Domenica In, il papà single che ha adottato una bimba Down rifiutata da 30 famiglie commuove tutti - Perizona Magazine

Domenica In, il papà single che ha adottato una bimba Down rifiutata da 30 famiglie commuove tutti

Daniela Vitello

Domenica In, il papà single che ha adottato una bimba Down rifiutata da 30 famiglie commuove tutti

| 07/01/2019

Momenti di intensa commozione ieri pomeriggio a “Domenica In”. La conduttrice Mara Venier ha ospitato nel suo salotto Luca Trapanese, […]

Momenti di intensa commozione ieri pomeriggio a “Domenica In”. La conduttrice Mara Venier ha ospitato nel suo salotto Luca Trapanese, il single – profondamente credente e dichiaratamente omosessuale – balzato agli onori della cronaca per avere adottato una bimba affetta dalla sindrome di Down.

Nato e cresciuto a Napoli in una famiglia numerosa e tradizionale, Luca coltiva da sempre la passione per il volontariato al quale dedica la sua vita. Fonda associazioni e fa progetti su progetti per i suoi ragazzi speciali convinto che il vero ostacolo sia la disabilità del cuore, non certo quella fisica. Vulcanico e visionario, per lui non c’è cosa che non sia possibile. Luca non si ferma neppure davanti al desiderio di diventare papà.

A gennaio del 2017 fa richiesta al tribunale di Napoli per un’adozione nel registro degli affidi che consente ai single di adottare in condizioni particolari. Diventare papà di un bambino disabile non lo spaventa. Il 29 luglio 2017 la sua vita cambia per sempre. Luca prende per la prima volta in braccio sua figlia Alba, una bimba bionda con gli occhi azzurri lasciata dalla madre in ospedale.

Il giovane papà spiega a Mara Venier quando e come è nata la sua vocazione di aiutare il prossimo ma anche il suo desiderio di paternità: “A 14 anni sono andato per la prima volta a Lourdes, sul treno bianco. In quel momento ho scoperto che non c’era solo la malattia ma anche la disabilità. La malattia è una condizione che ti porta a guarire o morire. Purtroppo. Ma la disabilità è uno stato che può durare per tutta la vita. Sono diventato amico di tanti disabili, mi sono dedicato a loro e ho scoperto un mondo. La paternità? Ho sempre avuto una forte voglia, è stato l’orologio biologico”.

Luca desiderava diventare padre già ai tempi della sua storia con l’ex compagno, conosciuto sul treno per Lourdes, insieme al quale è rimasto per 11 anni. Tornato single, non ha accantonato il suo sogno. Alba è arrivata nella sua vita dopo essere stata rifiutata da trenta famiglie incluse nei registri per l’affido.

“Io ho scelto Alba. Volevo una figlia disabile – racconta – Perché per me la disabilità è diversità, quindi è ricchezza. Non è qualcosa di cui vergognarsi. Nel momento in cui diedi disponibilità, la giudice mi disse che c’era precedenza per le coppie, lo disse quasi dispiaciuta. Alba era perfetta per l’adozione perché era caduta la patria podestà dei genitori, perché lasciata in ospedale, perché piccola. Mi sono messo in panchina, quindi, ad aspettare. Dopo un po’ mi chiamano: ‘Venga a prendere il decreto perché le daremo Alba’. Corro in tribunale, avevo i pantaloncini corti e non potevo entrare, faceva caldissimo, era luglio. Compro un pantalone in un negozio vicino e vado a prendere questo decreto, temporaneo per l’estate, in attesa di cercare una famiglia per Alba. Questo perché ero single. Alba aveva trenta giorni, appena l’ho presa in braccio ho detto ‘è mia figlia’. Sapevo che non sarebbe andata da nessuna parte e che sarebbe rimasta con me. Voglio che Alba cresca con la consapevolezza che è bella così com’è e che le sue potenzialità la renderanno felice. Mi spaventa che gli altri vedano in lei solo la sindrome di Down che non è una malattia ma una condizione. Grazie ad Alba oggi mi sento un uomo felice e lei mi renderà felice per quello che è, anche se non diventerà un grande ingegnere”.

“Che meraviglia di persona che sei, ti meriti tutto e anche di più. Vorrei raccontare ogni domenica storie come la tua”, ha commentato Mara Venier che più volte durante l’intervista ha trattenuto a stento la commozione.

CLICCA QUI E SEGUICI SU INSTAGRAM

GUARDA L’INTERVISTA COMPLETA (dal minuto 00:39:20)

Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965