Totti-Ilary, Adinolfi contro il divorzio: "E' l'inferno, va vietato! Vedete come finisce?"

Totti-Ilary, Adinolfi contro il divorzio: “E’ l’inferno, va vietato! Vedete come finisce?”

Daniela Vitello

Totti-Ilary, Adinolfi contro il divorzio: “E’ l’inferno, va vietato! Vedete come finisce?”

| 12/09/2022
Totti-Ilary, Adinolfi contro il divorzio: “E’ l’inferno, va vietato! Vedete come finisce?”

3' DI LETTURA

La battaglia mediatica e legale tra Francesco Totti e Ilary Blasi è l’argomento più gettonato sul web. Tra quanti hanno espresso la loro opinione sull’argomento c’è anche Mario Adinolfi. Il co-fondatore di Alternativa per l’Italia insieme a Simone Di Stefano ha pubblicato una serie di post con cui condanna l’istituzione del divorzio.

Mario Adinolfi con la moglie Silvia Pardolesi (Foto Facebook)

“Sempre più convinto che il divorzio apra allo schifo”

“Hai voglia a far di tutto per appassionare la gente alla politica – ha esordito – Il colpo giornalistico dell’anno, peraltro piazzato nella penultima domenica di campagna elettorale, è l’intervista di Cazzullo a Totti: ‘Non ho tradito io per primo’. Un po’ pochino per salvare un matrimonio. Strano che Cazzullo non gli abbia chiesto: per chi voti? Intanto leggo e rileggo i dettagli e mi pare una storia di una povertà unica: t’ho tradito prima io, no prima tu, ti frego i Rolex, ti nascondo le borse, t’ho pagato il viaggio in Tanzania. Sullo sfondo il dolore dei figli, pronto ad essere usato in una guerra tra avvocati di grido che ne faranno scempio per allocare interessi economici. Sempre più convinto che il divorzio apra allo schifo”.

Mario Adinolfi (Foto Facebook)

“Il matrimonio va rafforzato, non indebolito”

“Come potranno sentirsi i figli di Totti – ha proseguito – leggendo il papà dare della traditrice alla mamma, al nonno del trafugatore di Rolex, per avviare la battaglia legale sui soldi? Cazzullo cementa la mia certezza: il divorzio è l’inferno, va vietato, così prima di sposarsi ci si pensa bene. Mi divertono, ogni volta che scrivo una frase contro il divorzio, i cani di Pavlov scrivere che io sono divorziato. Deve essere proprio stupido chi non capisce che il più convincente denigratore della droga è l’ex tossico. Il matrimonio va rafforzato, non indebolito. Totti docet”.
CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Mario Adinolfi con la moglie Silvia Pardolesi (Foto Facebook)

“Vedo famiglie sfasciate e un’infinità di dolore”

“Il matrimonio deve essere per la vita – ha dichiarato – Come è sempre stato. I nostri genitori restavano insieme magari detestandosi ma offrivano ai figli quel di cui i figli hanno bisogno: la stabilità della famiglia. Se papà addita mamma come traditrice non fa il loro bene. Totti ha sbagliato. E, mi dispiace, io non vedo vantaggi nella società che consente il divorzio diffuso rispetto a quella che lo vietava. Vedo famiglie sfasciate e un’infinità di dolore in più, in particolare dei figli. Potete urlare e strepitare, ma i fatti sono questi. E lo dico da divorziato”.

Mario Adinolfi (Foto Facebook)

“Scritte cose turpi verso mia moglie e le mie figlie”

“CorSera fa dire a Totti che la moglie lo tradisce e col suocero ruba i Rolex – ha aggiunto – Repubblica replica col pizzino del legale della Blasi: ‘Ilary ha visto cose che potrebbero rovinare 50 famiglie’. Vai, dividetevi in curve contrapposte come al solito. Io sono nel team ‘poveri figli’. Per tutto il giorno s’è discusso della mia contrarietà al divorzio. S’è affermato in modo stupido che poiché sono divorziato non posso essere contrario. Lo si è fatto scrivendo le cose più turpi verso mia moglie e le mie figlie. Ma tanti han lasciato un silenzioso like. Si lotta”.

Mario Adinolfi (Foto da video)

“L’Italia migliore era quella che difendeva l’istituto matrimoniale”

“Il 99% di chi contesta il mio diritto di essere contro il divorzio, mai contesterebbe a Sofri i pezzi che scriveva su Calabresi su Lotta Continua o a Scalfari gli articoli che scriveva su Roma Fascista – ha concluso – È la doppia morale della sinistra: solo loro hanno diritto a cambiare idea. Nel 1974 la Dc e il Movimento Sociale Italiano si batterono per abrogare il divorzio. Furono sconfitti, ma più di 13 milioni di italiani votarono per difendere l’istituto matrimoniale e la stabilità della famiglia come valore fondante della società. Era l’Italia migliore”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 12/09/2022 18:14
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965