Francesco Facchinetti choc: "Conor McGregor mi ha aggredito e spaccato la bocca"

Francesco Facchinetti choc: “Conor McGregor mi ha aggredito e spaccato la bocca”

Daniela Vitello

Francesco Facchinetti choc: “Conor McGregor mi ha aggredito e spaccato la bocca”

| 17/10/2021
Francesco Facchinetti choc: “Conor McGregor mi ha aggredito e spaccato la bocca”

3' DI LETTURA

La denuncia social

  • L’ex Capitano Uncino racconta di essersi beccato un pugno in faccia senza motivo
  • Il campione di MMA era il suo idolo ma si è rivelato una delusione: “E’ solo un bullo della peggiore specie”
  • “So che è recidivo, quindi va fermato, Quest’uomo è un’arma”

“Non avrei mai pensato di vivere una cosa del genere. Qua siamo alla follia! Senza una ragione, Conor McGregor mi ha tirato un pugno in faccia spaccandomi il labbro”. Francesco Facchinetti denuncia via social di essere stato aggredito senza motivo dal lottatore irlandese di MMA che si trova a Roma per battezzare in Vaticano il figlio Ryan. Il racconto di Francesco Facchinetti è molto dettagliato.

“Mi ha aggredito davanti a testimoni”

“In questo momento mi trovo all’hotel Parco dei Principi a Roma – esordisce – Alle 2.30 di questa notte sono stato aggredito dal famosissimo Conor McGregor che mi ha tirato un pugno in bocca. Come vedete, mi ha spaccato il labbro sopra e sotto e probabilmente anche il naso. Mi è uscito sangue, adesso mi sono pulito. Mi ha aggredito all’hotel St. Regis davanti a 10 miei testimoni, più i suoi amici e le sue guardie del corpo. Mi ha aggredito senza motivo visto che abbiamo parlato per più di due ore e ci siamo anche divertiti insieme. Potevo starmene zitto e non dire niente a nessuno, però siccome mi è andata bene, pensate Conor McGregor che tira un pugno a una persona che non è un fighter che cosa può accadere…”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Conor McGregor (Foto Instagram)

“E’ una persona violenta e pericolosa”

“Fortunatamente mi è andata bene – prosegue – Ho preso un pugno per niente, quindi questo pugno poteva andare benissimo a mia moglie che era lì con me, alle mie amiche che erano lì con me, ad altri miei amici e vi assicuro che poteva andare molto molto peggio. Ho deciso di denunciare Conor McGregor perché è una persona violenta e pericolosa. State molto attenti! La cosa che più mi rattristisce, oltre al fatto di essere stato uno dei fan di Conor della prima ora, è che i veri fighters non si comportano così. Sanno di avere delle armi al posto delle mani e di certo non si mettono a prendere a pugni il primo a caso che si trovano davanti”.

Conor McGregor (Foto Instagram)

“So che è recidivo, spero che stavolta la paghi”

“Sono curioso di vedere se l’hotel St. Regis – aggiunge Facchinetti – che sicuramente avrà tutti i filmati di quello che è accaduto, avrà il coraggio di far vedere cosa ha fatto e come si è comportato il Sig. McGregor nelle due ore in cui siamo stati insieme, compresa l’aggressione. Per fortuna, ci sono stati i suoi amici che lo hanno fermato perché lui sarebbe andato avanti a picchiarmi senza una ragione. Potrei non denunciare ma siccome è recidivo a comportamenti del genere, spero che questa sia la volta buona che la paghi. Confido nelle autorità e nella legge italiana. Lo abbiamo accolto come un eroe e invece è solo un bullo della peggiore specie…che delusione. Lui avrà 50 milioni di follower, soldi e potere, ma a me non interessa, andrò dritto sino alla fine”.

Conor McGregor (Foto Instagram)

“Quest’uomo è un’arma e va fermato prima possibile”

“Grazie a tutti i fighters che mi stanno scrivendo – conclude – Questo è un gesto da condannare. Ho avuto la fortuna di lavorare in America con grandi campioni e oggi ho capito che il Sig. McGregor non fa parte di questi. Un campione non tira un pugno fuori dal ring, un campione non si riduce come ho visto ridotto lui questa notte. Mi fa pena, ha tutto ma non ha nulla. Io non ho paura. Lui va fermato perché è pericoloso per gli altri. Ora ho capito perché aveva 20 guardie del corpo. Non per difendere lui dagli altri ma gli altri da lui. Se non sai gestirti, se esageri e non sei in grado di fermarti: non DEVI uscire di casa. Quest’uomo è un’arma e va fermato prima possibile. Per fortuna non sono andato a terra, non ho sbattuto la testa sul tavolo. Mi è andata bene ma al prossimo cosa succederà? Lui non è in grado di vivere in una società civilizzata”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 17/10/2021 13:28
Copyright © 2022

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965