatezza sicula: “A Palermo l’arancina è Fimmina”. “Lui è masculo”, ha tenuto a precisare la Lucarelli. Il felino è stato ribattezzato Evangelion e la convivenza con il “veterano” di casa, il Cavalier King Godzilla, sembra tutt’altro che semplice. Godzilla, ha fatto sapere Selvaggia, “ha la presunzione di credere di poter dominare quando c’è intorno un felino”.

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823