“Io e mio marito programmiamo il sesso”

Daniela Vitello

“Io e mio marito programmiamo il sesso”

| 08/07/2019

Si chiama Kristen Manieri ed è la fondatrice e editrice di “Date Night Guide”, un sito nato con l’obiettivo di aiutare le coppie ad incentivare il lato gioioso della relazione e la loro connessione.

Nel 2017 la Manieri ha preso carta e penna per raccontare all’Huffington Post come è riuscita a scongiurare una crisi di coppia dopo aver avvertito un drastico e preoccupante calo del desiderio.

Già un anno dopo l’inizio della relazione con l’uomo che sarebbe poi diventato suo marito, la donna non avvertiva più il desiderio di fare sesso. Nonostante questo, non si tirava indietro davanti alle proposte del compagno.

La situazione è precipitata dopo il matrimonio e la nascita di due figlie. “Volevo solo dormire di più – ha spiegato – avere più tempo per me, un’ora per fare lavoretti in casa, un cocktail con le amiche, la possibilità di finire quel romanzo iniziato otto mesi prima, una pedicure, un giro per negozi senza bambini e del tempo libero per vedere tutte le puntate di ‘The Good Wife’ in un colpo solo. Questo elenco, e forse un altro centinaio di cose, avevano la precedenza sul rapporto sessuale”.

A quel punto Kristen ha avuto un’idea a suo dire geniale: “Sono una di quelle persone che provano un brivido di fronte all’organizzazione e all’efficienza, perciò non c’è da stupirsi se, quando mi sono imbattuta nell’idea del sesso programmato, ne sono stata subito entusiasta”.

Nell’agenda della Manieri sono dunque apparsi due incontri settimanali col marito sotto le lenzuola. Due i benefici di questa particolare impostazione: “1. Sapere quando avremmo fatto sesso mi consentiva di prepararmi sul piano emotivo (e fisico). 2. Avevo carta bianca se volevo dire no in qualsiasi altra occasione, senza sensi di colpa”.

L’unica pecca è la mancanza di spontaneità. “Certo, non era più il sesso sfrenato e sudato di un tempo – ha ammesso la donna – ma era pur sempre sesso. E chi oserebbe tirarsi indietro di fronte alla prospettiva di un rapporto due volte a settimana? Marc, mio marito, no di sicuro. Quattro anni dopo, i nostri incontri settimanali vanno a gonfie vele. Certo, vacanze, ciclo, visite ai suoceri, influenza, viaggi di lavoro e un mucchio di altre difficoltà ci hanno ostacolato durante il percorso. Ma ritroviamo sempre la strada. A volte fino all’eccesso”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

Copyright © 2021

livesicilia.it

P.I. 05808650823