Margherita Toffa: “Quella volta che a Nadia fu somministrata una dose di chemio tre volte superiore”

Daniela Vitello

Margherita Toffa: “Quella volta che a Nadia fu somministrata una dose di chemio tre volte superiore”

| 10/12/2019

A “Storie Italiane” si discute del dramma di Valeria Lembo, la palermitana mamma di un bimbo di 7 mesi uccisa da una maxi dose di chemioterapia somministrata per sbaglio. La conduttrice Eleonora Daniele coinvolge nel dibattito Margherita Rebuffoni, madre di Nadia Toffa, che racconta un episodio inedito legato alla malattia della figlia stroncata da un tumore lo scorso 13 agosto a 40 anni.

La signora Margherita ricorda quella volta che alla figlia venne somministrata una dose di chemioterapia tre volte superiore al dosaggio corretto. “Non si erano accorti che lei era dimagrita, avrebbe dovuto essere pesata ogni volta – svela – Ha avuto 3-4 giorni di fortissimo mal di testa, veramente terribile. Per fortuna l’ha superato. Ce ne siamo accorti il giorno dopo e abbiamo chiesto il perché di questo dolore. Il mal di testa era dovuto al fatto che la chemio era stata troppo forte per il suo peso”.

“Tanto coraggio, bisogna farsi coraggio: sua figlia è con lei – dice Margherita alla madre di Valeria Lembo – La mia Nadia diceva: ‘Mamma, quando mancherò non devi soffrire: la vita è sacra’. So che è durissima andare avanti giorno per giorno. Purtroppo solo chi ci ha passato può capire: è un dolore che non passa mai. Non è vero che il tempo lenisce”.

Eleonora Daniele ricorda che nell’ottobre 2018 la Iena bresciana aveva preso con sé la bassottina Totò. Le due erano inseparabili. In quel momento, fa il suo ingresso in studio Simona Ventura con in braccio Totò.

“Ho conosciuto Nadia, la apprezzavo, eravamo amiche – confida SuperSimo – Ho sempre detto che assomigliava molto a me all’inizio. Era volitiva, era una guerriera. In questa giornata così difficile, mi rendo conto che sono stata miracolata dalla vita. Ho la fortuna di poter avere ancora mio figlio (Niccolò Bettarini ferito a coltellate in un’aggressione, ndr.). Mi sento ancora più grata al Signore. Io e Nadia avevamo un rapporto di chat, mi mandava le sue canzoni, dei pensieri, mi chiedeva consigli. Mi piaceva molto. Quando mi hanno chiamato a Le Iene per ricordarla, è stato un bellissimo momento. Ha lottato fino all’ultimo. Il giorno che ho saputo della sua morte, è stato difficilissimo. Ci ha lasciato questa grande energia, questa grande forza. Secondo me Le Iene sono ancora sotto la forza di Nadia Toffa”.

A margine della trasmissione, la Ventura ha postato sui social una foto che la ritrae con la cagnolina della Iena bresciana. “Ma che emozione stamattina poter tenere in braccio la tua Totò! Cara Nadia, la tua presenza è ancora viva nell’anima di tutte le persone (e sono tante) che ti vogliono bene!”, ha scritto nella didascalia.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823