Laura Chiatti racconta il suo anno difficile: "Ero guarita ma sono tornati" - Perizona Magazine

Laura Chiatti racconta il suo anno difficile: “Ero guarita ma sono tornati”

Daniela Vitello

Laura Chiatti racconta il suo anno difficile: “Ero guarita ma sono tornati”

| 05/06/2019

In una lunga intervista rilasciata a “Vanity Fair”, Laura Chiatti racconta il suo anno difficile segnato da un problema di […]

In una lunga intervista rilasciata a “Vanity Fair”, Laura Chiatti racconta il suo anno difficile segnato da un problema di salute superato dal marito Marco Bocci, che ha rischiato grosso a causa di un’infezione che lo ha costretto al ricovero in ospedale. Anche la madre dell’attrice umbra non è stata bene.

“Adesso è tutto risolto, ma qualcosa si è comunque rotto: l’utopia per cui le cose brutte non accadono mai a te – spiega – Crescere, forse, vuol dire questo: non avere più nessuno che ti possa giurare che andrà tutto bene”.
“Io stessa sono tornata a dover fare i conti con l’ansia: la tengo a bada con la bioenergetica e la psicoterapia – svela – Anni fa ho sofferto di attacchi di panico, ero guarita e adesso sono tornati. È sbagliato pensare di potercela fare sempre senza farsi aiutare, un errore in cui noi donne cadiamo spesso. Lavoriamo, ci occupiamo della casa, della famiglia: un sovraccarico di responsabilità che può schiantarti fisicamente. I bambini danno tanto e tolgono tanto”.

Laura Chiatti spiega come la maternità ha cambiato la sua vita: “Quando metti al mondo un figlio capisci per la prima volta che cos’è l’amore. Pensi: ah, ma allora è questo che aspettavo da sempre. Passiamo anni a cercare l’uomo o la donna della vita, non sapendo che solo un figlio ti porterà quell’amore che ti stacca la pelle. Ma il prezzo, ed è questo che tolgono, è che tu passi totalmente in secondo piano. Tu, i tuoi bisogni, il tuo lavoro. Si paga tutto molto caro: da quando sono mamma, ho dovuto rinunciare alle serie tv, che sono produzioni troppo lunghe e ti costringono lontano da casa”.

“Recitare mi fa evadere e viaggiare, è il mestiere più bello del mondo. Ma voglio essere speciale per come sono come persona, non per come recito – aggiunge – Non vanto nessun aspetto intellettuale, non guardi i film di nicchia (adoro Uomini e donne, per dire). Vivo da sempre nel pregiudizio ma non mi ha mai toccata veramente. Anzi, mi ha sempre fatto molto ridere l’idea che se sei di un certo ambiente devi omologarti”.

Infine, l’attrice ha un messaggio per i suoi haters: “Molti hanno già imparato che rispondo sempre a tono. Mi insulti? Io replico con bassezze ancora peggiori”.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

LEGGI ANCHE: Laura Chiatti e la confessione hot: “Marco Bocci sotto le coperte…”

Copyright © 2023

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965