Andrea Bocelli: "Prima di conoscere mia moglie ero un brutalissimo libertino" - Perizona Magazine

Andrea Bocelli: “Prima di conoscere mia moglie ero un brutalissimo libertino”

Daniela Vitello

Andrea Bocelli: “Prima di conoscere mia moglie ero un brutalissimo libertino”

| 08/10/2016

Andrea Bocelli, 58 anni, si confessa in un’intervista al “Corriere della Sera” e racconta l’incontro avvenuto 15 anni fa ad una festa (“dove non volevano andare”) con Veronica Berti, 35 anni, sposata in seconde nozze nel 2014. La coppia ha una figlia Virginia, nata nel 2012 che va ad aggiungersi agli altri due figli del cantante, Matteo e Amos, nati dal suo primo matrimonio.

“Ci siamo messi a parlare, conosceva l’Opera meglio di me – esordisce Bocelli – aveva già letto alcuni libri importanti: pensai, mamma mia che ragazza colta, avrà una trentina d’anni. Invece era giovanissima e dico la verità, non ho fatto pensieri poetici quella sera, ma terra terra… sì, è stato subito amore”.

A quell’epoca il cantante era già una star conosciuta in tutto il mondo, si era appena separato e, come racconta lui stesso, viveva da latin lover: “In quel periodo sono stato un brutalissimo libertino: per natura non mi precludo nulla, vivo di curiosità e slanci. Ma i ricordi di quel periodo sono di inquietudine, avevo una cosa e ne volevo subito un’altra”.

Al party, Veronica suona due note al pianoforte e l’ingegnere del suono le chiede: “Stasera canta il Maestro Bocelli, lo vuole conoscere?”. “A fine serata io e Andrea ci stringiamo la mano e non ci lasciamo più”, racconta la Berti prima di spiegare come la differenza d’età, da limite, sia diventata un collante. “A vent’anni non pensi a nulla – dice – è la chimica che parla per te. Era corteggiato e non lo sapevo, ma non mi sarei sorpresa: l’uomo che piace, piace a tutte. Com’è quel detto? Meglio una torta in due che una schifezza da soli. Ecco, io ho cambiato le regole: ho voluto la torta, e solo per me”.

Se per la madre di Bocelli “Veronica è il sole che rientra in casa”, per il padre di Veronica quello del cantante e della figlia è un incontro di anime. “È questa la chiave – precisa Andrea – due esseri umani, se non si incontrano come anime, non vanno lontano. La bellezza per me è fatta anche di bontà, poi ovviamente c’è l’attrazione: sono stato vedente fino all’età di 12 anni e se poso una mano su una cosa o una persona, per esperienza visiva, posso dargli i colori e i giusti profili. Il volto dei miei figli e quello di Veronica, lo conosco meglio io degli altri”.

La Berti ha un ottimo rapporto anche con Amos e Matteo. “Sono un’accentratrice, propongo e risolvo, amo tenere tutto sotto controllo – rivela – Il problema vero, per me, è demandare. Sono una figura da backstage, organizzo, il palco è per mio marito. Ho il carattere da “comandina”, ma la decisione finale è sempre di Andrea: sono io che lo inseguo, e che vorrei poter andare a cavallo di notte o lanciarmi dal paracadute a 3000 metri, come fa lui. Preferisco essere compagna, che moglie: io mi metto in gioco ogni giorno, la moglie è uno status pigro”.

ANDREA BOCELLI E VERONICA BERTI DUETTANO IN “CHEEK TO CHEEK” (VIDEO)

“QUALCHE STUPIDO” – ANDREA BOCELLI FEAT. VERONICA BERTI (VIDEO)

Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965