Vittorio Feltri contro il Sud: "Avete ciucciato quattrini dalle tasche di noi instancabili lavoratori" - Perizona Magazine

Vittorio Feltri contro il Sud: “Avete ciucciato quattrini dalle tasche di noi instancabili lavoratori”

Daniela Vitello

Vittorio Feltri contro il Sud: “Avete ciucciato quattrini dalle tasche di noi instancabili lavoratori”

| 20/04/2020

In un editoriale su “Libero”, Vittorio Feltri difende la voglia dei settentrionali di tornare al lavoro e si scaglia contro […]

In un editoriale su “Libero”, Vittorio Feltri difende la voglia dei settentrionali di tornare al lavoro e si scaglia contro il Sud usando parole al vetriolo.

“Dopo due mesi di detenzioni – scrive il giornalista – cosa mai successa a memoria di vivente, mi sembra normale che i reclusi ne abbiano piene le scatole, non tanto di stare barricati tra le mura domestiche, quanto di non poter lavorare e guadagnarsi il pane che inizia a scarseggiare. Qui al Nord in particolare la gente è impaziente: non riscuote più lo stipendio, i piccoli risparmi familiari si sono esauriti, ovvio che punti a riprendere le proprie attività, questione di sopravvivenza. Non si tratta di correre in strada a suonare il mandolino, bensì di tornare in fabbrica pur con tutte le protezioni che evitino nuovi contagi. Tra l’altro, in vari Paesi flagellati quanto il nostro dal virus si è ricominciato o si sta ricominciando a produrre sotto la spinta della necessità. Non si capisce per quale motivo i compatrioti debbano essere accusati di avere le fregole, cioè ansia di ripartire per la libidine di recarsi in cantiere o in ufficio. Queste sono fandonie spacciate per analisi sociologiche, mentre la realtà è che un popolo operoso e generoso quale quello settentrionale desidera soltanto rimpadronirsi delle proprie redini e continuare nella propria esistenza di persone perbene, non di gregari”.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

Quindi parte l’attacco al Sud: “Manca soltanto la Lombardia per creare una frattura tra le due Italie divise da una antipatia reciproca che si era sopita e che le polemiche sul virus hanno risvegliato in modo drammatico. Attenzione, manutengoli ingordi, a non tirare troppo la corda poiché correte il pericolo di rompere il giochino che fino ad ora vi ha consentito di ciucciare tanti quattrini dalle nostre tasche di instancabili lavoratori. Noi senza di voi campiamo alla grande, voi senza di noi andate a ramengo. Datevi una regolata o farete una brutta fine, per altro meritata”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823