Denise, l'ex pm indagata. Federica Sciarelli: "Una specie di ritorsione..."

Denise, l’ex pm indagata. Federica Sciarelli: “Una specie di ritorsione…”

Daniela Vitello

Denise, l’ex pm indagata. Federica Sciarelli: “Una specie di ritorsione…”

| 24/06/2021
Denise, l’ex pm indagata. Federica Sciarelli: “Una specie di ritorsione…”

4' DI LETTURA

Maria Angioni iscritta nel registro degli indagati per false dichiarazioni

  • L’ex pm se lo aspettava e aveva già presentato un esposto al Csm
  • La conduttrice di “Chi l’ha visto?”: “Questo scontro viene da lontano”
  • Maria Angioni: “Le mie ultime segnalazioni su Denise non c’entrano”

Ieri sera, a “Chi l’ha visto?”, Federica Sciarelli ha mandato in onda un’intervista telefonica a Maria Angioni, l’ex pm che si è occupata del caso di Denise Pipitone, indagata per false dichiarazioni al pubblico ministero dalla Procura di Marsala.

Federica Sciarelli: “Atto molto forte nei confronti di un magistrato”

“Quello che è successo è incredibile – ha commentato la conduttrice in apertura del blocco dedicato alla scomparsa della bambina siciliana – Intanto non è un’indiscrezione perché la notizia è stata battuta dall’Ansa. Veniamo a sapere che l’ex pm che si occupò di Denise Pipitone e che in queste settimane ha parlato di depistaggi è stata indagata. Naturalmente abbiamo cercato di capire quali sono i punti che la Procura di Marsala contesta alla dottoressa Angioni che adesso è un giudice del lavoro a Sassari. Lei era all’aeroporto e l’abbiamo sentita subito dopo che è stata indagata per false dichiarazioni al pm. Naturalmente è un atto molto forte nei confronti di un magistrato”.

CLICCA E SEGUICI SU FACEBOOK

Indagata Maria Angioni

Maria Angioni: “Secondo loro ho detto delle cose discordanti”

“Che succede? Niente, quando mi hanno sentita il 3 maggio senza darmi i documenti che avevano, infatti io questo l’ho lamentato, avrei detto delle cose un po’ discordanti da come risulterebbero dai documenti – ha spiegato Maria Angioni all’inviata del programma di Rai3 – Cioè per dire…io ho detto che era stata installata una telecamera e che poi non funzionava più e che ne ho dovuto attivare un’altra? Loro mi hanno fatto vedere i documenti relativi alla seconda telecamera…la telecamera del motorino. Poi anche un’atra cosa che io avrei detto che avevamo sentito a sommarie informazioni uno…non lo dico chi è. E’ una cosa vecchia del 2004. Loro invece hanno trovato dei documenti che non contengono quelle dichiarazioni. Anche lì, devo verificare”.

Il magistrato Maria Angioni (Foto da video)

“Le mie ultime segnalazioni su Denise e le foto non c’entrano”

“Comunque io il 14 maggio avevo già depositato un esposto contro le modalità con cui è stata svolta quella sommaria informazione – ha aggiunto l’ex pm – Quindi ho depositato il mio esposto prima che venisse formata l’informazione di garanzia. Il punto è questo: quando mi si è rimproverato ‘ma lei parla soltanto dopo 17 anni…’, chiaramente io forse adesso penso di potermelo permettere di parlare. Ci possono essere dei momenti in cui il magistrato è più giovane in cui certe reazioni possono essere molto più pesanti. Mi hanno contestato due fattuncoli. Ho parlato di mille cose e loro me ne hanno contestate due. Le uniche dove sono riusciti a trovare, secondo loro, una discordanza. Che succederà adesso? Non lo so cosa faranno. Noi abbiamo chiesto l’archiviazione immediata. Comunque non c’entrano le mie ultime segnalazioni su Denise e le foto”.

Maria Angioni insiste sul fatto che se lo aspettava: “Lo sapevo già dal 4 giugno. Ho continuato a parlare. Altrimenti stavo zitta…no? Ripeto, il 14 maggio avevo già mandato un esposto perché già immaginavo cosa poteva succedere”.

Denise Pipitone (Foto da video)

Federica Sciarelli: “Questo scontro viene da lontano”

“Attenzione, perché la Angioni dice di aver presentato un esposto il 14 maggio al Csm dopo essere stata sentita a sommarie informazioni dalla Procura di Marsala. Quindi aveva qualcosa da ridire su loro – ha concluso Federica Sciarelli – Dopo l’esposto è stata indagata. Una specie di ritorsione, per andare con i fatti un po’ più chiari. Esposto suo e la Procura la iscrive nel registro degli indagati. Questo è uno scontro durissimo, è un atto forte iscrivere nel registro degli indagati un magistrato che si è occupato del caso di Denise. Ma questo scontro viene da lontano perché sempre la Angioni aveva detto che c’erano alcune persone delle forze dell’ordine di cui non ci si poteva fidare e che avevano indagato su Denise. Ovviamente quando ho parlato di ritorsione, è una semplificazione giornalistica. Sentendo la Angioni che dice che è andata a fare un esposto e poi guarda caso viene indagata, noi semplificando possiamo dire che è una ritorsione. Però è evidente che c’è qualcosa che sta sfuggendo a quella che dovrebbe essere l’inchiesta per ritrovare Denise Pipitone. Poi può anche darsi che questa iscrizione nel registro degli indagati porti ad aprire altre porte e si arrivi al ritrovamento di Denise”.

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Pubblicato il 24/06/2021 12:32
Copyright © 2023

Editore: Livesicilia.it Srl - Via della Libertà, 56 – 90143 Palermo Tel: 0916119635 P.IVA: 05808650823
Livesicilia.it Srl è iscritta al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) con il numero 19965