La fidanzata di Sgarbi: “Purtroppo Vittorio è diventato quasi fedele. Lui stesso si lamenta”

Daniela Vitello

La fidanzata di Sgarbi: “Purtroppo Vittorio è diventato quasi fedele. Lui stesso si lamenta”

| 13/02/2020

“Essere sposati è un’azione temeraria che porta alla mutilazione di parti del corpo, prevalentemente della parte funzionale per l’atto sessuale. Tu non sei sposato, vero? Sei un uomo intelligente”. Vittorio Sgarbi, ospite di “#CR4-La Repubblica delle Donne”, si rivolge così al conduttore Piero Chiambretti.

Insieme al critico d’arte, c’è la sua fidanzata storica Sabrina Colle, al suo fianco da oltre 20 anni. “Stare con un uomo intelligente è più difficile che stare con un fesso?”, le chiede il padrone di casa. “Non esistono uomini non intelligenti. Quella è una caratteristica nostra, possono esistere delle ochette ma l’uomo non intelligente non esiste”, replica la Colle.

“Una volta si diceva, ma forse dopo Amadeus, non si può più dire, che dietro un grande uomo c’è un grande donna. Si può ancora dire oppure dobbiamo dire che siamo alla pari?”, incalza Chiambretti. “Penso che sia una frase fatta”, ribatte la compagna di Sgarbi. La coppia vive una relazione aperta e la Colle ha più volte dichiarato di non avere nulla da ridire sulle infedeltà del critico d’arte.

La liaison più lunga di Sgarbi ( a parte quella con Sabrina) è durata 700 giorni. “Si chiama Patrizia e tra l’altro è amica di Sabrina”, svela. “Che dopo è stata con me”, precisa Chiambretti. “Una ragazza bella e ricca che, dopo avermi incontrato, decise di lasciare il marito che era un suo dipendente – aggiunge Sgarbi – Quindi lui rimase alle sue dipendenze. Non sono mai riuscito a tradirla perché non dormiva mai, era sempre lì con gli occhi aperti. Poi lei andò da una suora con le ali che le diede la peggiore notizia della mia vita. Le disse che tra noi sarebbe finita, che lei sarebbe morta a 78 anni e io a 84. Per cui so da molto che morirò a 84 anni”.

La Colle sentenzia che a una certa età, in fatto di prestazioni sessuali, l’uomo accusa un calo fisiologico: “Io vedo purtroppo che Vittorio è diventato quasi fedele. Lui stesso si lamenta”. “La caccia è finita, ma l’impulso è un automatismo”, le fa eco il compagno. “Si chiama chiodo fisso”, ironizza Chiambretti.

La conversazione si sposta nuovamente sul matrimonio che, per Sgarbi, “è una forma di diffidenza”. Se tu diffidi di qualcuno lo sposi – spiega – Cerchi un prete, due testimoni, un sindaco. Se io dico che la amo, basta! Se lei si fida di me, non ha bisogno di testimoni del caz*o. E’ un ricatto bello e buono”.

“Non è sempre così – dice la Colle – Per noi funziona in questa maniera. Per me è importante una forma di autonomia e per me è molto piacevole avere giornate in cui mi addormento e mi sveglio da sola. Quindi apprezzo di più quel sonno che posso condividere con lui e che per lui ogni volta è una scelta e non un obbligo”.

“Il matrimonio è una cosa da donne – ribadisce il critico d’arte – Una persona intelligente non si sposa. La donna deve sposarsi con uno che becca e che ci casca, un uomo deve evitare”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

LEGGI ANCHE: Sabrina Colle: “I miei 22 anni con Sgarbi tra amore e tradimenti”

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823