Rosy Abate, finale col botto tra colpi di scena e verità sconvolgenti - Perizona Magazine

Rosy Abate, finale col botto tra colpi di scena e verità sconvolgenti

Daniela Vitello

Rosy Abate, finale col botto tra colpi di scena e verità sconvolgenti

| 11/12/2017

“Rosy Abate – La Serie” chiude in bellezza radunando davanti al video 5.291.000 telespettatori per uno share pari al 20.9%. […]

“Rosy Abate – La Serie” chiude in bellezza radunando davanti al video 5.291.000 telespettatori per uno share pari al 20.9%. L’ultima puntata dello spin-off di “Squadra Antimafia”, incentrato su uno dei personaggi più amati della serie poliziesca prodotta da Taodue per Mediaset, è stata ricca di emozioni e colpi di scena.

La ‘regina di Palermo’ sbarca nuovamente in Sicilia dove il boss Nuzzo Santagata si nasconde con la figlia Regina e il piccolo Leonardino, figlio di Rosy Abate. Qui la protagonista scopre una verità sconvolgente. Nel mistero che per cinque anni ha avvolto le sorti di Leo c’è lo zampino di Santagata. Fu proprio il boss ad inscenare il finto omicidio del bambino sulla playa di Catania per proteggerlo dai mafiosi e dalla polizia.

Santagata è il vero padre di Rosy. Durante il faccia a faccia tra la ‘regina di Palermo’ e il boss fa la sua apparizione Regina, intenzionata ad eliminare la sorella per riprendersi Leonardino che ha cresciuto per cinque anni come fosse suo figlio. Regina preme il grilletto ma il proiettile colpisce Nuzzo che fa scudo a Rosy con il suo corpo salvandole la vita.

La “regina di Palermo” riesce a scappare portando con sé il piccolo Leo che però non crede di essere suo figlio. Dopo essere riuscito a beffare Rosy e a dileguarsi, il bambino chiama Regina. La Mainetti lo raggiunge. E’ il momento della resa dei conti con la sorella. Durante un violento battibecco, Regina ammette di non essere la vera madre di Leo.

Dal suo nascondiglio, il piccolo scopre la verità rimossa per cinque lunghi anni. A quel punto decide di salvare la vita alla madre e punta la pistola contro Regina ferendola. La puntata si conclude con l’arresto di Rosy Abate e l’affidamento di Leo ad una famiglia.

“Ometto guardami. Adesso devi essere forte. Noi ci siamo ritrovati e niente e nessuno ci può separare. Nemmeno la morte. Non c’è muro, non c’è gabbia, non c’è niente che mi possa tenere lontano da te. Non c’è legge, non c’è potere al mondo, non c’è nemmeno Dio che te lo può fare dimenticare…Aspettami perchè io torno”, dice Rosy mentre la volante la porta in carcere.

La “regina di Palermo” tornerà davvero sul piccolo schermo. La seconda serie è già in fase di scrittura.

“ASPETTAMI LEO PERCHE’ IO TORNO” (VIDEO)

 

Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965