Boldi ricorda la moglie: "Dopo la sua morte, di notte in camera si accendeva una luce" - Perizona Magazine

Boldi ricorda la moglie: “Dopo la sua morte, di notte in camera si accendeva una luce”

Daniela Vitello

Boldi ricorda la moglie: “Dopo la sua morte, di notte in camera si accendeva una luce”

| 04/11/2019

Momenti di commozione, ieri pomeriggio a “Domenica In”, durante l’intervista a Massimo Boldi. L’attore 74enne ha raccontato di aver ritrovato […]

Momenti di commozione, ieri pomeriggio a “Domenica In”, durante l’intervista a Massimo Boldi. L’attore 74enne ha raccontato di aver ritrovato l’amore dopo la morte della moglie Marisa Selo da cui ha avuto tre figlie. La nuova compagna di “Cipollino” si chiama Irene Federica Fornaciari, ha 40 anni ed è di Lucca.

Boldi l’ha presentata qualche mese fa a Mara Venier. “E’ arrivata improvvisamente, non me l’aspettavo – racconta – Dopo la morte della povera Marisa…”. L’attore si interrompe un attimo e, con molta fatica per l’emozione, riprende il racconto da dove l’aveva lasciato.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News
SEGUICI

“E’ molto giovane – dice della nuova compagna – Che cosa ha di speciale? Ha dimostrato e dimostra di volermi veramente bene. Da quando è mancata Marisa, ho avuto una storia complicata con una ragazza con cui sono stato fidanzato parecchi anni. Poi, come capita tante volte, si è rotto l’incantesimo. Poi hanno cominciato a chiamarmi il ‘fidanzato d’Italia’. I paparazzi mi fotografavano a destra e a sinistra con delle belle ragazze ma erano solamente amiche. Poi è arrivata Irene, l’ho conosciuta sul Frecciarossa. E’ venuta a chiedermi se potevo presenziare ad una manifestazione di beneficenza e ci siamo scambiati i numeri. Ci siamo sentiti, ci siamo visti. E’ passato qualche mese e quest’estate, mentre ero in vacanza, mi ha chiamato, mi ha detto ‘il 3 agosto festeggio il mio compleanno, perché non vieni?’ e sono andato. Irene piace molto alle mie figlie. Evidentemente hanno capito che è una ragazza giusta, che sa farsi voler bene e si prende cura di me”.

Il grande amore della sua vita è stata la moglie Marisa morta dopo una lunga malattia. “L’ho conosciuta in una latteria, aveva 16 anni – ricorda – Mi sono innamorato di lei e poi ci siamo sposati. Lei mi ha sempre sostenuto. Sempre con me, sempre vicina. Sono ricordi che non puoi cancellare. Lei è ancora presente nella mia vita. I primi due anni dopo la sua morte avevo una luce in camera che durante la notte cominciava ad accendersi. Potrebbe essere stata una presenza. Sono convinto che oggi si sia allontanata”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823