"Amici", ex ballerino in carcere per violenza sessuale: "Abusò dell'ex moglie di un amico" - Perizona Magazine

“Amici”, ex ballerino in carcere per violenza sessuale: “Abusò dell’ex moglie di un amico”

Daniela Vitello

“Amici”, ex ballerino in carcere per violenza sessuale: “Abusò dell’ex moglie di un amico”

| 04/12/2020

Catello Miotto, ex ballerino di “Amici”, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale. La vicenda risale a 10 anni […]

Catello Miotto, ex ballerino di “Amici”, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale. La vicenda risale a 10 anni fa ma la condanna è diventata definitiva nei giorni scorsi. Il 35enne dovrà scontare una pena di 2 anni e 11 mesi in carcere. Nel febbraio del 2010, Miotto abusò sessualmente dell’ex moglie di un amico. Il ballerino si è sempre professato innocente e ha parlato di rapporto consenziente.

Nel 2014 Catello Miotto – noto per aver partecipato alla terza edizione di “Amici” – fu ospite di Barbara D’Urso a “Domenica Live” e in quell’occasione raccontò la sua versione dei fatti.

“Era il 23 febbraio 2010, nel pomeriggio mi incontrai con un conoscente per uscire assieme e fare serata assieme – disse – Qualche ora dopo eravamo ancora in giro, vevamo bevuto, il mio tasso alcolemico era di 1,20. Per la legge ero – come ho scoperto più tardi – ancora capace di intendere e di volere. Torno a casa mia, io sto al primo piano, vedo la luce accesa al piano terra dove stava un amico. Pensando fosse dentro, però mi apre la porta la sua donna. Io stavo per andarmene, lei però mi invita dentro e pensate che io nemmeno la conoscevo. Io c’ho provato, lei c’è stata, Siamo andati in camera accanto. Poi è successo e il marito è tornato e ci ha visti e ha trovato la moglie sopra di me. Sono volate botte da orbi. Lei non ha chiesto aiuto quando è arrivato il marito. Chiamai i carabinieri e tornai al piano di sopra da me. Arrivarono i carabinieri, ma con mio stupore arrestarono me con l’accusa di violenza. Questo perché lei aveva detto di essere stata una mia vittima. Hanno chiesto anche un risarcimento di 100.000 €. Io sono un ragazzo padre, ho un bimbo di sei anni che è stato affidato a me. Anche avendoli come posso darli via e toglierli a lui. Non sono un violentatore, non ho abusato di nessuno”.

“Ho subito la violenza, senza dire nulla, solo per non far svegliare mia figlia”, dichiarò la vittima al giudice.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965