Tiene la moglie mummificata in casa per 4 mesi: "Non volevo separarmi da lei, l'amavo troppo"

Tiene la moglie mummificata in casa per 4 mesi: “Non volevo separarmi da lei, l’amavo troppo”

Daniela Vitello

Tiene la moglie mummificata in casa per 4 mesi: “Non volevo separarmi da lei, l’amavo troppo”

| 13/02/2022
Tiene la moglie mummificata in casa per 4 mesi: “Non volevo separarmi da lei, l’amavo troppo”

4' DI LETTURA

La 90enne è deceduta il 7 ottobre 2021

  • I carabinieri hanno scoperto il corpo una settimana fa a seguito di una segnalazione
  • Il marito a “Pomeriggio Cinque”: “Barbara, l’ho lasciata sul divano da dove guardavamo la tua trasmissione”
  • Lo sfogo: “I vicini ci isolavano e non si fermavano mai a parlare con noi per via della nostra differenza d’età”

In collegamento con “Pomeriggio Cinque” da Roma c’è Antonio, il 63enne balzato agli onori della cronaca per avere tenuto il cadavere mummificato della moglie 90enne Denise per quattro mesi. I carabinieri che hanno bussato alla porta di Antonio una settimana fa dopo una segnalazione hanno rinvenuto il corpo sul divano della camera da letto.

“L’ho tenuta sul divano da dove guardavamo la tua trasmissione”

“L’ho tenuta per quattro mesi nella stessa identica posizione in cui è deceduta, sul divano in camera da letto dove in questi lunghi anni spesso guardavamo la televisione insieme – racconta Antonio a Barbara D’Urso – Guardavamo spesso anche la tua bellissima trasmissione. Eravamo affezionati a quel luogo. Non volevo separarmi da lei per sempre. E’ morta il 7 ottobre 2021. Siamo stati insieme per 14 anni. E’ stato un grandissimo amore, lei era una persona intellettualmente vivace, sobria, educata, gentile. Era quanto di meglio potessi trovare, una persona meravigliosa. Penso che queste cose durino per sempre”.

Barbara D’Urso e Antonio (Foto da video)

“Ancora ora è come se fosse accanto a me, anzi ti saluta”

“Mia moglie è morta per cause naturali – prosegue – Da quasi due anni soffriva di Alzheimer. Ho tenuto il corpo in condizioni igieniche ottime tanto che lo stesso maresciallo quando è entrato in casa ha detto: ‘Anzi è tenuta abbastanza bene per essere morta da quattro mesi’. Per me era una presenza viva che io ho curato con tanto amore. Le ho messo un plaid sulla testa e un contenitore sotto (per i liquidi, ndr.). Per me era viva. In questo momento, ad esempio, è come se fosse seduta accanto a me. Anzi, Denise ti manda un saluto perché apprezzava tanto la tua bella trasmissione”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Antonio con l’inviata di ‘Pomeriggio Cinque’ Giorgia Scaccia (Foto da video)

Barbara D’Urso: “Capisci che quello che hai fatto non è normale?”

“Quindi tu per quattro mesi guardavi la mia trasmissione insieme a tua moglie morta?”, chiede Barbara D’Urso. “Non solo la tua, ne guardavamo tante. “L’Eredità”, “Porta a porta”, le opere liriche ci piacevano tantissimo”, svela l’uomo. “Io comprendo il grande amore che avevi per tua moglie e quello che lei provava per te. Ma perché l’hai fatto? Capisci che non è normale?”, fa notare la conduttrice.

Barbara D’Urso e Antonio (Foto da video)

“Io avevo solo lei e lei aveva solo me, le nostre solitudini si sono unite”

“Lei era l’unica persona che avevo e io ero l’unica persona che lei aveva – spiega Antonio – Noi eravamo due solitudini che si sono unite. Non so se lei avrebbe fatto lo stesso. Lei è sempre accanto a me, ce l’ho qui nel divano. Non so dare una spiegazione razionale. Capisco che non è normale da un punto di vista socio-legale. All’inizio ho dormito nella camera da letto con mia moglie morta, poi ho dormito in un’altra stanza. Però per me era sempre una presenza viva”.

Antonio con l’inviata di ‘Pomeriggio Cinque’ Giorgia Scaccia (Foto da video)

“Ho fatto un errore ma stavo già pensando a come darle la giusta sepoltura”

“Ognuno di noi ha perso una persona che amava follemente ma non è che perché non vuoi separartene la tieni in casa così. Se non fossero arrivati i carabinieri, tu avresti continuato a tenerla così?”, domanda la conduttrice. “Assolutamente no. Già io cominciavo a pensare e ad elaborare qualche sistema per dare una giusta sepoltura e fare il funerale – risponde Antonio – E’ un errore che ho fatto, adesso ci sarà l’autopsia, sono indagato…certo! Una settimana fa, hanno bussato i carabinieri e hanno chiesto di parlare con Denise. Io ho fatto vedere quello che c’era, li ho fatti entrare nella stanza da letto. Li ho assecondati, sono stati meravigliosi. Mi sono rimaste impresse le parole del maresciallo: ‘E’ tenuta bene’”.

GUARDA IL VIDEO

Barbara D’Urso e Antonio (Foto da video)

“I vicini ci isolavano e non si fermavano mai a parlare con noi”

Antonio si lamenta anche dei vicini che, a suo dire, non rivolgevano la parola né a lui né alla moglie per via della loro differenza d’età: “Era una sorta di isolamento socio-culturale. Non eravamo ben visti. Eravamo sgraditi pure se ci affacciavamo alla finestra. Quando ci incontravano nel cortile, non si fermavano mai a parlare con noi. Non era solo per via della differenza d’età. Mia moglie era anche straniera, francese e aveva lontane origini ebree”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 13/02/2022 14:03
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965