Il pranzo di famiglia si trasforma in focolaio, il calvario di Francesco Benigno

Il pranzo di famiglia si trasforma in focolaio, il calvario di Francesco Benigno

Daniela Vitello

Il pranzo di famiglia si trasforma in focolaio, il calvario di Francesco Benigno

| 22/03/2021
Il pranzo di famiglia si trasforma in focolaio, il calvario di Francesco Benigno

3' DI LETTURA

Francesco Benigno racconta, in un video condiviso oggi sui social, di essere reduce da un periodo difficile. L’attore palermitano e i suoi familiari hanno contratto il Covid-19. E’ accaduto dopo le festività natalizie. L’interprete di “Mery per sempre” lo svela soltanto adesso, in prossimità della Pasqua, per esortare la gente a non abbassare la guardia e a non compiere imprudenze che potrebbero ripercuotersi sulla propria salute e su quella dei propri familiari. Da un pranzo di Natale al quale ha partecipato il figlio di Benigno con moglie e figli, infatti, si è sviluppato un focolaio con circa 25 persone infettate.

Francesco Benigno nel film “Il colore del dolore – Palermo 30 anni prima”

“Mi sono contagiato andando a trovare i miei nipotini”

“Anche io sono stato contagiato dal Covid – esordisce l’attore – Mi auguro che questo video possa servire a far capire a tanti di voi che questo virus è veramente incredibile. Avete sentito molti personaggi dello spettacolo annunciare il contagio. Io ho preferito non farlo durante la mia quarantena e comunicarvelo soltanto adesso che, grazie a Dio, abbiamo superato questo momento difficile. Io e la mia compagna abbiamo preso tutte le precauzioni possibili ma è bastato andare a trovare a casa i miei nipotini e rimanere con loro 20 minuti, giusto il tempo di salutarli e prendere un thè con loro. Sono andato a trovarli il 4 gennaio. Purtroppo mio figlio era stato già contagiato in occasione di un pranzo di Natale tra parenti intimi. Vi ricordate quel famoso pranzo dove non si doveva essere più di cinque? Uno di questi parenti aveva il virus e ha contagiato mio figlio”.

Francesco Benigno (Foto da video)

“Sono state contagiate in tutto circa 25 persone”

“La mattina successiva al nostro incontro, mio figlio mi ha comunicato che aveva la febbre alta – racconta – Ci siamo messi subito in quarantena, cosa che dovremmo fare subito tutti. A distanza di quattro giorni, purtroppo, anch’io ho avuto la febbre a 38,4. Mio fratello che è medico mi ha fatto seguire il protocollo consigliato in questi casi. A parte un giorno di febbre, grazie a Dio, non ho avuto alcun tipo di problema. La mia saturazione è stata sempre molto alta. Niente tosse. Per un paio di giorni ho perso i sapori. La stessa cosa mio figlio che a sua volta aveva contagiato mia nuora e i miei nipoti, tutti asintomatici, i cognati…Alla fine sono state contagiate circa 25 persone. Grazie a Dio abbiamo superato brillantemente questa situazione. Nessuno di noi, dal mio nipotino di 2 anni al nonno di 75, ha avuto bisogno di ossigeno o di ricovero”.

Francesco Benigno (Foto da video)

“La mia compagna è stata molto male”

Ad avere la peggio è stata Valentina Magazzù, fidanzata e promessa sposa dell’attore siciliano. “La mia compagna è stata molto male, ne ha viste di tutti i colori – confida Benigno – Purtroppo i medici di famiglia, che non hanno ancora un protocollo preciso, danno consigli diversi. C’è chi ti dice ‘prendi l’antibiotico’, chi ti dice ‘prendi il cortisone’…C’è un po’ di confusione! La mia compagna non ha seguito il mio stesso protocollo perché è stata guidata dal suo medico di famiglia e ha avuto veramente dei momenti difficili. Ancora oggi si porta dietro il ‘long Covid’. Lei ha avuto bisogno di ricoveri. Niente terapia intensiva ma è stata malissimo. La febbre l’ha tormentata per più di un mese, ha avuto dolori lancinanti. Da qualche giorno, a distanza di due mesi, comincia piano piano a rivedere la luce, si sta rimettendo”.

Francesco Benigno e Valentina Magazzù (Foto da video)

“Non pensate di essere immuni”

“Non pensate di essere immuni o di non prenderlo mai perché è bello stron**tto – avverte l’attore – E’ stato un calvario! Credi di essere in una botta di ferro, a casa di tuo figlio, coi tuoi nipoti, e poi ti trovi contagiato in famiglia (…) Il dramma di questo contagio, al di là del rischio, è che non te ne esci prima di un mese. Tutto questo a tue spese. Lo Stato non ti compra le medicine né ti rimborsa i giorni di lavoro persi”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

GUARDA IL VIDEO COMPLETO

LEGGI ANCHE: Francesco Benigno, l’annuncio in tv: “Mi sposo il 24 giugno”

Francesco Benigno e Michele Placido (Foto da video)

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 22/03/2021 20:57
Copyright © 2023

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965