Sergio Assisi, single incallito (o quasi): "Voglio una donna che mi faccia brillare gli occhi" - Perizona Magazine

Sergio Assisi, single incallito (o quasi): “Voglio una donna che mi faccia brillare gli occhi”

Daniela Vitello

Sergio Assisi, single incallito (o quasi): “Voglio una donna che mi faccia brillare gli occhi”

| 15/09/2016

Sergio Assisi si racconta in una lunga intervista a “Intimità”. L’attore, tornato in tv con la fiction “Rimbocchiamoci le maniche” attualmente in onda su Canale 5, è nel cast dell’edizione 2016 di “Tale e Quale Show” che partirà il prossimo 16 settembre. 

A 44 anni, Assisi non ha ancora trovato l’anima gemella. “Ci ho anche provato, tante volte, ci ho provato fino a poco tempo fa, ma purtroppo non è andata bene”, spiega. Dopo Gabriella Pession (che qualche giorno fa ha sposato il collega irlandese Richard Flood, ndr.) l’attore non ha avuto storie rilevanti.

“Ormai sono anni che sono in grazia di Dio, senza una donna fissa – rivela – E non mi butterò in una storia finché non troverò qualcuno che mi faccia brillare gli occhi. Però l’amore non è un mio pensiero fisso, sono fatalista, sono aperto: se accade accade, mi dico. Qualcuno sostiene che l’amore sia una scelta, un atto di volontà, ma io non la vedo così, preferisco pensare che quando due persone s’incontrano e i loro sguardi si intrecciano il merito sia di Cupido, della fortuna sfacciata, la chiami come vuole. Per cui aspetto d’essere investito ancora da emozioni forti che mi tolgano il respiro. Altrimenti resterò così: solo”.

Assisi condivide con i lettori di “Intimità” l’identikit della sua donna ideale: “Mai e poi mai ora potrei stare accanto a qualcuno che anche minimamente ostacoli la mia libertà, di pensiero, di espressione, di movimento, di parola. Perché nemmeno io l’ho mai fatto. La libertà è il bene più prezioso, forse più prezioso anche dell’amore. Ed è in tanti modi che si può togliere la libertà a una persona, per esempio facendole venire i sensi di colpa o ricattandola psicologicamente, o anche manifestando una falsa sofferenza. Bisogna solo stare attenti a non cadere nella rete”.

L’attore, si scopre, è alla ricerca del senso della vita: “Per niente proprio. Sono in continua ricerca. Ma il senso della nostra esistenza forse è proprio questo: è la ricerca che ti mantiene in vita. Se non hai più desideri e nulla da inseguire sei morto. Morto dentro. Ed è l’errore di tante persone. Che si annoiano, si adagiano, stanno ferme invece di darsi da fare per raggiungere nuove mete”.

Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965