Denise Pipitone, diffida blocca la messa in onda dell’intervista: la reazione di Matano

Denise Pipitone, diffida blocca la messa in onda dell’intervista: la reazione di Matano

Daniela Vitello

Denise Pipitone, diffida blocca la messa in onda dell’intervista: la reazione di Matano

| 23/05/2021
Denise Pipitone, diffida blocca la messa in onda dell’intervista: la reazione di Matano

E’ accaduto venerdì scorso a “La Vita in Diretta”

  • La giornalista aveva intervistato la zia dell’ex di Jessica Pulizzi
  • Matano contrariato: “Perchè bloccare l’intervista, se non si ha nulla da temere?
  • “La signora ha risposto alle domande ed era molto tranquilla”

Venerdì scorso, come ogni giorno,La Vita in Diretta” ha dedicato un ampio blocco al caso della scomparsa di Denise Pipitone. In apertura di puntata, Alberto Matano ha annunciato di essere in possesso di un documento esclusivo.

“Abbiamo un documento importante perché parla con noi uno dei parenti di un protagonista – ha detto – In questo momento stiamo comprendendo se possiamo mandare in onda il documento perché è appena arrivata una lettera e non sappiamo se si può fare”.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Il documento a cui faceva riferimento il conduttore era un’intervista alla zia di Gaspare Ghaleb, che all’epoca della scomparsa di Denise era sentimentalmente legato a Jessica Pulizzi.

Alberto Matano (Foto da video)

Una diffida ha bloccato la messa in onda del documento

Poco dopo, Alberto Matano ha parlato di una diffida che ha di fatto bloccato la messa in onda dell’intervista.

“La nostra giornalista è andata dai familiari di Gaspare Ghaleb, in particolare dalla zia – ha raccontato visibilmente contrariato – La zia ha fatto una lunga intervista con noi, ci ha accolto a casa sua, nel cortile, ha risposto alle domande ed era molto tranquilla. Chiaramente l’intervista non è stata rubata. Io ho visto il documento e la signora rispondeva con molta tranquillità”.

GUARDA IL VIDEO

Alberto Matano (Foto da video)

“Eppure – ha aggiunto il conduttore – poco fa è arrivata una diffida a me e al programma dal trasmettere l’intervista. Mi domando soltanto una cosa. Sono passati 17 anni, perché bloccare un’intervista nella quale si risponde a delle domande, se non si ha nulla da nascondere? Se non si ha nulla da temere, perché non dire come stanno le cose?”.

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823