Grande Fratello Vip, il crollo emotivo di Andrea Zenga dopo l'incontro col padre in diretta tv - Perizona Magazine

Grande Fratello Vip, il crollo emotivo di Andrea Zenga dopo l’incontro col padre in diretta tv

Daniela Vitello

Grande Fratello Vip, il crollo emotivo di Andrea Zenga dopo l’incontro col padre in diretta tv

| 30/01/2021

  Ieri sera, durante la trentacinquesima puntata del “Grande Fratello Vip”, è andato in scena il tanto atteso faccia a […]

 

Ieri sera, durante la trentacinquesima puntata del “Grande Fratello Vip”, è andato in scena il tanto atteso faccia a faccia tra Walter Zenga e il figlio Andrea, nato insieme a Nicolò dal suo secondo matrimonio con Roberta Termali. Sia Andrea, attualmente recluso nella casa di Cinecittà, che il fratello sostengono che il padre non sia mai stato presente nella loro vita. L’ex portiere dell’Inter, oggi allenatore, ha un’idea completamente diversa del loro rapporto.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

“Ho visto che si parla di guerra – ha spiegato Walter prima di entrare nella casa – Io non ho fatto nessuna guerra, ho solo fino a questo momento subito e se sono qua è perché voglio chiarire con lui alcuni aspetti e dopo, quando sarà uscito da questa casa, se lo riterrà opportuno e se da uomo deciderà di conoscere la verità raccontata, ci incontreremo senza nessun problema. Però voglio ricordare che io faccio l’allenatore di calcio e vivo all’estero, non è così facile dare una continuità a determinati rapporti. L’importante è essere sempre leali e corretti nei rapporti. Io ho fatto degli errori, come li fanno tutte le persone del mondo. Però sono qua perché è arrivato il momento di incontrarlo e di guardarci negli occhi”.

Zenga ha chiarito che il post pubblicato nelle scorse settimane su Instagram (“Parla della mia vita quando la tua sarà un esempio”) non era indirizzato al figlio ma a quanti lo avevano insultato. “Non mi permetterei mai di rispondere a mio figlio attraverso un social”, ha precisato.

Quindi è entrato nella casa lasciando il figlio senza parole. “Ciao pà”, ha detto Andrea visibilmente scosso. “Mi hai fatto venire da Dubai fino a qua…oh! Mi sono fatto due tamponi tra ieri e oggi perché ho grande rispetto di te e di quello che dici. Sono convinto che quello che dici lo pensi ma non ho mai avuto nella mia vita tutti gli insulti che mi sono preso neanche quando facevo i derby e quando giocavo”, ha detto Walter. “Mi dispiace per questo”, ha ribattuto Andrea.

“Tu hai detto che non hai ricordi d’infanzia, io invece ce li ho – ha spiegato l’ex calciatore – Poi ho vissuto tre anni in America, cinque in Romania, uno in Arabia Saudita, uno in Turchia ai confini con la Siria. Non voglio giustificarmi, non voglio dire che non ho colpe. Io mi piglio le mie responsabilità, come tu ti prendi le tue. Io ti dico solo una cosa: quando esci da qua, io ti aspetto perché io ci sono sempre stato, ci sono e ci sarò quando esci. Ci vediamo dove vuoi tu, a Madrid, a Dubai, andiamo a farci una vacanza. Ci incontriamo, parliamo da uomo a uomo e poi una decisione la prendiamo insieme”.

“Non c’è una decisione da prendere – ha risposto il figlio – Innanzitutto, volevo sapere se hai parlato con Niki perché è una cosa a cui io tengo molto. Sai quello che ha passato Niki e quello che merita lui. Prima di me, fossi in te, parlerei con lui”. “Io sono qua al Grande Fratello perché ci sei tu e parlo con te. Se andiamo a finire su questi discorsi, non ne usciamo più. Indietro non possiamo più tornarci. Parliamo io e te”, ha ribadito Zenga Senior.

“Io non ti ho mai chiuso la porta, né io né Niki”, ha puntualizzato Andrea. “Parlare di altre persone non è corretto perché non ci sono. Poi è una questione di tempistica, c’era l’aereo prima su Roma”, ha sottolineato il padre. “Non credo, bastava un messaggio o una chiamata”, ha sentenziato il figlio.

