Ilary Blasi: "Contro di me un accanimento mediatico schifoso"

Ilary Blasi: “Contro di me un accanimento mediatico schifoso”

Daniela Vitello

Ilary Blasi: “Contro di me un accanimento mediatico schifoso”

| 20/03/2022
Ilary Blasi: “Contro di me un accanimento mediatico schifoso”

5' DI LETTURA

Ospite di “Verissimo” per promuovere “L’Isola dei Famosi”, Ilary Blasi parla per la prima volta della bufera mediatica che ha investito la sua famiglia. In riferimento alla notizia data per certa della sua separazione dal marito Francesco Totti, la conduttrice Mediaset parla di un accanimento mediatico vergognoso.

“Il nostro pensiero è andato ai nostri figli”

“Su questa storia si è detto tanto, forse anche troppo – esordisce – E’ stato un accanimento mediatico nei miei confronti e della mia famiglia. Sinceramente noi non dobbiamo dare spiegazioni a nessuno se non ai miei figli. Ormai sono grandi e ovviamente ci hanno chiesto cosa stesse succedendo e perché scrivevano quelle cose. Quindi la nostra preoccupazione, il nostro pensiero è andato a loro”.

Ilary Blasi e Silvia Toffanin (Foto Facebook)

“Notizie del genere escono sistematicamente ogni tot di anni”

“La cosa strana è che non era un gossip, era proprio una notizia certa”, sottolinea Silvia Toffanin. “Sì, questa volta sì – replica la Blasi – Però da quando mi sono fidanzata con Francesco Totti, ogni tot di anni sistematicamente, sempre con la stessa modalità, sono uscite questo tipo di notizie, delle illazioni, più o meno pesanti. E’ sempre successo così. Il gossip poi si fa più succoso e sembra più veritiero quando magari si accosta e si dà un nome o un cognome o un volto. Ripeto, è stato un accanimento mediatico anche se poi è durato tre giorni”.

Francesco Totti e Ilary Blasi (Foto ‘Chi’)

“Non conosco Noemi, a Francesco ha chiesto una foto col figlio”

“La cosa che è stata veramente vergognosa è che quotidiani nazionali, quindi di una certa credibilità, come il “Corriere della Sera”, “La Repubblica”, “Il Messaggero”, hanno dato la notizia come se fosse certa e hanno fatto una grande figura di me**a – sentenzia Ilary – Scusa se uso questa parola molto forte come forti sono state le loro illazioni. Hanno accostato dei nomi a me, un collega tv e un attore. Luca Marinelli (l’attore, ndr.) non lo conosco. A Francesco è stato associato il nome di Noemi con tanto di foto allo stadio. Io non la conosco, lui l’ha incontrata forse in un centro sportivo e gli ha chiesto una foto con il figlio ma questo succede tutti i giorni nella vita di mio marito. Ogni giorno lui fa foto, autografi, la gente si ferma, gli parla”.

Ilary Blasi (Foto Facebook)

La storia si ripete

Quando Ilary Blasi parla di pesanti illazioni che “escono sistematicamente ogni tot di anni” si riferisce al rumor di un presunto tradimento del marito messo in circolazione da Fabrizio Corona pochi giorni prima del loro matrimonio. All’epoca, la conduttrice era incinta del suo primogenito.

“Quando si parla di Totti il circo mediatico è garantito”

“Succede sempre prima di qualche evento, prima del matrimonio, prima dell’Isola – rivela – Perché succede? Certo ce lo siamo chiesti. Però se tu pensi che in quei giorni era scoppiata la guerra e su tutti i tg si parlava di Putin e della fine del matrimonio di Francesco Totti. Io non so se in Italia altre coppie avrebbero avuto questa risonanza. Come vedi, Francesco Totti fa sempre un po’ di scalpore. Lo scoop, il gossip, il circo mediatico è quasi garantito quando si parla di lui. Se ci sono stata male? Mi verrebbe da dire che ci siamo quasi abituati”.

LEGGI ANCHE: Totti e Ilary insieme alla festa di compleanno della figlia Isabel – Foto

Francesco Totti e Ilary Blasi con la figlia Isabel (Foto Instagram)

“Siamo certi che dietro ci sia il disegno di qualcuno”

La conversazione si sposta nuovamente su Noemi: “La foto allo stadio, anziché mettere dei dubbi, a noi ha dato una certezza. La certezza che dietro ci fosse un’organizzazione, un disegno di qualcuno. Una foto fatta così allo stadio, a due file di distanza, vuol dire tutto ma non vuol dire nulla. Il fotografo scatta in uno stadio questa foto ad una ragazza con tanto di mascherina e che non è un personaggio pubblico. La riconoscono, fanno nome e cognome e fanno questa insinuazione. La foto è stata scattata il 5 febbraio mentre il caso mediatico è scoppiato intorno al 21. Quindi passano 15 giorni. Hanno solamente una foto allo stadio? Non hanno nient’altro? Oppure mi domando, visto che questa presunta amante ci sarebbe stata da mesi, per riconoscerla allo stadio e darle un nome e un volto vuol dire che lo sapevano…giusto? Però non c’è niente, solo una foto allo stadio. Uno non è libero neanche di andare allo stadio? Mio marito si porta un’amante allo stadio, quindi in un posto di lavoro, con mio figlio Cristian a 20 metri? Anche mio figlio va allo stadio”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Ilary Blasi e Silvia Toffanin (Foto Facebook)

“Debole non è la smentita di mio marito ma le loro illazioni”

“Poi Francesco fa una smentita, anche scocciato perché non è la prima volta che succede, e dicono che la smentita sembra un po’ debole – prosegue – A noi deboli sono sembrate le loro illazioni, non la smentita di mio marito. Non essendoci altre foto che testimoniano questa presunta storia, e i paparazzi e i giornalisti se vogliono e se sanno veramente le cose te le fanno le foto, i toni si sono un po’ smorzati e hanno cominciato a dire che il problema era per la gestione del patrimonio. Qui subentrano le mie sorelle che sono ragazze semplici e fanno lavori normali gestirebbero il patrimonio di mio marito. Quindi dicono che alla fine non ci separiamo più perché il patrimonio è difficile da dividere. Mi viene da ridere. Si separa Trump, si separa Bezos e noi non possiamo separarci. In confronto, parliamo di due spicci”.

GUARDA IL VIDEO INTEGRALE

Ilary Blasi (Foto Facebook)

“Mi hanno chiamato tutti, anche mia madre”

“Dopo la bufera, poi si è calmato tutto. Mi dispiace per la mia famiglia d’origine, non fanno questo lavoro. A parte che mi hanno chiamato tutti, anche mia madre, per chiedermi cosa stesse succedendo. Ripeto, loro sono un po’ abituati anche se è stato veramente schifoso. Questo è il termine da usare. I miei figli sono adolescenti, quindi leggono, si confrontano, escono, ci sono gli amici, chiedono. La risposta ce l’hanno, vivono con noi. Forse giustamente erano un po’ imbarazzati, un po’ si vergognavano perché gli amichetti cominciavano a chiedere. Con tutta tranquillità, gli abbiamo spiegato che questo genere di cose sono sempre accadute, solo che loro erano piccolini e non se lo ricordano. Sono 20 anni che sto con mio marito. Non ci sono cascata 20 anni fa e adesso, a 40, con l’esperienza, non ci casco”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 20/03/2022 18:16
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965