“E’ vero, magari a volte non ci sono stato. Però tralasciando tutte le squadre che ho allenato nella mia vita in Italia, non mi sembra che tu mi abbia mai mandato un messaggio. Quindi, ripeto, se facciamo un discorso del genere non ne usciamo più”, ha aggiunto l’ex portiere della Nazionale. “Mi dici ‘vieni a Dubai’. Ok…ma perché non vieni tu una volta a Osimo, vedi dove siamo cresciuti, che amici ho. Non ci vieni…però chiedimelo”, ha sbottato Andrea.

“A Osimo ci sono stato un sacco di volte – ha ribattuto Walter – Dai 14 anni in su, visto che io vivo all’estero e faccio l’allenatore, non è così semplice andare a Osimo. Non potevi venire tu? Non sono venuto qua a fare una discussione. Ci incontriamo io e te. Nicolò è un discorso a parte, in tre non mi sembra il caso, voglio parlare singolarmente con ognuno. La priorità più importante era venire qui”. “Lo apprezzo ma la voglia bisogna dimostrarla fuori”, ha rimarcato Andrea.

“Ma è reciproca. Nella vita si dice sempre ‘i padri devono fare’, ma anche i figli devono fare qualcosa ogni tanto”, è il parere di Zenga Senior. “Infatti io non ho mai accusato solamente te”, ha puntualizzato il figlio. “Tu hai il carattere come il mio, io non faccio il primo passo, tu non fai il primo passo e andiamo a finire all’infinito”, ha fatto presente il padre.

“Se non fossi venuto qui, l’avresti fatto il primo passo?”, ha chiesto Andrea. “Assolutamente sì – ha risposto Walter – Ci sono delle cose che non sai. Il bene che hanno i genitori verso i figli non è solo quello dimostrato, è quello che si portano dentro. E’ un anno che non vedo Jacopo (il suo primogenito, ndr.). La quotidianità non è possibile, poi c’è il discorso della telefonata che può essere fatta ma dal mio punto di vista visto che sei grande magari puoi farla anche tu”. “Non faccio quella telefonata perché dall’altra parte non vedo voglia”, ha precisato Andrea.

“Quando diventerai padre capirai determinate cose, però sono contento di averti visto”, ha sottolineato l’ex portiere. “Anch’io. Se stasera lo abbraccerei senza distanza di sicurezza? Gli darei una stretta di mano. Da parte mia la volontà di conoscersi fuori c’è”, ha fatto sapere Andrea. Padre e figlio si sono lasciato con una promessa: “Ci vediamo fuori”. Andrea è uscito provato dal confronto con il padre e, rientrato in casa, è scoppiato in un pianto liberatorio. Nel frattempo, in tanti si sono riversati sui social per commentare l’accaduto e in tanti hanno puntato il dito contro la freddezza di Zenga Senior criticandolo per non aver detto neanche una volta “ti voglio bene” al figlio.

Tra quanti hanno attaccato Walter Zenga c’è anche Veronica Satti che proprio grazie al “Grande Fratello” si è riconciliata con il padre Bobby Solo dopo anni di gelo. “Questa pagina di televisione è stata sconcertante” – ha dichiarato su Instagram – E’ stata una storia molto analoga alla mia e mi sento per questo chiamata un po’ in causa, dato che grazie al Grande Fratello mi sono riunita con mio padre. Mio padre però ha scelto di NON venire al Grande Fratello, ci siamo visti dopo e poi sì, siamo andati nelle sedi opportune da Barbara D’Urso, perché è grazie a lei che ci siamo riuniti alla fine e siamo stati grati”.

“Credo che Walter Zenga soffra di disturbo narcisistico di personalità perché è entrato lì dentro ed ha detto tutto ‘ho fatto questo, ho fatto quest’altro’ – ha aggiunto Veronica . Io se non vedessi mio figlio da 11 anni lo guarderei, perché a me sembrava veramente che stesse recitando e che stesse facendo un po’ il belloccio, no? Ma veramente, tu, Walter, vuoi riallacciare i rapporti con tuo figlio? E’ una domanda che mi viene così a pelle, avendolo visto stasera: ma sei sicuro di voler riallacciare i rapporti con tuo figlio? Perché se non te la senti fai bene a farti da parte e a non esserci”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

GUARDA IL VIDEO

Copyright © 2022

livesicilia.it

P.I. 05808650823